mercoledì 17 settembre 2014

Il senso che ognuno ha.

Ho la convinzione che tutti nella vita abbiano un senso. Le cose che fanno, le loro scelte, i loro sacrifici e la strada che decidono di percorrere.
Ci sono persone che decidono il loro destino o almeno ci provano e altre che si lasciano vivere senza forzare le cose, magari lamentandosi del fatto che la vita è ingiusta.

A questo punto qualcuna di voi avrà pensato "proprio come te!!!".
Certo, ma io prima ero una che decideva il proprio destino ed ho fatto scelte che si sono rivelate tutte sbagliate, per cui, ad un certo punto, ho deciso di stare ferma e vedere cosa succedeva.
Ok, le cose sono andate peggio, lo ammetto. E peggio vanno le cose e meno hai voglia di combattere perchè cambino.

Ma....

Perchè c'è sempre un ma.

La verità è che quando arrivi a certi livelli di bassitudine... bassezza.... bassità (insomma avete capito) ci si rende conto di valere anche solo un pelo di più, ed è quello che sto capendo io.
Va bene arrivare a compromessi per vivere, va bene adattarsi ed essere elastici, ma non va bene essere presi per il culo o prendere in giro se stessi.

In ufficio è arrivata la nuova collega che si occupa del commerciale, in pratica le ho passato tutto il mio lavoro e ora io sono una specie di Jolly, ossia una senza dimora, una randagia, una zingara, una che passa nei vari uffici chiedendo se qualcuno ha qualcosa da fare o ha bisogno di una mano. Ho poi capito che a causa di questo NON ruolo non potrò mai chiedere un misero aumento, nonostante io sia quella che fa più ore e la meno pagata!!! Come mi capita praticamente sempre.

Ecco, mi sono rotta i coglioni! E lo dico con la più viva e vibrrrante convinzione.
Come direbbe Loreal "perchè io valgo". Ed è così. Ho avuto per anni un ruolo, ho avuto un lavoro duro e difficile e ce l'ho fatta, ho imparato, imprecato, pianto, ma sono andata avanti e sono cresciuta e ora non ho NESSUNA intenzione di tornare indietro a 20 anni fa, nessuna intenzione di fare la galoppina per gente che, diciamolo, si sono prima comportati di merda e poi, per ripulirsi la coscienza, mi hanno fatto un contratto di 3 mesi senza un cazzo di lavoro da fare.

Basta, comunque vada al termine di quest'altra agonia lavorativa mi fermo. Penso, rifletto e mi riposo. Decido, cerco, valuto.... e qualcosa succederà! Nel bene o nel male, ma così no, così non è giusto per me, che cazzo! Ho un po' di orgoglio e di amor proprio anche io eh!!!



Forse è il fervore del momento, forse è la stanchezza o gli anni che ho passato a farmi trattare come una merda... non lo so, ma a 40 anni col cavolo che mi accontento.

Vs Indiavolata Libby


11 commenti:

  1. Ciao cara... dai... vai avanti tutta... quando dici che a 40 anni non devi accontentarti, beh... mi trovi proprio con te! Pensa positivo...(mi sà che l'hanno detto in troppi) però credici!
    Tanti respiri profondi fino a farti girare la testa, poi, tutto passa. Un abbraccio anche se non sono molto brava a sollevare il morale... mi dispiace. Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao bella, non ho intenzione di fare cose importanti, comincio col non fare cose che mi fanno del male. É già un buon inizio no?

      Elimina
  2. Libby io sono convinta che tu valga, e sono davvero felice di questa tua consapevolezza!! E' un bel traguardo, ma meglio ancora punto di partenza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio, anche se ancora non ho trovato la mia strada, come dicevo piu' sopra, l' importante ora é non farmi trattare come una merda!

      Elimina
  3. Si fa presto a dire che bisogna decidere il proprio destino, sì è vero che bisogna saper osare... ma senza una buona dose di culo non è mica facile... e neanche possibile.
    Con questo però, ammetto di essere una che sa poco osare e vorrei proprio imparare a farlo... cambierei subito paese in Italia o andrei all'estero... intanto sogno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono assolutamente d' accordo con te. E io culo non ne ho nemmeno un po', infatti tutti i miei tentativi sono falliti. Questo non significa che mi vada bene o mi debba lodare bene, farmi trattare come una merda, ti pare?.

      Elimina
  4. Bisogna toccare il fondo, e raschiare, per poi trovare le forze di risalire. E quando si trovano le forze, fosse anche solo partire dal pensiero "io valgo", la risalita sarà un successo.
    Alla ricerca della propria strada? in altri ambiti ma siamo sulla stessa barca amica mia...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh tu sei una forza Claudia, l'ho sempre pensato. Hai deciso una strada e l'hai affrontata con coraggio. Cosa che a mio tempo ho fatto anche io e purtroppo mi è andata male, questo ha segnato molto il mio futuro e tutte le decisioni che non ho potuto prendere, ma a tutto c'è un limite.

      Elimina
  5. Tesoro, hai tutta la mia comprensione e sostegno. Fai la scelta giusta, ne sono certa:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Liz, grazie. Vedremo cosa mi riserva il futuro!

      Elimina
  6. E' stato proprio sulla soglia dei 40, che ho deciso che dovevo cambiare, ho mollato il lavoro che avevo e ho iniziato una nuova avventura. La soddisfazione più grande?????? il titolare dell'azienda che ogni volta che lo incontro, mi chiede se ho voglia di tornare a lavorare per lui!!!!!!!!!

    RispondiElimina

Le vostre perle...