sabato 27 ottobre 2012

Il Drogatto - alias Felino Insulinico.

Credo che buona parte di voi sappia che io ho un gatto diabetico, conosciuto col sinonimo di Felino Insulinico, da oggi chiamato Drogatto....

Non vi ho parlato molto di lui perchè non so a quante possa interessare le vita di un gatto col diabete, ma Drogatto non è un gatto come gli altri (si lo so, lo dicono tutte le proprietarie di gatti, ma io mica scherzo).

Gatto stanco...

L'ho portato a casa alla tenerissima età di... non lo so di preciso, comunque a poche settimane dalla nascita (avvenuta il 20 settembre del 2001). Mi stava sul palmo di una mano, coda compresa. Pesava pochi grammi ma aveva una gran voce. Gironzolava per casa e vi giuro che eravamo terrorizzati dall'idea di pestarlo e farne poltiglia. Era un batuffolo rosso tutto testa e orecchie e aveva una codina che pareva uno stuzzicadenti spelacchiato.

Nei giorni successivi all'arrivo dell'animaletto, lo portai dal veterinario di fiducia (ho ancor oggi lo stesso) per vedere in che condizioni fosse e il veterinario non fu molto positivo, il posto dove lo avevo preso, aveva ben pensato di vaccinarlo, ma era ancora troppo piccolo e separato dalla madre troppo presto, così, per le settimane a venire, ogni 3 giorni, dovevo farlo vedere.
Il Drogatto intanto si era ben adattato alla sua nuova dimora e scorrazzava spavaldo per casa, evitando i nostri piedi.
Essendo stato separato dalla madre molto presto, per l'appunto, non conosceva l'uso della lettiera e io, la sua mamma umana, spesi tutta la mia pazienza per insegnargli che non si poteva fare la pipì santa sui tappeti o sul pavimento, ma che c'era un posto apposito chiamato "bagno per felini". Così lo prendevo ad intervalli regolari e lo posavo nella sua cassettina, gli facevo fare un buchino accompagnando la zampetta e lo lasciavo lì ad annusare qualche minuto... se non che, il Drogatto, aveva deciso che lì lui, ci avrebbe fatto la nanna!!!

Gatto molto stanco...

Il mio ex marito lo chiamava simpaticamente "Spusa-merda" (puzza merda per i non capenti il dialetto boarese) perchè effettivamente nessuno gli aveva mai insegnato le pulizie e io, anche se con tutto il mio impegno, non sapevo proprio come fare....
Al Drogatto era precluso l'esterno, considerata la fine fatta da Cirillo e poi da Ringo e da altri felini della zona, la statale li attirava come un topo e li trovavo puntualmente stesi sulla carreggiata. Onde evitare... il Drogatto aveva a sua disposizione una casa di 150 mq, tutte le finestre con le zanzariere e parte del garage, nulla più. Pensavo ne soffrisse, invece col tempo, non usciva nemmeno con le finestre aperte.

I primi problemi del Drogatto, comparirono dopo la separazione dal mio ExM, nel 2007, con gravi problemi di struvite, che gli impediva di fare la pipì. In pratica si formavano tappi di cristalli nell'uretra ed ero obbligata a farlo ricoverare per mettere il catetere. Un'epopea costatami oltre due stipendi!!!!
Da quel momento, il Drogatto dovette seguire una ferrea dieta a base di croccantini Hill's CD.
Non che prima mangiasse male eh, ma questi croccantini erano nati proprio per questo problema, frequente nei gatti depallizzati.
Il Drogatto è un vero angelo, lo è sempre stato. Convive con pesci, tartarughe, gatti e cani senza il benchè minimo disturbo, si nasconde sotto il letto e ciao! La cosa importante è non accarezzarlo e non fargli le coccole se non è lui a chiederle... non graffia e non morde (se non gli rompi troppo le balle ovviamente) ma si appiattisce al pavimento e ti guarda davvero male... un avvertimento a stargli alla larga.
Gatto devastato dalla stanchezza...

Il Drogatto si offende facilmente... se lo si sgrida mette gli occhi obliqui e arruffa il pelo in mezzo agli occhi, se stiamo via troppe ore o addirittura andiamo in vacanza e non ci facciamo vedere per un po', sta settimane senza guardarti nemmeno in faccia e ti evita (tranne nelle ore pasti).
La scoperta del diabete è stata fatta per caso, controllando la struvite nelle urine, han trovato la glicemia altissima e da lì alle analisi del sangue il passo è stato brevissimo. A parte la prima veterinaria (non quella di fiducia) che mi aveva diagnosticato un tumore (acromegalia) e avermi fatto spendere un capitale in analisi, trovata l'insulina giusta (dopo averne provate 3) e il giusto dosaggio, il Drogatto sta bene.

Tutto questo pippone per dirvi cosa? Che il mio gatto è un drogato....


Gatto platealmente distrutto....

Alla mattina e alla sera, all'orario preciso in cui gli faccio la puntura, lui si presenta miagolando e strusciandosi sulle gambe, per poi, dopo l'iniezione, svaccarsi in qualche angolo recondito della casa a dormire.... E' incredibile ma vero, se mi dimentico, lui arriva di corsa, sbadiglia e si piazza davanti al frigo o sul bracciolo del divano e aspetta.
Io lo guardo e gli chiedo "Che c'è? E' ora? Uh... si!".

Il rito....
Gatto stanchissimo ma attento...

Alla mattina da lunedì a domenica, si piazza dietro la porta della camera e chiama, io mi alzo, vado in bagno, lui mi segue, si struscia sulle gambe finchè io faccio pipì, poi sullo spigolo del mobile, poi di nuovo sulle gambe e si stende a terra come un tappetino per farsi coccolare. Poi andiamo in cucina, apro le tapparelle e lui si mette a guardare fuori dalla finestra, si struscia sul frigo mentre io prendo siringa e insulina, preparo l'iniezione, lui si piazza sul tappeto davanti al lavandino, in 3 secondi netti gli faccio la puntura e poi gli preparo la pappa. Metto a terra la ciotola, li ne mangia un poca e poi mi guarda e miagola... è ora del latte. Un po' di latte nella ciotola e lui procede con latte e carne finchè non ha finito.... io faccio colazione, lui fa colazione e poi comincia a chiamarmi... e giuro che in tanti anni non ho capito cosa cazzo vuole, ma va a vanti mezz'ora a Mrrrew Mrrrew Mua Mua.... Mah!!


...ok... e dopo tutta questa faticata... meglio mettersi a fare la nanna...


Il Drogatto a settembre ha fatto 11 anni, il veterinario mi ha detto che col suo problema non potrà vivere moltissimo come magari gli altri gatti, ma io, sinceramente, non riesco ad immaginarmi una vita senza il mio amore.... l'unico maschio che mi sia mai stato davvero fedele, l'unico che non mi ha mai abbandonata... si beh... finchè gli faceva comodo eh, non dimentichiamoci che è un gatto!



Vs Libby





13 commenti:

  1. E' dolcissimo, ma ci vuole tanta pazienza, credo... e tanto amore per prendersene cura...
    E poi, io sono del parere che a loro, come ai cani e a qualsiasi altro animale domestico, manchi solo la parola, ma capiscono tutto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Al mio la parola non serve, mi basta guardarlo e ci capiamo.... ahahahah! Anche se è un gatto abbastanza antipatico eh!!! :-D

      Elimina
  2. Sai quanto io ami i gatti, e il tuo è davvero bello e simpatico :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C'ha la puzza sotto il naso... è un po'.... gatto insomma! :-D

      Elimina
  3. E' un bellissimo felino...anche io sono una gattara convinta...un abbraccio

    RispondiElimina
  4. Drogatto è bellissimo, io l'adoro e a quanto pare è stato amore reciproco, ti ricordi Libby quando siamo venuti a casa tua quante coccole si è fatto fare??? Mi piace tantissimo!!! Caro lui!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si è un ruffiano quando vuole... il punto è che per la maggior parte del tempo non vuole. E' molto aristocratico e molto sulle sue eh!!! Del resto, è un gatto!

      Elimina
  5. Libby: 1) il tuo ex-si rivela sempre più stronzo eh! 2) direi che proprio, conoscendoti, un gatto normale non ti poteva cambiare 3) hai mai pensato di scrivere un libro (sul modello Brigette Jones) sulle tue sventure? Secondo me sarebbe un best sellers!!! (dico questo perchè mi sono letto di botto gli ultimi tre post, perchè rimango sempre dispiaciuta delle tue disgrazie ma nello stesso tempo sorpresa dalla tua pungente ironia)
    Hai un grande talento:usalo!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uh.... che complimento immenso mi hai fatto!!! Grazie, è una delle cose più belle che mi han detto eh!!
      Eeeeh scrivere un libro? Io mica son capace eh!!!! Non ti nego di averci provato moltissimi anni fa, col supporto di uno scrittore di Torino, ma poi il lavoro, il moroso.... ci sono sempre cose che ti perdi per strada.
      Il mio gatto è un angioletto, basta solo non scocciarlo ahahahahah!
      Grazie mille Monica!

      Elimina
  6. È meraviglioso!!!! Povera palla di pelo col diabete...caro!!! Io ne ho 2, positivi alla Felv.

    RispondiElimina
  7. il tuo gattone è meraviglioso e mi ritrovo in alcuni atteggiamenti del mio pollame, soprattutto l'atteggiamento super offeso quando osiamo andare in vacanza. Ma tu lo sai già che io per i gatti stravedo :)

    RispondiElimina
  8. Ma quant'è bello questo gattone rosso!!!
    Li adoro i gatti rossi ,sono i miei preferiti!
    Non ci pensare a quello che ti ha detto il veterinario... e goditi le sue fusa e le sue stranezze da " drogatto" !!!

    RispondiElimina

Le vostre perle...