giovedì 13 settembre 2012

C'era una volta...

Sono giornate strane queste, sembrano ferme perchè le ore faticano a passare, ma in realtà in un attimo arriva il fine settimana e poi un nuovo inizio.
Non posso dire di essere positiva e allegra, e me ne rendo conto perchè in tanti anni non mi era mai successo di svegliarmi prima delle 6 col pensiero di "come cazzo farò a pagare il mutuo? Il meccanico? ecc ecc".
Certo no, non stiamo morendo di fame, ma credo i miei siano pensieri ovvi e incondizionati, nel senso che non sono io che ci penso, sono loro che fanno capolino.
Questa sensazione di malessere costante, mi fa capire che, anche se cerco di procedere con la mia vita di sempre, qualcosa mi indispone e mi preoccupa e per quanto io pensi positivo, i conti son sempre lì a ricordarmi che sono da pagare e che qui, al lavoro, non c'è l'ombra della paga da 2 mesi!

Così, per come insegna la Legge di Attrazione, bisogna convertire questi pensieri brutti, che attraggono altri pensieri brutti, in pensieri che mi facciano sentire serena e in pace con me stessa, in modo da attrarre altri pensieri simili e vedere come il brutto diventa bello e sereno.
Così oggi vi faccio una sorpresa... si fa per dire ovvio... ahahahah vi faccio vedere la Libby da piccola!

Questa prima foto è del 1975, ero a casa della mia nonna paterna e questo giovanotto è mio zio, che oggi è alto quasi due metri ed ha passato i 40 da un decennio ahahahah!


Già allora andavo matta per la pizza e, proprio come oggi, adoro il bordo, specie se è croccantino!!

In quest'altra sono con la mia mamma al mare in Jugoslavia. La mia mamma era una super gnocca eh, e anche il mio papà! Anzi lui aveva pure i capelli lunghi e girava con gli stivali con la punta e i pantaloni bianchi attillati! In questa foto avevo 3 anni e la mia mamma 20!


Nella foto qui sotto sono con le mie cugine da parte di papà, io sono quella con la giacca rossa e la faccia perplessa. Di tutte queste meravigliose creature, parlo solo con l'ultima a destra, la cugina più grande della famiglia e il quarto da sinistra, mio cugino maschio, il più gnocco del paese e non sono l'unica a dirlo, fidatevi!!! Con le altre.... mah, ignoranza famigliare e per cazzi dei genitori han smesso pure di salutarmi... pace e bene.


Quest'ultima è una delle mie preferite.... ero al mare a Porto Recanati nel 1978/79 credo, non portavo ancora gli occhiali e non sapevo ancora come girava il mondo, ma quanto mi sono divertita quegli anni con i mei.


Da piccina ero talmente bionda con questi occhioni blu, che ovunque andassi, mi scambiavano per tedesca e mi parlavano in tedesco. Io li guardavo sbigottita e rispondevo in dialetto veneto! Ahahaah!
Mia mamma mi racconta che dopo 15 minuti che arrivavo in campeggio, mentre loro montavano la tenda, io conoscevo già tutti e tutti mi salutavano e mi chiamavano per nome. Così mia mamma mi diceva "ma scusa... chi è quella signora?" e io, quasi sorpresa le rispondevo "Ma mamma è la signora Lina della piazzola 123, ha un cane che si chiama Pongo e a casa pure un gatto!"... insomma sapevo i cazzi di tutti nel giro di mezz'ora.

Erano gli anni in cui non ti preoccupavi che ti rapissero un figlio o che te lo violentasse un pedofilo, erano gli anni che, anche se quella bambina non era tua figlia, se si faceva male o si perdeva, la andavi ad aiutare, senza la paura che qualcuno ti prendesse per maniaco. Erano gli anni in cui gli stranieri e le persone di colore erano talmente poche che non spaventavano e non preoccupavano nessuno. Gli anni dei falò sulla spiaggia, gli anni delle grigliate sotto gli alberi, gli anni in cui facevi amicizia coi vicini di tenda e per tutta la via si allestivano tavolate di persone che poi non avresti rivisto mai più, ma con cui si era generosi a prescindere.

Erano gli anni di quando ero bambina io e non avevo neanche un pensiero al mondo, gli anni in cui imparai a nuotare senza braccioli e in cui mio papà mi portava al largo, dove non toccavo, dove il mare sotto di me era nero come il petrolio e io non avevo paura e tornavo a riva battendo i piedi come un'ossessa, col sorriso sdentato, mentre mia mamma mi aspettava sul bagnasciuga con l'asciugamano.

Aaaah che anni ragazze che anni.

E voi, li avete avuti questi anni bellissimi? Sono sicura di si, magari in modo diverso ma tutti li hanno avuti, per forza!!!

Vs Libby



33 commenti:

  1. urca se li ho avuti, tanti anni bellissimi spensierati in bicicletta senza casco e altre menate. Per fare un esempio della sempicità del periodo. Tu spettacolo, i tuoi pure, caspita a 17 anni tua mamma era mamma wow!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siii la mia mamma mi ha avuta a 17 anni e il mio papà ne aveva 19. Mi dicono che siano stati gli anni più belli e spensierati della loro vita, nonostante io fossi piccola e loro giovanissimi, perchè prendevano tutto, anche i problemi, con la spensieratezza della gioventù!

      Elimina
  2. Credo che tutti abbiamo avuto questi momenti, così come io ora cerco di farli avere a mia figlia...uscite, feste con amichetti, mare e sole (quest'anno ha pure imparato a nuotare con mia immensa gioia :)) ). Sarebbe bello se tutto restasse sempre così ovattato e magico, ma si sa che non è così xchè la vita ti porta sempre difficoltà e solo a volte qualche gioia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si è vero, forse è per quello che ci impegniamo tanto a dare ai nostri figli il massimo della serenità (si io non ho figli, ma credo tu abbia capito cosa intendo no?), proprio perchè sulla nostra pelle sappiamo che la spensieratezza è di passaggio e ci abbandona, lasciando spazio ai conti, al lavoro, alla poca salute in alcuni casi. Però è bello sapere di averli avuti a nostra volta no?

      Elimina
    2. Capisco perfettamente quello che tu vuoi dire...fino a che posso cerco di farla vivere in quel mondo, poi...diventerà grande pure lei (e io vecchia ricorderò questi bei momenti :) )e affronterà la vita come la stiamo affrontando adesso noi, anzi spero meglio!!!!!!!!

      Elimina
    3. Speriamo nel meglio per i ragazzi a venire, che qualcuno ora decide di non fare figli perchè il mondo va come va. Speriamo che le future generazioni siano caparbie come quelle di un tempo!

      Elimina
  3. eh si li ho avuti anch'io quegli anni bellissimi e spensierati.
    Anni in cui bastava poco per divertirsi, che bei ricordi!!!
    Oggi abbiamo molte preoccupazioni che gravano su di noi, ma cerchiamo di far nascere sempre momenti sereni da ricordare....ce la possiamo fare :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo che si, peccato che i ragazzi di oggi non sappiano apprezzare il divertimento di giocare col nulla.... sempre alla ricerca di cose che non hanno, pur avendone migliaia!

      Elimina
  4. sospirone....
    si
    direi che magari in Yugoslavia eravamo nello stesso campeggio :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Può essere, non è che negli anni '70 ce ne fossero poi tanti eh!

      Elimina
    2. Vero! Noi andavamo spesso all'isola di Pag...ricordo dovevamo portarci il caffè da casa, perchè li non si trovava...

      Elimina
  5. Eh... se pensi a quante cose facevamo noi senza che nessuno si preoccupasse tanto di strada, macchine etc etc...Però non credo che le cose non avenissero all'epoca, credo solo che all'epoca l'informazione tralasciasse questi argomenti (insomma, non c'era Studio Aperto). Se ci pensi, erano gli anni del terrorismo, delle bombe, delle stragi...mia mamma mi dice che quando sentì la notizia dell'uccisione di Moro, pensò: ma in che mondo la faccio crescere questa figlia?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, in effetti hai ragione, c'era meno informazione, meno epidemia di terrore dettato da radio e tv, ma in effetti non era un periodo propriamente sereno, eravamo noi a viverlo così in quanto bambine. Perchè a pensarci bene, furono gli anni in cui un vecchio porco stazionava davanti alla palazzina dove abitavo con altri 6/7 bambini della mia età, e, oggi lo so ma allora no, si faceva le seghe davanti a noi, in macchina con i finestrini aperti e ci chiamava per guardare... solo che allora nell'ingenuità mi faceva solo tanto ridere!

      Elimina
    2. anche da noi c'era il maniaco vecchio bavoso! Quando lo raccontammo in classe, la prof ci disse di smetterla di dire cavolate!

      Elimina
  6. Eeeeeeeeeeh sì!! In realtà forse non era il periodo ad essere particolarmente spensierato, quanto invece noi che, per definizione essendo bambini, vivevamo tutto come un gioco, visto che per fortuna non avevamo i problemi degli adulti ed il nostro unico obbligo era andare a scuola, perché per il resto non c'era che il gioco ed il divertimento... Eri proprio carina da piccola (non che ora tu non lo sia, eh!!)!!! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si infatti è un po' quello che scrivevo in un commento poco più su. Il periodo era bello perchè eravamo bambini, come sarà bello questo per i bambini di adesso.
      Si hai detto bene ERO carina ahahahah!

      Elimina
    2. E meno male che ho precisato che non è che tu ora non lo sia!!!!!!! :-)

      Elimina
  7. che carina! Una bambina con lo sguardo furbetto, non c'è che dire! Però io non penso che ai tempi in cui eravamo bambini fosse tutto meglio che ora, magari non c'era la paura dei pedofili ma mi ricordo anni di rapimenti e paura del terrorismo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si infatti, era proprio il fatto di viverla da bambini! Tutti i mali del mondo venivano filtrati dalla nostra innocenza e da genitori che ci proteggevano proprio come adesso.

      Elimina
  8. Uhhhhhh l'ultima foto me la ricordo e so che è la tua preferita perchè già un'altra volta in un momento di sconforto l'hai ripescata perchè ti ricorda tanti bei momenti. Certo che li ho vissuti anch'io quegli anni della spensieratezza anche se non posso dire che in quegli anni non avessi momenti di dolore. Sofferenze di bimba ma sempre di sofferenze si tratta, credo che ogni età porti con se tante belle cose e tanti momenti difficili, il tempo offusca solitamente i momenti brutti e lascia solo la malinconia per quelli belli. Tornerei indietro a quegli anni? Forse si ma anche no, perchè poi con gli anni ho trovato il mio riscatto rispetto a tante cose successe da piccola per cui.....sono la persona che sono per quello che ho vissuto e siccome non cambierei una virgola non mi interessa tornare indietro......
    Eppoi non credo neanche che il mondo d'oggi sia tanto peggiorato, se pensi che ai nostri tempi c'erano gli anni di Piombo, dove potevi saltare per aria andando a prendere un treno.....mah.....non so quanto più sicuro era del giorno d'oggi.....forse c'è solo più informazione e certe cose ora si sanno una volta si taceva.....però ti dico....la vita di campeggio non è cambiata eh, te lo garantisco io che quest'anno ho conosciuto anche il cane del pignattaro in campeggio....peccato non essere rimasti di più altrimenti una grigliatina alla toscana in compagnia ci stava tutta!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si in effetti penso che anche tu, come le altre, abbiate ragione sul fatto che magari i tempi non erano migliori in termini di disagi, ma solo più "ignoranti". E' solo che eravamo bambini e le cose erano tutte colorate senza un briciolo di nero. Certo, non per tutti, perchè so che te come altre, non ve la siete passata sempre benissimo, io sono tra le fortunate che ha vissuto tutto con assoluta spensieratezza. Poi ogni età ha le sue cose belle e le ricordo con malinconia tutte.

      Elimina
  9. Sì che li abbiamo avuti, figurati! Erano anni spensierati! Dove i problemi... cosa? Problemi?? Che voleva dire la parola "problemi"?
    Anni che purtroppo non torneranno più!
    Sono molto belle le tue foto! E tua mamma, davvero, era stragnocca! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah si me lo dicono tutti che era una bellissima ragazza. Non che ora non sia bella eh, ma il tempo passa per tutti.

      Elimina
  10. Uh Libby oggi c'ho una maliconia addosso...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non me lo dire.... sogno un po' di pace e si superficialità!

      Elimina
  11. mi fai morire nell'ultima!!!!!!!!!!!! che faccia! hai lo stesso sguardo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahaahah.... eh si sono io in miniatura!

      Elimina
  12. Ah ah che carine le foto che hai messo. Condivido quello già scritto dalle altre il tempo cancella un po' le esperienze poco piacevoli. Però io alla fine sono contenta così. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh si.... alla fine si cerca di ricordare il meglio!

      Elimina
  13. Che bei ricordi! I tuoi genitori sono più giovani dei miei :)
    Hai letto Cosa tiene accese le stelle di Calabresi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No... ma il titolo è carino, di che parla?

      Elimina
    2. Un tir grazie!!! ahahahah!

      Elimina

Le vostre perle...