venerdì 15 febbraio 2013

Le persone da fuori ci vedono meglio...

Avete mai notato come sia difficile essere obbiettivi, quando una cosa ci coinvolge personalmente?
Sarà capitato anche a voi, almeno una volta, di vedere le cose come stanno, relativamente ad una relazione, ad un lavoro, solo allontanandovi di qualche passo, o ancor meglio, di vedere che la relazione di una vostra amica era basata sul nulla, ma che lei non riusciva a vederlo perchè troppo presa.

Perchè le persone da fuori, ci vedono meglio. Guardano la cosa da lontano in tutte le sue sfumature.

Ma quando a vedere da fuori una cosa che senti da tempo, ma che cerchi di ignorare, è un perfetto sconosciuto, secondo me è anche peggio.

Ieri ho ricevuto l'ennesima telefonata dall'ennesimo fornitore incazzato che non vede soldi da mesi.
Urla, strilla, bestemmia, inveisce contro tutto e tutti e in particolar modo contro la madre del Messia, povera donna.
Io ormai ho imparato, lascio che si sfoghino, poi il 90% di loro mi chiedono scusa e sottolineano che ovviamente non ce l'hanno con me, ma col Messia, ovviamente. Così dico loro, con tono comprensivo e mesto che si, li capisco e hanno ragione, ma che purtroppo la situazione è quella che è e che io non posso far altro che riferire. Il tutto con il sorriso, che poi questi si danno una calmata, minacciano e salutano cordialmente.

Ma il tizio di ieri è stato differente. Ha detto tante brutte cose: farabutto, ladro, bastardo, cane, figlio di troia (pora mamma), cancaro, disgraziato, disonesto ecc ecc ecc.
Ha aggiunto che non è possibile che un titolare di azienda non sia mai in ufficio, che sia introvabile, che non risponda mai al telefono, che si faccia negare. Ha detto pure che invece di fare lo sborone e andar per bar a dire che lui ha l'azienda e lavora per il comune, che pensi a bere meno e a lavorare di più.
Ad onor del vero, non mi risultava che il Messia bevesse, ma magari con architetti, geometri e ingegneri, ci scappa lo spritz, che ne so!

Insomma... 12 minuti di telefonata in cui mi sono limitata a dire "Si, lo so, ok, lo riferisco, ha ragione, certo."
Poi mi dice questa cosa "Signora, lo dico a lei come l'ho detto ad altre impiegate, piuttosto di lavorare per un disonesto-farabutto del genere, stia a casa a lavare i piatti, è meno umiliante. E' mortificante per lei prendere sta valanga di merda al posto del suo titolare, mi chiedo se non si vergogna a mandare avanti una sua dipendente quando i debiti li ha fatti lui. Zero responsabilità, che tanto ci pensa la signora che risponde al telefono a tamponare e lui dopo 10/12 telefonate non si è mai fatto sentire. Glielo dico di nuovo, lei e i suoi colleghi, andate via, prima possibile, che una persona così non merita nulla. Io ho più di 100 dipendenti, ma MAI e poi mai, farei passare a loro quello che sta passando lei. E' mortificante, è umiliane e vergognoso.... vada via da lì!".

Mi ha colpita, anche se era una cosa che da tempo pensavo, sentirlo dire da uno che nemmeno mi conosce e che evidentemente si rende conto di come gira il mondo, mi ha davvero umiliata e mortificata. Non tanto per lui, che alla fine con me è stato gentile, ma perchè ad un certo punto lavorare così sembra normale e non lo è, ci si abitua a tutto insomma.
Non è giusto che io che sono una dipendente debba sentirmi costantemente urlare nelle orecchie e accusare dei debiti che non sono miei. I miei io li pago!!!
Che io sono d'accordo che anche questo fa parte del lavoro, io posso coprirlo, dire che siamo in difficoltà, cercare di difenderlo se lo offendono, ma fino ad un certo punto, perchè se lui dopo 15/20/25/30 telefonate non richiama, non paga, non mantiene le promesse, non si fa sentire... non risponde mai al telefono e si fa negare se c'è, fa addirittura rispondere agli amici per far finta che abbiano sbagliato numero.... no questo non mi piace, non è corretto.
Quando gli ho fatto notare questa cosa e che io non ho intenzione di dire bugie per coprirlo, o di prendere per il culo la gente, mi ha risposto che lui mi paga e che io devo fare quello che mi dice.
Ovviamente ho elegantemente risposto di no, che se quello che lui mi dice di fare, va contro la mia educazione e l'onestà, mi spiace ma no, che si arrangi!



Sbaglio?
Non puoi dire ad una persona "si ti faccio il bonifico domani, l'ho fatto ieri...." sai che non è vero, sai che non lo pagherai e pretendere che io lo confermi.... mi spiace ma no.
Io ho avuto due attività e mai mi sono permessa di pigliare per il culo la gente, mai mi sono negata al telefono, ho preso le parole, le mie responsabilità, sono andata dal fornitore (uno solo a dire il vero) e gli ho detto che ero in difficoltà, ma che entro 4 mesi avrei saldato. Ecco io entro 4 mesi ho saldato!!!
L'onestà e la correttezza, l'educazione... sono valori che non ho intenzione di calpestare per nessuno... specialmente per lui!!!!

Vs Libby

15 commenti:

  1. Che dire???????? la persona in questione ha la vista lunga e soprattutto la giusta sensibilità.......... un discorso del genere l'ho sentito fare anche qua dal Capo ad un dipendente di un'altra azienda......... dal di fuori le cose si vedono più chiaramente e per quelle che sono in realtà. Ci può stare che un'impiegata copra qualche volta il titolare, ma non deve diventare il mezzo per sottrarsi alle proprie responsabilità e tu fai bene a rimarcarlo con lui, non lasciare che si adagi nella comodità di qualcuno che pigli gli insulti al posto suo... un po' di m......da spetta di diritto anche a lui

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda credo che a lui non freghi niente di nessuno. Fondamentalmente pensa al suo didietro senza guardare molto se calpesta gli altri o se mette in difficoltà gli altri. Poi, per farci sentire degli ingrati, se ne esce che lui tiene aperto per non lasciarci in mezzo alla strada, ma di fatto non sempre ci paga!!!! O ci paga con molti giorni di ritardo. A sto punto.... il suo discorso non ha molto senso. Ad ogni modo lui fa così con chiunque. Non risponde e finchè non risponde non c'è problema!

      Elimina
  2. Ciao cara... non ho parole questa volta! Certo che questo str.... non ha morale... capisco come tu, quando parti alla mattina per andare al lavoro, avresti sicuramente voglia di girare la macchina e tornartene indietro! La persona che ti ha telefonato ha compreso la situazione... peccato per tutto! Non te lo meriti! Hai provato a dire la verità a queste persone? Cosa mai ti potrebbe succedere di peggio? Mah...
    P.S. Prova a telefonare tu a quella persona della telefonata, chiedendo un colloquio personale per un eventuale lavoro...magari dal peggio qualche cosa si può trasformare... forse non è una ditta delle tue zone, ma ce ne sarà una che (puntando sul fatto di fare un dispetto al messia) voglia darti una possibilità per un colloquio???
    Speriamo! Io continuo a sperare per te... bacioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne dubito, nel senso che purtroppo sono tutte ditte meccaniche o edilizie che sono in profonda crisi. Io a questo la battuta l'ho fatta, di andare da lui a lavorare... ma ovviamente non ha colto!
      Non so che dire, ma anche stamattina valanga di parole perchè è organizzato come la merda!

      Elimina
  3. Come la penso sul Messia ormai credo tu lo sappia ampiamente. E' veramente una persona spregevole.
    Da fuori è vero le cose si vedono più chiaramente, con più lucidità ed è per questo che forse troppo spesso anch'io, pur sapendo tutte le difficoltà del caso, ti dico di andartene da quel pazzo.
    Come ti dicevo anche ieri, prova a chiedere anche a quelli che chiamano per sollecitare i loro pagamenti, chiedi se hanno bisogno di una persona...magari salta fuori qualcosa di buono :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come dicevo nel commento sopra, purtroppo sono tutte aziende in forte difficoltà, messe meglio di noi, ma che non assumono. Ho chiesto ad un paio, ma come ben sai adesso non assume più nessuno!

      Elimina
  4. Manderei il curriculum al tizio in questione dicendogli: "Ehi, sono la tizia che prende la valanga di merda al posto del titolare, non è che mi toglierebbe da questo impiccio e mi assume lei, visto che i suoi dipendenti, lei non li tratta così?".
    E' vero da fuori si ha un'immagine più nitida delle cose, ma bisogna conoscere i motivi veri e le necessità di ognuno. SE uno si prende sta roba, è perchè è costretto, no?
    Tesoro, tutta la mia stima e il mio supporto. Se vale a qualcosa.
    Raffaella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vale sempre a qualcosa.
      Oggi sono pure inviperita. Succede regolarmente... è lui che prende accordi con Tizio e Caio, io so molto molto poco, ma poi al momento di incassare devo chiamare io e chiedo per quel che so. Così regolarmente prendo parole "Perchè gli accordi non erano così!", ma se non me lo dici io come posso saperlo? Devo chiamare io ma dire quello che lui ha in testa... e allora chiama tu!!!
      Non ne posso più!

      Elimina
  5. Sono d'accordo con tutti i commenti sopra, naturalmente! Lui è una persona ignobile, senza morale, che scarica le responsabilità sugli altri fregandosene di tutto, proprio perché non ha alcuno scrupolo morale.. mi dispiace tanto e spero che, tra tutte queste persone che guardano da fuori, qualcuno capisca di avere bisogno di una valida e seria come te!

    RispondiElimina
  6. Un piccolo premio per te...per tirati su il morale!!!
    Vienimi a trovare nel mio blog!
    Kiki

    RispondiElimina
  7. io prenderei il tipo che ti ha detto di mollare il Messia e lo andrei a trovare con il CV in mano e con una faccia di bronzo che la metà basta e gli chiederei un lavoro!

    più che no, non può dirti :p

    RispondiElimina
  8. Ma è davvero sconcertante tutto questo! Io sono senza parole!!!!
    No, davvero! Fai benissimo! Non puoi prendere parole che dovrebbe beccarsi lui per la persona squallida che è!!!!!

    RispondiElimina
  9. La cosa triste è che questo qui rimarrà senza l'azienda, prima o poi, e senza nessuna dignità! E' come fallire due volte... ma forse lui non se ne rende neppure conto!

    RispondiElimina

Le vostre perle...