martedì 25 febbraio 2014

Galeotta...

Ci sono cose che hanno dell'incredibile, e questa merita di essere raccontata.
Mi spiace non averlo fatto subito, mentre accadeva, avrei potuto essere più precisa e anche più incazzata, per rendere l'idea.

Insomma, sapete che mio marito è argentino... nel 2012, per la precisione il 20 giugno, ha fatto domanda della cittadinanza italiana. Qui ci sarebbe da aprire una parentesi, chiedergli perché fare una cosa così idiota, ma tant'è che lui si è deciso e per anzianità (è oltre 12 anni che è in Italia) e non per matrimonio, ha fatto richiesta inviando tutte le documentazioni del caso, e pagando anche una somma non proprio irrisoria.

Precisino com'è, ogni tanto entra nel portale e va a verificare lo stato della sua pratica. Questa, per lungo tempo è stata in corso d'opera e lui si è preoccupato di mandare solleciti, visto comunque che in 730 gg la cosa dovrebbe concludersi, ma siamo in Italia.... quindi non ci si aspetta di certo che funzioni tutto come dovrebbe no?

La scorsa settimana, di ritorno dal cinema, ha guardato il solito portale, scoprendo con rammarico che lo stato era cambiato in: inviato preavviso di diniego, che tradotto significa che gli han dato il 2 di picche.
E' venuto a letto preoccupato, chiedendosi il perché, dal momento che tutta la documentazione era in ordine e dal momento che aveva avuto notizia che i pareri dei vari enti, erano risultati positivi.
Non ha dormito! Non ha dormito per tutta la notte, sperando forse che arrivasse in fretta il mattino seguente per capire le motivazioni.

Sorpresa!
La mattina seguente, verso le 9.30 mi chiama in ufficio e mi informa che gli è stata negata la cittadinanza perché pare che sua moglie abbia a suo carico ben 9 capi di imputazione gravi.
Per poco non muoro (muoio off course).

Rapina a mano armata - aggressione - ingiuria - lesioni - stalking - spaccio di stupefacenti - offesa a pubblico ufficiale.
L'ultima, per cui ho pure subito una condanna, risale al 15/11/2013, dove pare abbia aggredito con un taglierino una signora per rubarle del metadone!!!

Ok, sono stordita, svampita e distratta, ma me ne ricorderei se avessi fatto tutte ste cose no?

Preoccupata oltre modo, ho sguinzagliato la mia collega, laureata in giurisprudenza, e le ho chiesto di sentire un avvocato penalista, come per altro era stato consigliato a mio marito durante un colloquio in prefettura.
Oltre tutto lo hanno trattato come un deficiente, chiedendogli se conoscesse bene la persona che aveva sposato e nonostante le sue insistenze, nel dichiarare che sua moglie non aveva mai fatto quelle cose, questi deficienti non hanno pensato di fare un controllo.

Un'ora dopo, dopo che il mio cervello era andato in crash, ha richiamato mio marito, informandomi che la Questura aveva telefonato per informarlo che da un controllo incrociato, effettivamente quella persona, con stesso nome e cognome e con data di nascita poco differente dalla mia, non ero io!!!!
Ma va???????

Il giorno seguente mi sono presentata in Questura con mio marito per sistemare la questione e nonostante la signora dell'Ufficio Cittadinanza abbia chiesto scusa più volte, hanno voluto far passare la cosa come un banale errore umano, quando di banale non ha proprio nulla.
Infatti il rapporto della Questura era stato inviato ancora ad aprile dello scorso anno, quindi risultavo una delinquente della peggior specie da diversi mesi....
E se mi avessero fermato per un controllo?
A quante persone è successo di finire in galera per niente per poi sentirsi dire "Oh mi scusi è stato un errore?".

La cosa è stata risolta e sistemata, ma mio marito ha inviato una lettera, molto ben scritta e molto dettagliata, al ministero dell'interno ...o non so bene dove, spiegando l'accaduto e sentendosi anche offeso per l'atteggiamento di chi ha voluto far passare la cosa come una cavolata e un errore non grave.....

Lo è invece, lo è molto.
A parte i 10 anni di vita che ho perso e le 2 ore di lavoro buttate, la cosa è grave e quel che è peggio a nessuno è venuto in mente di approfondire la cosa, considerati i "miei" precedenti.

E' così che funziona sto paese.... si va avanti a mi scusi e mi dispiace, quando basterebbe lavorare con un po' di attenzione.

Ad ogni modo, alla peggio mi portavate le arance in galera vero?

Un bacione dalla Vs Libby galeotta!

9 commenti:

  1. Ossignore... non ci posso credere... leggendo la storia non ti nascondo di aver fatto delle grasse risate....soprattutto pensandoti mentrei aggredisci una donna con un trincetto per rubarle il metadone... ma capisco che vivere ste cose faccia davvero girare le palle...

    Cmq noi siamo buone amiche virtuali vero?
    Non mi minacci con trincetto vero?
    Vero che non lo fai???? :-D

    RispondiElimina
  2. Vero che anch'io come Silvietta sono amica tua, e tu non mi farai mai del male ?????????? Veramente certe cose fanno andare prima il sangue in acqua e poi lo fanno salire al cervello..........ha fatto benissimo tuo marito a scrivere una lettera di protesta, magari non servirà a nulla, ma chissà, alle volte, almeno un cazziatone a chi ha fatto la str.....ata, forse verrà fatto.......... ma pensa te....... e questi si credono degli dei mandati in terra e noi tutti quanti dei poveri allocchi da trattare come pezze da piedi!!!!!!

    RispondiElimina
  3. Adesso che risulti una persona perbene gliela danno la cittadinanza? :D

    RispondiElimina
  4. Mannaggia... non ci voleva... non fosse altro per il giramento di p....
    Certo che è inquietante tutto questo, così tutti potremmo essere dei "virtuali" criminali.
    Da non credere. Incrocio le dita per tuo marito. Un bacione da Federica.

    RispondiElimina
  5. O____o
    PAZZESCO!! Ha fatto benissimo!

    RispondiElimina
  6. Allucinante...!!! Leggendo il post anche a me è venuto da sorridere...Ma immagino che trovarsi nella situazione sia tutt'altro che divertente...certe cose non dovrebbero proprio succedere...ma ci sarà un motivo se l'Italia và da schifo...?!

    RispondiElimina
  7. di che ti stupisci? hai perso solo due ore di lavoro in fondo. ti è andata benone. considera che per adempimenti e disguidi burocratici gli imprenditori perdono circa un mese l'anno di lavoro... vedi tu... viva l'itaglia!

    RispondiElimina

Le vostre perle...