lunedì 28 gennaio 2013

Quello che vorrei...

Ogni tanto mi fermo a pensare, io sono una molto cerebrale, che pensa molto, tanto che a volte mi sveglio all'alba e non riesco più a dormire dal tanto pensare.

I pensieri mi si formano da soli, mi si accavallano impetuosi. A volte ho il cervello che a rappresentarlo, potrebbe essere come un mare in tempesta, le onde che si litigano lo spazio sulla spiaggia. Sempre più grandi, sempre più ingombranti.

Penso a quello che vorrei fare, tante, tantissime cose, a quello che devo fare, a quello che non vorrei fare o avere, a quello che mi serve, a quello che mi piacerebbe. E ho talmente tante idee che non trovano collocazione o posto, non riesco a metterle in ordine e alla fine non faccio mai un cazzo di quello che ho in mente.

Progetti creativi, alcuni modesti, alcuni grandiosi e irraggiungibili. E per ogni pensiero, per ogni progetto, penso al tempo che mi ci vorrebbe per portarlo a termine e mi rendo conto che non ne ho mai abbastanza, che il tempo lo passo qui, in ufficio, per la maggior parte del tempo a fare nulla.
Non c'è lavoro per coprire le 8 ore e anche se a qualcuno potrebbe venire in mente "Che fortuna", non lo è.
Avere tanto tempo libero finchè si è a casa va bene, averlo al lavoro no, perchè il tempo si spreca e non passa mai.
Succedesse una-due ore al giorno, si dai, ci può stare, lavorare in tranquillità, ma trascorrere la maggior parte del tempo così.... a pensare a quello che ci sarebbe da fare a casa, ma tu sei qui, incastrata con gli orari.... è davvero brutto. Anche perchè le ore passano e ora di sera si è più stanchi e svogliati di quanto si possa immaginare e allora i progetti scivolano a domani, sempre e solo domani, tutti i giorni.

Per ogni cosa che si conquista però, c'è una strada in salita, fatta di sacrifici e di salti mortali, magari di notti in bianco, di fallimenti (di cui io sono la regina) per poi ricominciare da capo.

Quello che vorrei è qualche mese.... qualche mese libero da qualsiasi impegno. Qualche mese a casa, per ripulire dalle scorie la mente, per sentirmi affamata di fare e piena di entusiasmo. Per capire cosa voglio fare e dove voglio andare e come voglio impegnare il mio tempo. Per imbastire e riordinare le idee, per coccolare la mia casa e mio marito. Per sentirmi annoiata e desiderosa di imbastire qualcosa....
Vorrei qualche mese sabbatico per me stessa.... ma non si può.
Non si può mai!

Immagine presa dal web


Vs Libby

10 commenti:

  1. Sul fatto dei pensieri, ti capisco benissimo, perché spesso me ne vengono talmente tanti (dai più stupidi, tipo cosa mi metto domani o cosa mangio, ai più "esistenziali"!!), che non riesco a dormire, o mentre dormo ci penso o mi sveglio pensandoci.. il cervello andrebbe fatto riposare, ma come facciamo? Mi sa che è più forte di noi! Per il resto, capisco benissimo che perdita di tempo enorme sia stare a lavoro senza fare niente, mentre a casa avresti così tante cose da fare.. speriamo vengano tempi migliori, dai! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' da talmente tanto che aspetto tempi migliori che ormai sono mumificata nell'attesa... e le giornate non passano mai!

      Elimina
  2. Sono esattamente come te...Se ho dei pensieri o delle preoccupazioni in testa non c'è verso che riesca a dormire...oppure mi sveglio in piena notte e poi non riesco più a riaddormentarmi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me capita, anche se raramente. Di solito o mi sveglio all'alba o non riesco ad addormentarmi... è una cosa piuttosto fastidiosa!!!

      Elimina
  3. Io che sono una che come te pensa sempre (mio marito mi chiede come si spegne il mio cervello...ma dubita esista un modo:D) una volta lavorai in un posto dove non c'era nulla da fare 7 ore al giorno. Un incubo. La gente non si rende conto. Io vorrei ritirarmi in montagna 3 mesi spegnendo il cellulare!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti, la gente non si rende conto di cosa significa. E che ora abbiamo internet, che bene o male il tempo ti passa anche.... Ma è anche vero che dopo un po' ti rompi anche di quello, che vorresti occupare il tempo in altre cose. E' un incubo.
      Anche stamattina ho fatto un ddt e un conto per un cliente. Stop!!! Ma si può?

      Elimina
  4. Oh beh, ti capisco. Molto meglio lavorare correndo e non dover guardare l'orologio, a costo di rientrare strisciando, piuttosto che veder buttare nel cesso tutte quelle ore... mamma mia, il tempo non te lo ridà mica più nessuno!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto sorella... e io avrei tante cose da fare!!!

      Elimina
  5. Cara Libby...sei riuscita a scrivere quello che tante volte penso.Un mese per sgomberare la mente o semplicemente per fare il punto su tante cose!!!Avere avuto la forza di scrivere e di condividere i tuoi pensieri ti ha aiutato?Credo di si.E cambiare lavoro....ci hai pensato?Il gioco vale la candela?Un abbraccio...Patry

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Patry... io scrivo sempre per liberare la mente, non solo per raccontare cazzate ahahahah.... poi che la cosa mi riesca o meno è difficile dirlo. Mi piacerebbe cambiare lavoro, quanto meno ambiente. Le difficoltà sono troppe ora. Grandi progetti per cui ho assoluto bisogno di questo lavoro, cercare di cambiare ora sarebbe un suicidio. Però non si sa mai, magari in futuro girerà meglio e tutto andrà bene. Per ora mi limito a dare voce ai miei pensieri. Perchè anche io avrei bisogno di fare ordine.

      Elimina

Le vostre perle...