lunedì 5 novembre 2012

Visualizzazione creativa.

Avete mai sentito parlare della visualizzazione creativa? Magari no, fa sempre parte della Legge di attrazione, ma vi assicuro che se non tutte, quasi tutte noi l'abbiamo usata moltissime volte.

Avete presene quando vi dicevano (o vi dicono) che sognate ad occhi aperti? O peggio ancora che vi fate i film? Ecco, quella è la visualizzazione creativa.
Vi state chiedendo perchè ve ne parlo? No, non ho intenzione di sottoporvi a un altro pippone sulla legge di Attrazione, sapete di cosa si tratta e se non lo sapete vi consiglio di curiosare. C'è chi crede e chi no, ma di sicuro non fa male provare.

Leggendo un post stamattina, mi sono resa conto che per tantissimi anni ho utilizzato la visualizzazione creativa o laboratorio creativo. All'ora non sapevo di farlo ovviamente, quanto meno non sapevo avesse un nome specifico.
Il mio lavoro in oreficeria era "responsabile reparto orecchini", per cui partivo dal materiale grezzo, saldavo, tagliavo, limavo, carteggiavo, lucidavo.... fino a creare il pezzo finito. Ovviamente, lavorando molto con le mani, senza bisogno della totale attenzione del cervello (immaginate una contabile se può, facendo una fattura, pensare ai cazzi suoi!) mi era permesso sognare.
Con le cuffie infilate nelle orecchie, mentre le mani creavano in modo ormai indipendente ed automatico, la mia mente vagava, creava e inventava possibili scenari. Mi perdevo talmente tanto nel mio mondo che quando venivo "risvegliata" da qualche collega o da altri obblighi lavorativi, mi pareva di ricadere nel mondo circostante come un'aliena.
Molte delle cose che ho sognato e immaginato si sono poi realizzate. Nel pensarle, immaginarle, sentivo la gioia o il dolore, l'ansia, la frenesia, l'emozione, come se fossero successe veramente.

Solo oggi mi rendo conto della potenza di un pensiero (come recita appunto la legge di attrazione).
Il Laboratorio creativo serve proprio a questo, a creare nella mente quello che desideriamo, a sentirne la consistenza o l'odore, le emozioni pulsare, tanto vive e vere da creare veramente quello che abbiamo immaginato.
Una volta lo facevo e accadevano cose che inspiegabilmente mi ero immaginata.

Oggi non uso più il Laboratorio creativo, non nel modo corretto comunque. Sarà che al lavoro non posso "distrarmi" e immaginare cose, sarà che purtroppo la mia mente va a senso unico, immaginando scenari apocalittici che poi ovviamente accadono.... sta di fatto che non utilizzando più la mia fantasia, la vita reale ha perso un po' di colore.

Come mi è capitato di dire "me lo sento..." di avere un'intuizione e da essa creare uno scenario che poco dopo si avverava... e questo mi è capitato l'ultima volta pochi anni fa.

Forse potrei provare di nuovo, a concentrare la mia mente sul mio Laboratorio creativo... quello vero, quello reale, con le pareti bianche e le mensole bianche e le scatole piene di perle, bottoni e stoffe, un grande tavolo dove lavorare, il forno per le paste polimeriche, una parete di nastri colorati. Un angolo per le foto, uno per lavorare il rame, la macchina da cucire per le piccole cose.... un vero Laboratorio Creativo.....


Vs Libby che sogna ad occhi aperti!

16 commenti:

  1. Sicuramente se guardi alla vita con uno sguardo positivo, l'immagine che ti rimanderà sarà migliore rispetto ad uno sguardo spento o triste. Io mi faccio dei film pazzeschi. Però pure brutti e con finali tragici! E quando succede ho delle giornate orrende. Quindi, ben vengano le visualizzazioni creative, i pensieri positive, l'immagine dei sogni e della loro realizzazione. Può fare solo bene.
    Baci
    Raffaella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh si beh certo... il laboratorio creativo, può essere anche negativo ovviamente. Infatti mi sono capitate cose poco piacevoli in passato. Certo, riuscire a pensare positivo non sarebbe male, ma a volte ai sogni bisogna dare da mangiare con un po' di positiva realtà...

      Elimina
  2. mi ricordo quando ero a scuola e nei giorni in cui avevo studiato mi concentravo affinchè mi interrogasse e spesso si avverava! Però se desideravo che NON mi interrogasse non avevo la stessa fortuna. Si vede che quelle positive sono più potenti di quelle negative

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh no... non si tratta che i pensieri negativi siano più forti. E' che la legge dell'attrazione, quindi il laboratorio creativo, non conosce la negazione. Se tu pensi Voglio essere interrogata, si avvera, se tu pensi NON voglio essere interrogata, concentri comunque il tuo pensiero sull'evento che accadrà anche se non lo vuoi. Avresti dovuto pensare.... voglio stare a sentire l'interrogazione di un compagno, o voglio stare seduta qui tutta la lezione.... allora forse avrebbe funzionato. Infatti il mio pensare NON voglio più lavorare in questo posto, fa solo che io continui a rimanerci!! :-(

      Elimina
  3. La craft room è il piccolo sogno di ogni creativa... un luogo dove poter tenere sempre a disposizione il proprio materiale, dove potersi rintanare per creare indisturbata e, all'occorrenza, lasciare anche in disordine per ricominciare poche ore dopo, appena viene l'ispirazione.
    SPLENDIDA e per te un sogno più che realizzabile!!

    Sai che pure io ho spesso le sensazioni di qualcosa che deve succedere? E spesso immagino scenari che poi si avverano? Non sapevo avesse un nome... !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, nemmeno io...
      Nella mia vecchia casa avevo una craft room. Ci lavoravo quando avevo il negozio di bomboniere. Avevo file e file di bobine di nastri colorati, scatolette, fiori, tulle... un tavolo enorme (tipo letto matrimoniale) che mi aveva fatto mio marito. E due potenti luci al neon... il tutto è rimasto là ovviamente....
      Immagino la Principessa l'abbia trasformata nel suo studio.
      Ma un giorno io avrò la mia e sarà ancora più bella! :-D

      Elimina
    2. Ecco, posso ritenermi fortunata (nella sfiga) di non aver lascito nulla a livello di casa... anzi, ho abbandonato una casa piena di negatività, odiata, sofferta, sopportata, per cui ho dato troppo senza avere nulla in cambio. Nonostante tutto non mi piaceva come stava venendo, la odiavo proprio!!! E come mi disse una volta una mia cara amica... quando te ne vai da una casa, lascia lì tutte le cose negative e porta con te solo le cose positive!!

      Oh si, il prossimo sarà sempre meglio.

      Interessante la storia della negazione...

      Elimina
  4. Io sono convinta che funzioni.
    Se non altro fa bene all'umore! E oggi c'è il sole :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo che funziona, solo che bisogna saperla usare!!!
      Si è arrivato anche qui, dopo quasi tutta la mattina di pioggia e nebbia!

      Elimina
  5. Mi piace Libby che sogna ad occhi aperti :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma soprattutto da risultati molto piacevoli...

      Elimina
  6. Io sono tanto d'accordo!! Sono convinta che il pensiero abbia un peso.. non dico che siamo in grado di far succedere tutto quello che desideriamo, magari, ma penso che possiamo contribuire affinché le cose vadano in una certa direzione!! :-)

    RispondiElimina
  7. giuro faccio lo stesso sogno...

    RispondiElimina
  8. Però, non sapevo sta cosa, sembra interessante...è vero che il pensiero fa molto, in effetti:)

    RispondiElimina
  9. Interessante questo laboratorio creativo... mi piace... da dove si parte?

    RispondiElimina

Le vostre perle...