lunedì 15 ottobre 2012

Cara Sorella...

Questa che leggerete qui sotto, è un messaggio che ho mandato alla mia cara Aus ieri mattina, presa da un potente momento di sconforto... così, tanto per farvi capire che non è tutt'oro quel che luccica.


Cara Sorella,

la mia giornata ieri si è conclusa nel peggiore dei modi, con me che alle due di notte piangevo come una bambina e il mio splendido marito che tenendomi abbracciata mi asciugava le lacrime.
Sono due giorni che sono accompagnata dai dolori tipici del ciclo, gran male al seno, tensione all'utero e fitte alle ovaie.
Da qualche parte ho letto che è possibile che si presentino questi dolori nelle prime settimane di gravidanza, il punto è che io non sono nelle prime settimane.... e che questi sono proprio i dolori del ciclo.
E' come se la vita mi avesse picchiettato su una spalla e mi avesse detto, con la faccia acerba dell'uva non ancora matura "Scusa, ma tu, cosa cazzo credevi di fare?".
E poi mia madre, che con la sua proverbiale "delicatezza" si è lasciata sfuggire (sicuramente di proposito) che il mio ex marito, a dicembre diventerà papà.
Ho sorriso, mentre una voragine mi si spalancava nel petto.
Non fraintendermi, non me ne frega un cazzo si cosa fanno e di cosa capita loro, anzi, questa è anche una bella cosa, che lui, per come si è comportato con me (almeno fino alla separazione) si merita anche perchè fondamentalmente è una brava persona, anche se è uno stronzo. Lei non la conosco abbastanza, so solo che è una stronza colossale, ma ho capito che nella vita, più sei carogna e più culo hai.
Il punto è che per anni, dopo la separazione, mia madre ad intervalli regolari mi diceva "Vedrai che lui avrà figli prima di te!" e al tempo nemmeno aveva una donna.
Come se scegliere di avere o meno figli, dipendesse da me.
Era l'unica cosa che speravo non accadesse, anche se loro non c'entrano nulla con me.
Lo so che nella vita non bisogna mai guardare dove sono arrivate le persone rispetto a noi, perchè non sabbiamo come e cos'abbiano fatto per arrivarci, ma io sono una spettatrice esterna, che conosce fin troppo bene la sua vita, le cose che ha ottenuto senza il minimo sforzo.
Mio marito ha cercato di consolarmi, dicendomi che magari anche loro hanno fatto la Fivet.... ma alla fine sorella, cosa può importare come ci sono arrivati? Il punto è che lei ha 4 anni più di me, ed è arrivata dove io non sono riuscita in ormai 11 anni di vita.
Che hanno una casa che ho arredato io con amore, la cucina dei miei sogni che mi è costata anni di risparmi, ma che è rimasta là, entrambi un lavoro ben pagato (beh lei è piena di soldi da far schifo e ha uno studio da commercialista... non dico altro), viaggi, vacanze, auto nuove e ora anche un bambino, tutte cose che evidentemente non mi merito e non mi sono mai meritata.
Che quando due persone si lasciano, si pensa che quella che si è comportata peggio, avrà meno dalla vita, come una sorta di castigo, invece non è così cara sorella, perchè lui ha avuto ogni cosa, senza il minimo sforzo (e ti ricordo che ste cose le so perchè ho una fonte ufficiale!) a me sono rimasti i debiti e una fune tesa su cui camminare in equilibrio....
Io ringrazio solo di aver trovato mio marito, che è l'unica cosa immensamente migliore che ho rispetto al resto del mondo, ma a conti fatti.... sono stata una pessima moglie la prima vota, che non sono nemmeno riuscita a fare un bambino e, nonostante combatta contro un destino che mi è avverso, continuo ad essere quella che ero.
Odio tutta l'umanità e so che tu sai cosa intendo.... Odio le persone che s'impicciano, odio chi non fa che chiedere "E allora quando tocca a voi???", odio chi mi dice "E voi sti bambini.... guardate che dovete sbrigarvi eh!", odio chi è in attesa, chi ha una schifosa felicità perchè è appena diventato genitore, odio chi ha una casa, chi ha un lavoro pagato, chi viaggia, chi va a fare shopping senza un pensiero al mondo, odio i ragazzini felici, odio i vicini di casa chiassosi.... odio tutto e tutti  in questo momento.
Si lo ammetto, la mia è una schifosissima invidia per le persone che ottengono le cose in modo ovvio e naturale e io ho sempre dovuto combattere, senza vincere mai una volta e comincio ad essere stanca.
Ecco perchè non volevo fare questa cosa.... perchè ci ho messo anni e anni a costruirmi un muro contro il desiderio di diventare mamma, perchè per anni ho ingoiato le lacrime quando le persone facevano domande indiscrete e ficcanaso, quando ero sempre io quella che portava una tutina o un mazzo di fiori e mai il contrario. Avevo messo su una specie di corazza, che mi difendeva dal dolore e dalla sfortuna di non avere la possibilità di avere un bambino. Che gli eventi esterni rimbalzavano su questo muro di gomma e io riuscivo a sorridere e ad essere comunque felice per chi questo obiettivo lo raggiungeva pacificamente.
Con questa cosa, mi si è aperta una breccia e tutto il dolore che ho cautamente evitato in questi anni, quando dentro di me dicevo "A me non è successo e non succederà mai, ma la vita è bella comunque!" e stavo bene, mi sta esplodendo dentro.... perchè c'è una cosa che fa più male delle pugnalate... ed è la speranza.

45 commenti:

  1. Vorrei trovare una cosa giusta da dire ma non ci riesco... mi limito a mandarti un abbraccio... stretto stretto però!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Silvia, è più che sufficiente!

      Elimina
  2. Io voglio continuare a sperare nella forza di Anacleto, Rolando e Pancrazio!! Voglio con tutta me stessa!
    Ed anche io ti lascio un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti me li coccolo, sperando che siano ancora lì. Ad ogni modo non si saprà nulla di concreto fino a lunedì prossimo. Grazie tesoro!

      Elimina
  3. E' difficile trovare parole per consolare la tua pena, forse nessuno le può trovare, l'unica consolazione forse te la può dare solo tuo marito. Spero davvero che le tue paure siano rimaste tali e che non sia successo quello che paventi. Ti abbraccio e ti mando una carezza live. Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Gil, mio marito è la mia roccia. Più che altro perchè immagina che sono più di 20 gg che mi coccola e accudisce e non sono sempre stata facile da gestire. Speriamo che vada tutto bene...

      Elimina
  4. Libby, capisco (o forse posso solo immaginare) lo sconforto, la paura, ma la speranza è la cosa che ci fa andare avanti, che ci permette di costruirci un futuro più accettabile, vedendo il presente migliore, altrimenti faranno schifo presente e futuro! Lo so che ci sono persone a cui sembra vada tutto bene, indipendentemente dal male che fanno, ma io resto convinta che tutto torna, nella vita.. magari ecco, non torna istantaneamente, ma una giustizia divina c'è, e continuiamo a crederci, dai!!! Ti abbraccio forte!! P.S. Detto questo io odio, odio ODIO la gente che si permette di parlare quando dovrebbe solo farsi gli affari propri!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho fatto errori e li ho pagati fino all'ultimo!! Ma pare che sia toccato solo a me. A dirla tutta, se il matrimonio è andato in vacca, è stato per l'80% a causa di mia suocera e lo scemo che ho sposato non ha fatto NIENTE per metterci una pezza, quindi ritengo che anche lui dovesse pagare e cari i suoi errori! A quanto pare però a pagare sono sempre gli stessi. Mi ha lasciata nella merda quando non avevo nemmeno un lavoro e non s'è fatto scrupoli a mettermela nel di dietro davanti all'avvocato!! Non gli ho mai augurato del male, non lo farei mai, ma cazzo nemmeno che gli vada sempre costantemente tutto bene. Avrei da dirne talmente tante che mi trattengo! Ad ogni modo, spero tanto che vada tutto bene a me, del resto me ne frego! ...più o meno!

      Elimina
  5. Cara Libby, ti leggo sempre ma non commento molto, per prima cosa ti mando un abbraccio forte forte e cerca di stare il più tranquilla e serena possibile le emozioni negative non fanno bene in questa situazione. non guardare con invidia a cosa hanno gli altri ma guarda le cose belle della tua vita hai un marito che ti ama ed è sempre al tuo fianco (cosa non da tutti) hai i tuoi genitori degli amici veri (meglio pochi ma buoni). la vita con una mano ti da e con l'altra ti toglie, stringiti forte alla cose belle e sii positiva.
    ti mando tutta la positività del mondo, mi piacerebbe scriverti in pvt, come posso fare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sun... quello che dici è assolutamente giusto, ma l'altra sera sinceramente mi sono venuti i cinque minuti. Sai quelle ondate di rabbia e disperazione che ti vien voglia di spaccare tutto???
      Ecco sono ondate che non riesco a trattenere e a convertire in pensieri positivi e allora preferisco sfogarli, oggi sto meglio, decisamente. Penso per me e per mio marito....
      Scrivimi qui... Verika74@gmail.com!!! :-D

      Elimina
  6. Non so se conta qualcosa dirti che ti penso ogni giorno, che anche ieri che non ci siamo sentite mi domandavo come ti stava andando....io non voglio nemmeno prendere in considerazione la cosa più brutta. Voglio continuare a credere che presto arriverà la bella notizia, voglio essere ottimista.
    Al diavolo tutto il resto e soprattutto al diavolo chi parla sempre a sproposito. Un abbraccio grande

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono viva e sto bene Luna cara... solo che non sempre sto al pc, anche perchè mi sono messa al lavoro con i bijoux, che qui il Progetto Blogger è in standby da un pezzo. Sostanzialmente oggi mi rendo conto che non me ne frega un tubo di cosa fa e non fa il mio ex, però è un brutto momento... no, non brutto, difficile per me e non volevo sapere ste cose. Che poi sai che ne abbiamo parlato tanto, pare vada sempre tutto bene, agli altri!!!

      Elimina
  7. Ciao Libby,
    sicuramente c'è la giustizia divina ma ha i suoi tempi. Preferisco quella sommaria e fai da te......
    Tenete duro.
    Stefano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Stefano, anche io preferisco quella fai da te. Ma quella povera creatura... non è colpa sua se ha un padre senza coglioni no?
      Penserò più a me che non è di sicuro temo perso!!
      Un bacione caro.

      Elimina
  8. Libby scusami tanto per la mail che ti ho mandato in risposta al tuo commento. Purtroppo non avevo ancora fatto il giro dei blog e non sapevo del tuo sconforto. Che dire? Niente banalità, sei incavolata nera e ne hai tutte le ragioni! Il mondo non è un posto giusto, bisogna solo cercare di sopravvivere nel migliore dei modi, ma certe volte è davvero dura.
    Ti abbraccio carissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Monica, non ho ancora visto la mail a dire il vero... ma ti ringrazio tanto. La rabbia è passata, mi rendo conto che i problemi sono altri e che la vita va avanti, le persone non possono aspettare me e i miei tempi, ti pare? Ho come l'impressione di essere stata solo un peso per lui e non ne ha fatto segreto. Però se devo guardare un lato positivo... anche io ho trovato l'amore della mia vita. :-D

      Elimina
  9. Cara Libby, siamo tutti a fare il tifo per te e per voi.... immagino non sia facile ma cerca di stare tranquilla. un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nicky, ti ringrazio. Onestamente dopo la disperazione e la rabbia... non ci ho più pensato! Speriamo che Anacleto, Pancrazio e Rolando facciano i bravi! ^_^

      Elimina
  10. Mi auguro che tu abbia buone notizie... Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nessuna notizia ancora... lunedì prossimo vedremo.... :D

      Elimina
  11. solo un abbraccio forte forte e la speranza che il tuo sogno vinca su tutto
    Grazia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille cara amica creativa.... non ci crederai, ma la creatività mi sta dando un ottimo spunto per distrarmi. E intanto produco!

      Elimina
  12. io taccio perchè in questi momenti, ogni parola è superflua... ma ti abbraccio forte forte, questo si! Forza Anacleto, Pancrazio e Rolando, forzaaaa!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheheh grazie Sonia, ti ringraziano anche loro, lo sento!

      Elimina
  13. Spero solo che tu non pensi veramente quello che hai scritto....
    ogni persona si merita il meglio dalla vita e non è giusto che tu pensi di non meritare quello che hanno gli altri. O peggio, quello che hai tu! Hai un marito al tuo fianco, hai un tetto sopra la testa e hai una cucina (anche se non quella che avevi prima) dove cucinare tante cose buone.
    Per quello che scrivi e per i tuoi pensieri si capisce al volo che sei una brava persona ed è per questo che ripeto... non pensare di non meritare quello che hai o che vuoi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Beky, ti ringrazio per le belle parole... forse non penso davvero quello che ho scritto, ma sai che nei momenti di sconforto si vede tutto nero vero? Ecco, io non sono una che scrive o fa vedere di se stessa solo i punti di luce, ma un po' tutto, dal dramma di una scoperta alle cavolate che compro al supermercato. Come ho messo in altri commenti.... così veloce è arrivato lo squarcio e tanto velocemente mi sono ripresa e vado per la mia strada col mio bel marito. Vada come vada, lui è con me.

      Elimina
  14. devi essere più positiva, la positività fa miracoli nel corpo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti oggi svuoto gli armadi e butto tutta la roba vecchia per fare posto alla nuova... questo è molto positivo... vero? Grazie cara.

      Elimina
  15. Cara Libby, li conosco anche io quelli che han tutto e tutto facile e fan sembrare che tutto sia ovviamente facile, facendoti sentire sfigati, sbagliato, diverso. Ne ho intorno un sacco.
    È così, ci sono, e, o fai parte di quel gruppo o non ne fai parte. Aggrappati a tuo marito che è la tua ricchezza più grande: una ricchezza così basta a riempire tutto un cuore! Tieni duro, non sei sola! Abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Liz, che bel commento.... grazie di cuore!

      Elimina
  16. FORZA LIBBY...................NON PERDERE LA SPERANZA!

    RispondiElimina
  17. L'unica cosa che mi sento di fare è mandarti un grosso, grossissimo abbraccio virtuale!!!!

    RispondiElimina
  18. per quello che stai vivendo ora posso solo dire di non perdere la speranza di essere mamma e che vorrei coccolarti anche io!

    per gli imbecilli che chiedono: "ma voi figli non ancora?"
    io rispondo con un sorriso a 100 denti: "noi non ne avremo!" in tono molto secco e deciso, ma dentro ho un pugno nello stomaco che vaga senza fermarsi.
    io non sarò mamma, ma il desiderio c'è........

    vi auguro ogni bene :)

    RispondiElimina
  19. Ti prego esci dalla spirale del confronto. Apparentemente a loro va bene tutto: hanno avuto facilmente tutto quello che vorresti tu e l'otterrai combattendo colpo su colpo. Però in fondo non sai cosa ci sia di vero dietro bella facciata, o cosa ci sarà in seguito.
    Un abbraccio fortissimo.

    RispondiElimina
  20. Non è certo un bel momento per conoscerci, e non troppo nemmeno le parole adatte a un momento come questo, forse perché semplicemente non ce ne sono.. Posso solo mandarti un forte abbraccio..

    RispondiElimina

Le vostre perle...