lunedì 26 marzo 2012

Per qualche giorno...

Tra qualche giorno, come promesso, vi racconto come sono diventata la signora J.

Per qualche giorno però non ci sarò. Io e mio marito partiamo domani per la Slovenia, una luna di miele piccola piccola e organizzata all'ultimo momento. Ci facciamo 4 giorni alle terme in totale relax, tra coccole e tanto ammoooore!

Sono sicura che mi perdonerete l'assenza. Vero?

C'è una cosa che voglio dirvi prima di salutarvi.... non è vero che due persone che convivono non trovano differenze dopo il matrimonio. Io, fiera sostenitrice del "Il matrimonio lo facciamo come proforma... non cambia nulla..." vi assicuro che non è così. Se possibile sono innamorata di Dr J ancor più di prima e sentirmi totalmente e profondamente sua, mi ha fatto capire che abbiamo fatto la cosa giusta.

Ringrazio tutte voi perché siete state con me ogni minuto prima, dopo e durante il matrimonio, vi ho sentite vicine per tutto il tempo. Siete per me una grande famiglia virtuale... grazie.


Libby al lavoro....


Ciao care ragazze, ci leggiamo presto....

Vs Sig.ra J


Anteprima....

Vi ho promesso foto e racconto.... intanto vi anticipo questa... poi prometto dettagli appena ho tempo!!!



Ah.... eravate tutte con me!

Vs Sig.ra J

sabato 24 marzo 2012

24.03.2012

GRAZIE INFINITE A TUTTE... 



...OGGI, IN UN GIORNO COSI' IMPORTANTE,
OGNUNA DI VOI SARA' CON ME,
PROMESSO!

Vs Libby


venerdì 23 marzo 2012

E quanto bene ci vede la sfiga!

No vabbè davvero... ieri l'ho pensato... dove sono le telecamere di Candid Camera?

Ok partiamo dall'inizio.
Come vi dicevo ieri mattina sono stata alla prova trucco. A truccarmi è mia cugina di secondo grado, che nel mio Paese Natale ha una bella profumeria. Tra una chiacchiera e l'altra mi ha truccata che alla fine sembravo quasi figa ahahaha! Ovviamente la cosa è durata un paio d'ore.... crema idratante, fondotinta, contorno occhi, correttore e altre diavolerie di cui non conosco l'uso. Quel che so è che alla fine ero carinissima, con gli occhi truccati in modo differente e mezza bocca rossa e mezza naturale ahahhaah!
Ma abbiamo deciso eh... un trucco nocciola e dorato per i miei occhi azzurri, ho deciso di cambiare il rossetto rosso fuoco che mi aveva messo, con un più semplice lucidalabbra rosso, un po' più tenue e più per me diciamo.
Tutto pronto quindi dal lato estetico.

Nel pomeriggio, dopo aver pranzato a casa dei miei, sono andata a fare l'ultima prova abito per poi portarlo a casa di mamma e papà, pronto per l'uso.
E qui il primo motivo di scazzo!
Premetto che in questo posto sono stata a prendere l'abito anche la prima volta e che ho portato anche il mio ex marito, oltre che Dr J!
Al momento di pagare mi sono stati aggiunti 180 euro per un coprispalle che da accordi doveva essere compreso nel conto dell'abito, inutile farlo presente alla tizia, visto che non era stata lei a seguirmi... alla fine insomma la camicia data in omaggio a Dr J, con i gemelli e i 20 € di sconto per le sue scarpe, li hanno fatti pagare a me. Sinceramente avrei voluto contestare e puntare i piedi, ma a che scopo? A parte farle notare che gli accordi erano differenti, ho preferito soprassedere, a due giorni dal matrimonio non avevo voglia di incazzarmi, anche se alla fine ho pure perso il telefono (e ritrovato) e mi son venuti i 5 minuti. Ho trovato la cosa davvero poco professionale se calcolate che grazie a me han venduto ben 4 abiti e che non mi sono stati scontati nemmeno 5 centesimi. Ho pagato tutto, anche quello che han scontato a Dr J!

Rientrata a casa ho avuto il tempo di terminare due cose e poi sono ripartita con Dr J per la prova e ritiro del suo abito, che ora sta ben appeso all'anta dell'armadio!

Di corsa al supermercato, abbiamo acquistato una quintalata di caramelle con cui ho preparato dei sacchettini da regalare ai bambini (con buona pace delle loro madri!) mentre i genitori aprono le bomboniere.
Arrivati a casa abbiamo dovuto terminare le ultime cose (tipo il Tableu) alla velocità della luce, visto che avevamo da portare tutto al ristorante. Onestamente ero stanca morta, ero in piedi dalle 6 e mi ero seduta 20 minuti a pranzo, girando per il resto del tempo a destra e a sinistra.
Arriva una telefonata....

Il fratello di Dr J è in ospedale! Uscendo dal lavoro, gli è crollata in testa una scala, che gli ha fracassato il cranio. Non si sa come stia, non si sa niente. Giro di telefonate, il terrore negli occhi, ansia e pensiero.
Finiamo tutto e voliamo al ristorante, dove lasciamo tutto dimenticandoci il Guest Book della Pink a casa.... ma porc.... e poi di corsa in ospedale, dove siamo rimasti fino alle 22... senza aver cenato!!!

Mio cognato era relegato in una stanzetta in fondo al corridoio, l'ospedale sta per essere chiuso e trasferito, quindi era in stanza da solo. Ha 5 punti in testa e ha pure rotto gli occhiali, ma sta bene... insomma per quanto possa star bene uno a cui è crollata sulla testa una scala da 4 mt, con una frattura alla prima vertebra del collo e un bel collare!
Povero ragazzo... diciamo che è andata davvero molto bene, poteva aprirsi la testa in due o rompersi l'osso del collo, però cazzo, non si può mai star tranquilli qui eh!

Abbiamo cenato al bar di un'amica che fa un ottima bruschetta, dove abbiamo trovato anche i nostri amici (senza donne ehehehe), sfiniti siamo poi tornati a casa e siamo crollati sul letto!

Stamattina sono stata svegliata alle 6 e 03 (ho dormito tre minuti in più di ieri) dai dolori alla pancia, si perché nonostante qualcuno mi abbia detto che dall'ansia per il matrimonio, il ciclo non sarebbe arrivato, è arrivato eccome, puntualissimo e dolorosissimo come sempre! Se vogliamo vedere il lato positivo... meglio che sia oggi il primo giorno che domani!!!

SI no ecco... che io DOMANI MI SPOSO!!!!


...e per l'ultima volta...
Vs Libby "single"!

giovedì 22 marzo 2012

- 2

Che io non sia del tutto equilibrata lo avevate capito, ma l'avvicinarsi del grande giorno ha la tendenza a farmi peggiorare.

Ieri è stata una giornata lavorativa piuttosto impegnativa, ho dovuto preparare tutte cartelline con le cose da fare, per il Messia, che sicuramente combinerà qualche casino, ma non importa.
Prima di andarsene mi ha pure fatto tanti auguri e mi ha anche baciata, l'omino. Mi ha detto di divertirmi tanto e si è scusato di nuovo per aver deciso di non venire.... Dai tutto sommato sa anche essere educato no?

Arrivata a casa già stanca, ho aiutato Dr J a portare all'Eco-stazione i rimasugli della siepe, che stazionavano in giardino, poi ci siamo messi al lavoro.
Ve la faccio breve.... ho finito tutto, ma ci ho impiegato un tempo infinito. Credo di aver finito verso mezzanotte, poi sono crollata semi svenuta sul divano, mentre Dr J tagliava gli ultimi biglietti per il tableu.
Ovviamente una volta andata a letto, non avevo nemmeno sonno anche se ero stanchissima.
Questa mattina alle 6 ero sveglia, ed eccomi qui alle 7.30 già a scrivere il post, dopo aver cominciato a segnare su un foglio le cose che mancano o che sono da sistemare.



Ad esempio... il tableu è pronto (si circa...) ma come mi sono svegliata m'è venuta in mente una cosa.... Renato, il musicista, mica l'ho contato come posto a sedere.... cazzarola. Oggi devo ricordarmi di dirlo al ristorante. Non comparirà nel tableu, ma essendo un ospite a metà (nel senso che arriva durante la piccola pausa che faremo) lo faccio poi sedere al tavolo con i miei, visto che sono buoni amici.

Alle 9 stamattina vado alla prova trucco, per una volta sarò gnocca pure io ahahahah, quindi se commentate e non rispondo subito, abbiate fede, che poi vi racconto come abbiamo deciso di impiastricciarmi la faccia ok? Poi alle 14.30 prova abito e consegna (odddioooooo che emozione!!). L'abito poi andrà dritto a casa dei miei, pronto per sabato.
Ore 16.30, prova abito per Dr J e ovviamente consegna.
Poi ...ristorante!

Arf arf.... arriveremo anche a stasera eh! Magari riesco pure a riposare!!!

Vabbè, vado a fare il caffè al mio futuro marito che sta per andare al lavoro...

Vi lovvo.

Vs Libby

mercoledì 21 marzo 2012

- 3 al veleno!

Io credo che se ieri sera fossi stata sposata, avrei chiesto il divorzio!!!

Sono una dall'incazzatura facile, ma dall'infinita pazienza, ma ieri sera l'ho persa definitivamente!!!

Dr J mi raggiunge alle 18, al centro dove mi rimettono a nuovo le mani, gli chiedo cos'ha fatto nel pomeriggio e mi risponde la solita simpatica cosa: NIENTE!

"Ecco amore, forse è il caso che vai avanti a finirmi le scatole e a ritagliare i bigliettini che mancano no? Poi potresti cominciare ad impagniare i biglietti per il tableu, che poi quando arrivo vediamo come impostarlo insieme... Così mentre tu fai questa cosa, io finisco ste bomboniere, che sono diventate più lunghe del vangelo!"

"....mm mm!" (traduzione per i non udenti... "Si si").

Ore 19.50 arrivo a casa, viene alla porta e mi guarda le mani... "Ma cos'hai fatto??????? "
"Perchè scusa che problema hai?"
"Ma non avevi detto che ti saresti fatto le unghie con i ghirigori rossi?"
"Si ma siccome il colore era più bordeux che rosso, ho cambiato idea!"
La sua faccia era tra lo schifato e il deluso.... tengo a precisare che non ho le unghie blu.... ho un normalissimo french gesso e due brillantini rossi sul pollice e l'anulare!!! Semplice ed elegante.
Mi guarda di nuovo le mani "Ma ti starà bene col vestito?".
"Che cazzo, il vestito è rosso, mica potevo farmi pure le unghie rosse no??? Starà benissimo tu non ti preoccupare.....! Mai una volta che tu mi dica qualcosa di carino eh."
Torna scocciato in cameretta e io lo seguo... poi faccio LA domanda "Mi hai finito le scatole e i coperchi?"
Lui smanetta col computer e mi dice: "NO!".

Ecco in quel momento sono entrata in modalità Ienaincazzatacomeunabisciarabbiosa ON!
Non c'ho più visto. A parte avergliene dette anche per il culo, avere alzato il volume della voce oltre i decibel consentiti per legge, ho preso la decisione di non fare più un cazzo! Eh no, basta, io corro, faccio i salti mortali, cerco di organizzare tutto nei dettagli perchè tutto s'incastri alla perfezione, per non perdere tempo e lui che fa? Come sempre se la prende con comodo.... in relax, che tanto sto io sveglia stanotte a finire le cose che ci sono da finire, visto che DOMANI dobbiamo portare tutto al ristorante!!!
VENTI scatole eh, non 500... per 20 scatole ci abbiamo messo oltre un mese!

Così alle 20 mi sono guardata il TG 5 e poi ho preparato la cena (per me, visto che lui era troppo offeso per mangiare e per rivolgermi la parola)... solo che poi deve essersi sentito in colpa, credo di avergli detto che capisco come mai le sue cognate sono delle stronze con i mariti, perchè se i mariti sono come lui.... devo diventare stronza pure io (e non faccio molta fatica eh, credetemi!). Così è tornato in cucina con la testa bassa e la faccia in modalità RUFFIANO, chiedendomi se preparo anche per lui qualcosa da mangiare.
Abbiamo cenato nel silenzio più totale, che poi a me perchè passi un'incazzatura del genere ce ne vuole eh!

Ho passato la serata a finire i sacchettini per i suoi colleghi e lui a finire ste benedette scatole.

Oggi è il mio ultimo giorno di lavoro, domani ho appuntamento alle 9 per la prova trucco e alle 14.30 per prova e ritiro abito. Alle 16.30 prova e ritiro abito di Dr J e poi andremo a portare tutto al ristorante. Forse, e ripeto forse, venerdì riuscirò a riposarmi e a pulire casa.....
Mancano 3 giorni.... mi sembrano tanti, e anche pochi, visto le cose ancora in sospeso!!!

Vi terrò aggiornate per quanto possibile, promesso...

Vs Libby!

martedì 20 marzo 2012

Cosa mi aspetta...

Quando decidi di andare a vivere con una persona, sai che ci saranno cose che non sopporterai di lei... col passare dei giorni, delle settimane e dei mesi, ti rendi conto che ci sono atteggiamenti e abitudini che ti trasformano in una specie di arpia, ma nonostante ciò, decidi di andare avanti.

Ci sono alcune piccole, insignificanti cose di Dr J che mi mandano in bestia, mi ribolle il sangue e divento una vera rompi coglioni.

Gli avevo promesso sto post...

IL MOMENTO DI USCIRE...

Sapete già del ritardo assurdo che accumula sistematicamente il mio futuro marito vero? Ve ne ho a lungo parlato. Quello che non sapete e che vorrei davvero potervi far vivere in prima persona, è cosa succede a casa nostra quando è ora di uscire.
Io sono pronta da 15 minuti e ovviamente Dr J è in mutande che gironzola per casa. Innanzitutto, lui non ha roba da vestire stirata. Lui piega la roba e la ripone nell'armadio, quindi ogni volta che dobbiamo uscire, ha una camicia o una maglia o un pantalone da stirare. Capita pure che mi dica "Ammmooooreeee, mi stiri la camicia?". Sta cosa, a fasi alterne, mi fa incazzare! Può succedere che anche io debba finire di prepararmi e mi rompe le balle mollare la matita o il fard per la sua camicia... e poi mi da fastidio il fatto che, sapendo che dobbiamo uscire, perchè non stirarla prima? Perchè non chiedermelo prima? Perchè aspettare sempre all'ultimo momento? Domande che lancio nell'etere senza aspettarmi una risposta ovviamente!
Ma la fase più comica è la vestizione.... ammettiamo pure che la camicia, la maglia o quel che è, siamo pronte. Lui si veste... con calma ovviamente (intanto il ritardo e il giramento di palle si accumulano) si guarda allo specchio e fa le facce da figo (e lì rido!!) poi si volta e io sono già terrorizzata e penso "Eccolo!" ..
Dr J: "Amore ma.... non mi è grande questa camicia?"
IO: "NO AMORE va bene così....!"
DRJ: "Mah a me sembra grande, non vedi come mi sta qui?"
IO: "Amore, PER FAVORE, siamo in ritardo, è una normalissima camicia bianca, ti sta bene, su dai!"
DRJ: "Ma se io mettessi questa?" e mi sfodera un'altra camicia bianca IDENTICA!
Nonostante i miei occhi al cielo e le bestemmie, decide, una volta che è vestito di tutto punto, di cambiarsi...
Mette l'altra camicia, si volta e mi dice:
DRJ: "Mi sta meglio secondo te?"
IO: "E' uguale all'altra Dr J, muovitiiii!"
DRJ: "Eppure a me pare che qui mi stia meglio vedi?"
IO: "Si si amore, ti sta benissimo, metti il maglione e andiamo."
DRJ: "...ma forse l'altra era più comoda!!!"
IO: "Ma porc.... di quella tro.... quella put.... di quella maia....! Ti sbrighi???"
Dr J nemmeno mi ascolta e si toglie la camicia 2 per rimettersi la prima, che stavolta lo convince di più!

Ogni volta io mi metto le mani nei capelli e dico "No... io sto pensando ai prossimi 50 anni.... cioè io per i prossimi 50 anni devo sopportare sta cosa. M'impicco, si si mi impicco alla doccia che soffro meno....!"
Lui mi corre vicino e mi abbraccia e sbaciucchia dicendomi che mi ama tanto, mentre io gli strillo di muoversi che siamo in ritardo!!!!

Questo qui, questo che vi ho descritto sopra... diventerà mio marito tra 4 giorni.... fatevene una ragione... che io ci sto provando ahahahahh!

C'è una cosa che desidero sottolineare, vivere con me non è facile, come non lo è vivere con lui. Il post non è una critica, ma un modo di essere che lui ha e che mi manda in bestia, ma in nessun modo farei a cambio con nessun'altro al mondo. Resta il fatto che lo ammazzerei di botte eh!!!!!
Credo che anche Dr J potrebbe scrivere post sulle mie stranezze e abitudini che lo irritano.... ma è talmente pacifico che credo gli scivoli tutto addosso. A me no, a me mi girano proprio ahahahah!

Care ragazze ci siamo eh.... manca poco!

Vs Libby

lunedì 19 marzo 2012

Abito rosso sangue...

Abitavo in uno di quei palazzi di lusso in centro città, uno di quelli bianchi, pieno di vetrate e di ascensori, i cui appartamenti sono luminosi e modernamente arredati. Pavimenti in legno in tutte le stanze e moquette bianco latte nelle stanze da letto.
Abitavo con mia madre, un fratello e una sorella più grandi e un fratello più piccolo. La vita scorreva tranquilla... poi una notte... un urlo strazia il silenzio e io scendo dal letto e percorro di corsa il corridoio, i piedi affondano nella moquette e il rumore viene attutito, nel silenzio totale.
Trovo mia madre accovacciata in un angolo, con le mani davanti agli occhi, come mi vede, tremante, mi indica la stanza di mio fratello più grande. Spingo la porta bianca e vengo investita da un acre odore ferroso, la stanza è in penombra... accendo la luce e mi trovo davanti una scena raccapricciante. Mio fratello è riverso nel letto, per traverso, con la testa penzolante in una pozza di sangue. Anche le lenzuola sono sradicate dal letto, sembra abbia lottato. Spaventata faccio un salto indietro, la bocca riarsa e la nausea per l'odore intenso.
Una nenia lamentosa, una canzoncina per bambini proviene dal piano superiore, dove dormono mia sorella e mio fratello più piccolo. E' la sua voce quella che sento. Sono spaventata, qualcuno è entrato in casa e farà del male anche a loro.
Corro su per le scale, il corridoio è lungo, solo la luce della stanza di mia sorella illumina il fondo. Mio fratello è in piedi in mezzo al corridoio, barcolla canticchiando.Un'unica macchia rossa sotto i suoi piedi e dal soffitto si allarga una pozza di sangue che ricade sui suoi capelli  biondi. Urlo, lo chiamo e gli dico di venire via... si volta e i miei occhi ricadono sulla sua mano che impugna un coltello da cucina.
Il giorno dopo cammino con lui nel parco interno della palazzina... lo guardo annichilita, mentre mia madre parla con la polizia e osserva attenta la scena.
Io: - Hai fatto una cosa molto grave lo sai? -
Lui: - Si... -
Io: - Perchè non hai ucciso anche me? -
Lui: - Perchè hai studiato tanto, stai per laurearti. Devi laurearti! -
Io: - Ma, ucciderai anche me? -
Lui si blocca e per un attimo guarda il cielo azzurro, poi volta la testa e i suoi occhi sono vuoti, assenti: - Si, nello stesso modo! -

Mi sono svegliata ringraziando di essere figlia unica!
Sti cazzi, nemmeno nei peggiori film horror splatter ho visto tanto sangue e tanti morti! Mi sa che non sono mica tanto normale io eh!! Si possono fare sogni del genere? Non ho guardato nessun film strano ultimamente e tanto meno ho mangiato pesante.
Mi sa che sono una psicopatica!!!

   ***   ***   ***   ***   ***   ***   ***   ***   ***   ***   ***   ***

Aggiornamenti matrimoniali.

Voi pensate che a - 5 giorni sia tutto pronto? Ecco vi sbagliate!
Ieri io e Dr J ci siamo messi di buona lena, ma non avevamo previsto la visita di suo zio, arrivato alle 14.35 e andato via alle 17.45 e la successiva di tutti gli amici, arrivati alle 18.40 e andati via.... beh siamo usciti a cena ecco.
In pratica l'unico giorno completo prima del matrimonio ce lo siamo giocato. Ovvio che se ho gente per casa non mi posso mettere a confezionare le bomboniere o altro. Porcaccia miseria.
Dovremo metterci tutte le sere, a costo di andare a letto alle 2! Anche perchè devo portare tutto al ristorante giovedì. Siamo ancora in alto mare!
Dovevamo andare al ristorante, ma abbiamo avuto la casa invasa da gente fino a sera, quindi ho dovuto chiamare e dire loro che passeremo quando riusciamo.
E' incredibile come ci siamo presi alla cazzo! Perchè, seppur contenta delle visite di ieri, cazzo... la gente non ci pensa che ad una settimana dal matrimonio, magari avevamo anche da fare?
Le scatole sono quasi pronte, ma le bomboniere sono tutte da confezionare, ho sacchettini da finire, il tableu ancora vergine.
Ho trovato il reggiseno (Pink alla fine ho dovuto prenderlo da Intimissimi e non mi piace nemmeno tantissimo, ma vabbè!), preso le calze.
Da un'amica mi è arrivato un bellissimo fiore blu, una spilletta da appuntare alle scarpe... ho preso appuntamento con manicure, estetista per la prova trucco e parrucchiera. Sto procedendo con le lampade, anche se ne faccio pochine per mancanza di tempo.
Ecco... nessun'altra novità!
Ma ci siamo quasi eh!

Vs Libby

sabato 17 marzo 2012

A meno 7...

Un insolito post di sabato... solo per dirvi che partecipo al Giveaway di Mafalda. Il suo blog compie un anno.... come festeggiare al meglio? Un Giveaway.... partecipate!




Vs Libby

venerdì 16 marzo 2012

Se c'è una cosa che non ti abbandona mai... è la sfiga!

A - 8 giorni dal grande evento, devo dire che il mio umore non è dei migliori e m'incazzo per tutto e per niente.
Stamattina mi sono svegliata con un bubbone sul labbro superiore, un brufolo che ha pensato di farmi visita, insieme ad un fratello che staziona da qualche giorno in mezzo agli occhi, sulla fronte in bella vista. 
Grazie al ciclo puntuale come un orologio svizzero, ho iniziato ad avere male alle tette e strani movimenti di pancia mi avvisano che tutto è regolare e che lo stress per i preparativi non mi ha fatto ritardare nemmeno di un minuto la SPM. Ottimo.... tra poco inizierò anche a gonfiarmi e a coprirmi di squame, possibilmente verdi, che fanno molto "albero di Natale" con mio vestito rosso.

Le ultime notizie danno me e Dr J a - 1 come busta paga, ossia, entrambe i titolari hanno deciso di farci un inaspettata sorpresa, NIENTE PAGA questo mese, non ci sono soldi. Così la mia situazione attuale è che ho giusto i soldi per pagare il mutuo e nemmeno un centesimo in più.
Pagherò il vestito vendendomi un rene....
Dr J insiste nel dirmi "niente panico, pensiamo al matrimonio... dopodichè potremmo tranquillamente morire di fame!".

Ovviamente vista la situazione, è pericolosamente in bilico il mio corso di maggio, ovvio che se non ci sono soldi non posso affrontare due mesi senza paga e spendendo più di quello che comunque guadagnerei lavorando, per un sogno che non si sa nemmeno se sia realizzabile. Sono stata comunque intimata ad aspettare a prendere decisioni azzardate... a dopo il matrimonio.

Di buono c'è che tutti gli invitati hanno confermato la presenza (salvo sorprese dell'ultima ora), che ieri sera ho preparato tutti i bellissimi segnaposto fatti dalla Pink, mettendo 3 luminosi confetti rossi all'interno della scatolina. Ho anche fatto i sacchettini per i colleghi di Dr J e preparato i fiori per le bomboniere. Direi che siamo ad un punto ragionevole dell'organizzazione. Stasera procedo con la preparazione dei fiocchi per le auto e il tableu.
A tal proposito ieri sera mi sono incazzata con Dr J. Non c'è niente di peggio di un uomo che fa pochissimo (mentre io corro come una matta) ma che pensa troppo, decidendo di cambiare le cose già pronte.
Mi spiego... ieri pomeriggio mi sono ritagliata  mezz'oretta qui al lavoro per organizzare i tavoli (già accordata con Dr J ovviamente), metterli per iscritto e dar loro i nomi per poi procedere col tableu.
Essendo il peperoncino il tema del matrimonio, ovviamente ho dato ai tavoli degli originalissimi nomi: Naga Morich, Naga Yellow, Jalapeno, Habanero Fatalì, Trinidad Scorpion ecc ecc. Sono nomi davvero strani e altrettanto strane sono le forme dei peperoncini che li rappresentano. Insomma, lui ha avuto da ridire, come per tutte TUTTE le cose che ho fatto io. A volte sono puntigliosa e non posso dire che le cose che ha modificato non siano poi andate bene, però cazzo.... visto che sono pure io parte del matrimonio, UNA cosa la posso fare come vorrei io, senza la sua interferenza?????? No perchè sono state bocciate tutte le mie iniziative e a una settimana dal matrimonio, mi stanno girando le palle.......
Nulla di fatto, muso da parte mia, muso da parte sua e il foglietto con le modifiche fatte da lui è rimasto sulla tavola. 
Domani dobbiamo anche andare al ristorante a portare parte dei soldi per la cena e giovedì TASSATIVAMENTE devo portare tutto il resto, bomboniere comprese (ma ovviamente le scatole non sono ancora state fatte!!!!).
Sto cercando di pensare positivo, ma tra l'assenza totale di liquidità, la montagna di cose da pagare e l'altra montagna di cose da finire e di cui preoccuparsi, onestamente sto sclerando e di pensare positivo mi vien difficile.
Certo, ce la faremo, anche perchè comunque ci sposeremo, anche se non riusciremo a fare tutte le cose che sono in sospeso. Tipo... mi sposerò senza reggiseno e senza calze (non li ho ancora presi, non ho tempo!) e anche con un cespuglio al posto delle sopracciglia, visto che non ho tempo nemmeno per quelle.

_________________________________________________________________________________

Oggi ho ricevuto da Bunny , uno dei premi più belli che abbia ricevuto in questi anni, non sono solita pubblicarli e procedere con la catena, lo faccio ma solo sporadicamente, ma questo premio mi piace particolarmente, quindi vado....


per cominciare vi indico la fonte originale, la trovate QUI con tutte le regole e la nascita di questo premio, poi procedo col raccontarvi perchè ho deciso di aprire un blog...  AMO scrivere, amo confrontarmi, è un passatempo delizioso, ma la cosa più importante è che nel mondo virtuale ho incontrato sorelle, compagne, amiche, persone deliziose con cui ho costruito un rapporto che esula dal PC e che va oltre le barriere della distanza. Senza il mio blog e senza di voi, io non vivrei.... Il primo blog risale al 2005 su Libero... dove ho conosciuto la maggior parte di voi....

Quindi...
Come si distingue un Blog Affidabile? Per alcuni semplici ma importanti regole:
1) E' aggiornato regolarmente
2) Mostra la passione autentica del blogger per l'argomento di cui scrive
3) Favorisce la condivisione e la partecipazione attiva dei lettori
4) Offre contenuti ed informazioni utili e originali
5) Non é infarcito di troppa pubblicità

"Dichiaro che i blog seguenti da me scelti rispettano le 5 regole del Premio "Il Blog Affidabile"  disponibili a questa pagina http://www.gliaffidabili.it/a/altro/il-premio-il-blog-affidabile . Sono pertanto una risorsa utile per gli utenti della Rete e meritevoli di essere conosciuti da un pubblico più ampio". 

E sono:

Ecco le mie 5 scelte, lo dico sempre, non me ne vogliano le altre. Nella top five ci sono: una nuova entrata Robin di Pisa & Love che ho conosciuto per sbaglio due giorni fa, ma che già adoro... e Alessia di Beads & Tricks che seguo regolarmente anche se magari non la commento mai. Diciamo che per una creativa come me è come il Vangelo!
Le altre non hanno bisogno di presentazioni... ma voglio spendere 2 parole sulla mia adorata Pink...immagino che sappiate già (per chi la segue) che ha iniziato una nuova avventura, così per una volta le faccio pubblicità, che magari qualcuna delle mie lettrici non la segue... QUESTO è il suo nuovo sito!!!

Ok per oggi ho scritto anche troppo.... siamo a - 8!

Vs Libby




giovedì 15 marzo 2012

Che la stronzaggine sia con me!

Ve lo ricordate QUESTO POST?

Volete sentire il seguito?

Parto col dirvi che il mio consorte è stato abbastanza bravo, le commissioni che gli sono state date le ha portate a termine, anche se avevo detto espressamente confetti rossi e lui me li ha presi bianchi, ma non importa, è stato bravo comunque, i confetti si usano lo stesso.

Per l'acquisto delle cose che gli avevo chiesto, si è recato nello stesso posto del post che vi ho linkato sopra, ve la ricordate la signora che sapeva tutto no? Ecco, ovviamente ha trovato lei, ma vi devo raccontare la storia da capo.

ANTEFATTO:
il giorno che siamo stati in negozio ed abbiamo trovato questa saccente commerciante, ci eravamo informati circa prezzi e misure per le scatole da bomboniera. Il nostro progetto era comunque di farcele, ma visti i tempi, informarsi era d'obbligo e comunque ero curiosa di sentire anche i prezzi. Eravamo rimaste che ci saremmo sentite giovedì sera o massimo venerdì mattina. La misura richiesta era 6x6x10 massimo di altezza. Il giovedì non ho avuto il tempo materiale di chiamare, ma il venerdì mattina mi ero premurata di chiamare subito all'apertura. La signora che aveva risposto è stata molto gentile nello spiegarmi che la signora Liana non c'era per problemi famigliari. Mi ero informata se comunque qualcuno sapesse delle mie scatole e la signora mi aveva risposto di no, che non sapeva nemmeno se la collega avesse o meno parlato con il rappresentante.
Visti i tempi avevo detto alla signora che non aveva importanza e che ci saremmo arrangiati diversamente.


MARTEDI' nel tardo pomeriggio, ricevo una telefonata da una terza ragazza dello stesso posto che mi dà le informazioni relative alle scatole. Bianche dimensioni 8x8x12 acquisto in buste da 25 pezzi. Tutto bene, non fosse che A) avevamo già stampato e iniziato a farle da noi, B) le scatole sono decisamente troppo grandi. Così le dico che di quella misura proprio non vanno bene, aggiunge che della misura che vogliamo noi ci sono 6x6x12 ma a pacchi da 200. Ad ogni modo, il costo delle 8x8 si aggira tra € 1.40 e € 1.50, che secondo me sono parecchi soldi. Voglio dire, 30 scatole x 1.40 fanno 42 euro, io con una risma da 9 euro ho fatto scatole e inviti..... non so se mi spiego. Ok, metteteci la rottura di palle di doverle fare.... ma insomma, è un risparmio non da poco.

E veniamo al fatto...

IL FATTO:
Ieri mattina Dr J si reca nello stesso  magazzino alla ricerca delle cose che ci servono, fortunata la signora che non sia andata io, ve lo giuro!!
Per una fortuita botta di culo, trova la simpatica commerciante saccente che gli domanda delle scatole. Cominciamo col dire che per ben due volte ho comunicato che ci saremmo arrangiati, in più le misure non andavano nemmeno bene. Dr J, a cui avevo dimenticato di dire della seconda telefonata (giustificata dal fatto che vederlo 15 minuti al giorno, con le cose che ci sono da fare, onestamente le scatole non erano una priorità, visto poi che non andavano bene e che ce le stavamo facendo) le risponde che avevo chiamato ma che nessuno mi aveva saputo dire nulla, al che la grandissima zoccola della signora Liana esclama "Ma che razza di bugiarda... noi abbiamo chiamato eccome!!".... si stronza, con 6 giorni di ritardo e con scatole che non mi andavo bene....
Dr J, che di indole è semi pacifico, credo le abbia solo detto che non lo sapeva e che comunque ci eravamo arrangiati.

Provate ad immaginare, voi che ormai conoscete la Libby-indole, come posso aver reagito a tale insulto....

Sgridando lui per non averle risposto a tono, dicendo "Signora cara, come si permette di dare della bugiarda alla mia futura moglie? Che arto preferisce che le spezzi?", e infuriandomi come una scimmia urlatrice a corto di banane.
Ovviamente il mio temperamento mi porterebbe alla risoluzione violenta del problema, ossia andare in negozio stasera stessa!!!

Non esiste che una sconosciuta, maleducata e cafona mi dia della bugiarda dopo che per due volte ho chiuso la questione scatole, ancor meno esiste che mi si prenda per il culo. La prima volta ho fatto finta di niente, anche se era stata di una maleducazione immensa, stavolta no, che lei di me non sa un cazzo...

...e se ha ragione mio moroso che  mi ha detto che sono una pazza isterica acida antipatica e stronza.... ESSIAAAA..... che la stronzaggine venga a me!

EPILOGO: non c'è... nel senso che il posto l'ho scritto ieri pomeriggio a caldo diciamo. Ieri sera non sono riuscita a passare in negozio e stamattina ho mandato di nuovo Dr J a prendere i confetti rossi. Gli ho anche detto di mandare a fare in culo la vecchia da parte mia.... non credo mi rivedranno più lì dentro, ma nell'eventual caso capitasse, non credo lesinerò parole e parolacce a chi di dovere. Non è mai detta l'ultima parola insomma.

Che poi mi fanno incazzare a - 9?

Libby

mercoledì 14 marzo 2012

Con l'acqua alla gola...

Porca vacca!!!! D.I.E.C.I. (10) giorni... cosa sono 10 gg nell'universo dei giorni? Niente....

Ok... niente panico!

Sono in panne ma non è il caso di allarmarsi.
Ho tirato le somme ieri, quando, dopo settimane di corsa, mi sono meritata un'ora e mezza di chiacchiere rilassate con un'amica. Ovviamente prima ero andata a prendere alcuni fiori che mi mancavano (ho fatto male i conti) e le scatole per i testimoni e i genitori (quelle non avevo nessuna intenzione di farle a mano come quelle delle bomboniere per gli ospiti!!) e i sacchi neri per liberare il giardino dai tagli della siepe... ne abbiamo già riempiti 10.... sti cazzi!!! Ovviamente sono da portare via e nel mio bel paese si può solo il sabato mattina fino all'una (e Dr J lavora!!) o il mercoledì dalle 14 alle 16.... DEVONO SPARIRE prima del matrimonio, a costo di scaricarli in un fossato una notte di queste.

Il mio futuro marito mi ha annunciato ieri, che gli servono ben 25 (VENTICINQUE) sacchettini da dare ai colleghi... amoreeeee potevi aspettare ancora un po' a dirmelo. Lui sta lavorando al pomeriggio dalle 16 alle 22, quindi non riusciamo a trovare il tempo per sistemare la musica che io avrei dovuto portare stasera a Renato.

Alla lista mancano diverse cose e vi giuro che sono esaurita ahahahah!

- Tableu - abbiamo deciso come assegnare posti e tavoli, ma ancora non abbiamo trovato il tempo per farlo!!! Abbiamo preso tutto quello che serve, basta solo farlo!!
- I segna posto (ringrazio di cuore Santa Claudia Pink di Milano) sono da riempire, ma mancano i confetti rossi!
- Le bomboniere sono tutte da confezionare perchè non sono ancora pronte le scatole... io le ho ritagliate tutte, ma Dr J deve assemblarle.
IL TUTTO DEVE ESSERE PORTATO AL RISTORANTE AL MASSIMO GIOVEDI' PROSSIMO, ma meglio se sabato!!! Voi direte... "Uh ma manca un sacco di tempo!" NO, non è vero. Non manca tanto tempo se siete presi male come me e Dr J e i suoi orari assurdi!

- Reggitette... che ancora non ho trovato/cercato... no a dire il vero l'ho cercato ma non l'ho trovato.
- Calze... se non voglio lasciare nude le mie cellulitiche cosce!
- Sopracciglia... dovevo andare in questi giorni ma non so se ho il tempo... ma devo farlo prima del matrimonio e non a ridosso dello stesso.
- Lampade... qualcuna la devo fare perchè sembro Mortitia Adams, così ieri sera con la mia amica sono andata a prendere appuntamento. Ovviamente sono in ritardo, quindi mi ha dato tutti appuntamenti a ridosso uno con l'altro e mi hanno scombinato tutti i piani... bravissima Libby! Ad ogni modo 17.40 stasera ho la prima.
18.15 devo andare da mia ex cognata a portarle il sacchettino (merita un post a parte!).
18.40 acquisto pappa micio
19.00 strappamento sopracciglia... se ce la faccio
19.25 cena da mamma e papà dove devo ricordarmi di prendere dal magazzino: fiori per le scatole testimoni, nastro per le scatole testimoni, sacchettini/centrini bianchi per il bischero del mio moroso e i suoi colleghi.

Mancano ancora all'appello:

- nastri bianchi e rossi per le auto,
- confetti rossi per i segnaposto,
- caramelle bon bon per i pargoli (mi par brutto che i genitori ricevano la bomboniera e loro no!),
- paglietta per le scatole testimoni (seguirà foto di tutto, promesso...)
- istruzioni bomboniera (capirete più avanti),
- cartine ristorante,
- breve storia della provenienza dei prodotti usati per le bomboniere (sono una precisa io eh!)

In tutto questo casino, ieri sera mi chiama l'estetista, quella che mi fa le unghie, chiedendomi se posso spostare l'appuntamento.... ma stava scherzando e l'ha capito dal mio ruggito! No voglio dire, ho tutto incastrato come un castello di carte che se sposti qualcosa vien giù tutto!! Confermato per il 21 marzo, ore ...17.45 credo! Cazzo.... se alle 17.40 ho la lampada???? AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAH!!!



Ovviamente in tutto questo devo sistemare casa per gli ospiti di Milano/Ravenna, organizzarmi per il gatto perchè quel giorno non ci sarò (Santo Oscar!!) e, cosa più importante, organizzarmi col lavoro, per quando non ci sarò....

Ieri sera, presa dall'isteria (simbolica), ho organizzato la mattinata del mio consorte. Si perchè bello lui, non è che si stia scapicollando, le rogne e le corse toccano solo a me.

Così stamattina ha queste commissioni:

- Acquisto confetti rossi,
- Acquisto paglietta per le scatole,
- Acquisto nastri bianchi e rossi,
- Riempimento dei sacchi neri con lo siepame,
- Primo giro in discarica con i sacchi pieni.

Cioè no, da sola non ce la faccio, considerate che io lavoro fino alle 17.30 fino a mercoledì e che ogni sera ho un impegno....

Respira Libby... respira!

martedì 13 marzo 2012

Una vita al massimo.

A pausa pranzo ho giusto 20 minuti di orologio per mangiare. Esco dall'ufficio alle 12.30 e devo essere di nuovo qui alle 13.30, metteteci la strada di andata e ritorno, ecco che la mia ora si riduce in 30 minuti scarsi.
Durante il pranzo, nell'attesa del TG 5, io e Dr J guardiamo Forum, in modo piuttosto distratto a dirla tutta. Ci sono cose interessanti a volte.

Ieri una causa in cui un marito portava la moglie davanti al giudice per obbligarla a pagare insieme a lui la colf. La signora aveva lavorato per 40 anni e nel contempo aveva seguito la casa e i figli. Una volta in pensione, aveva deciso che non avrebbe fatto più niente e si sarebbe dedicata solo allo svago e al relax con le amiche, cercando di coinvolgere anche il marito e intimandolo a godersi gli anni della vecchiaia senza riserve. Il marito non era riuscito ad assecondarla per molto tempo e nemmeno per tutte le cose che la signora aveva deciso di intraprendere. Aveva addirittura chiesto alla moglie di tornare ad occuparsi della loro casa e delle faccende domestiche, come per tutta la vita aveva fatto. La signora aveva rifiutato.
Il marito, trovatosi nella confusione più totale, dopo breve tempo, ha dovuto assumere una signora che facesse i lavori e sistemasse le sue cose e quelle della moglie, da qui, la richiesta di partecipazione alla spesa della colf, alla moglie.



Rita Dalla Chiesa, dopo che il giudice ha dato la sentenza, dando ragione al marito, ha detto una frase che non ricordo precisamente, ma che esprime una fondamentale verità.
Quello che gli uomini non capiscono e non capiranno mai, è che loro hanno solo una vita, una vita al massimo, mentre noi donne di vite ne abbiamo diverse e dobbiamo portarle avanti tutte insieme.
La donna deve pensare alla vita lavorativa, a tutte le responsabilità che le competono, alla vita casalinga, facendo trovare i calzini nel cassetto al marito, la cena pronta, la spesa, le bollette, le pulizie. L'affitto, la banca, il mutuo. Poi deve occuparsi dei figli. Il corso di danza della figlia, il ragazzino da portare al calcio, la figlia grande da andare a prendere alla stazione (Luna ho pensato a te!). Poi ci sono i suoceri, i genitori, gli zii anziani. Visite mediche, ricette e farmacia. Gli incontri con i professori, le lezioni di recupero per il figlio. Poi c'è da organizzare la comunione, da fare gli incontri col prete, da pensare alle bomboniere, al pranzo. Poi ci sono gli inviti degli amici, cosa portare per fare bella figura, pensare a come ricambiare.
Il cappotto da portare in tintoria, le scarpe da ritirare dal calzolaio. Il pane da comprare, il frigo da pulire. Il vicino che rompe a cui parlare.
Il tecnico della caldaia, la lavatrice che perde, lo scarico del lavandino intasato.

Ci vuole allenamento, non c'è che dire. Non s'imparano certe cose, si hanno dentro da secoli e secoli.

A volte gli uomini mi fanno così tanta tenerezza.... solo per il fatto che sono uomini e hanno una vita soltanto da vivere.... Dovrebbero essere il sesso forte, ma sono in punto di morte per un raffreddore. Sono pieni di cose da fare perchè oltre ad andare al lavoro devono portare la macchina dal meccanico. Mettere i piatti della cena nel lavandino per loro è AIUTARE in casa. Dimenticano una scadenza perchè hanno troppe cose a cui pensare! E vanno nel panico se il figlio chiede loro "Mi aiuti a fare i compiti?".
Non saprebbero organizzare nemmeno un pic nic in giardino senza l'aiuto della compagna e se chiedete loro di fare un salto al supermercato, perchè tra mille cose avete scordato il latte, sono capaci di partire con un pippone sul fatto che "come hai fatto a dimenticare il latte". Salvo poi tornare dalla spesa con due sporte piene di cose inutili e senza il latte!!!

No, non siete tutti così, qualcuno di voi ha qualche facoltà in più, a scapito di altre comunque....

Non è per fare la femminista o la fenomena eh... ma voi vite come le nostre, non sareste mai in grado di sopportarle.

Meditate!

Vs Libby a - 11

lunedì 12 marzo 2012

Destinazione Desenzano...

Ogni tanto ci vuole, la gitarella fuori porta, la pace del lago in cui si riflette un cielo spettacolare, la gente che passeggia mangiando gelato, mente il vento sferza le fronde...


E così Dr J e io siamo partiti alle 10.20 alla volta di Desenzano del Garda, un'oretta di macchina a guardare il panorama (io) e la strada (lui!). 
E poi un giro al centro commerciale Le Vele, l'acquisto di un paio di Jeans da Reds e le acrobazie per cambiare quelli che avevo addosso col pavimento del bagno allagato. Vi sfido a provarci senza posare i piedi nel bagnato o trascinare il fondo dei pantaloni sul pavimento lurido.... io ce l'ho fatta con immane fatica.
E fuori dal centro commerciale l'INCONTRO che tutto sommato aspettavo da un bel po'....


Lei, una donna che non ha bisogno di presentazioni... ma proprio nessuna, basta guardarla e a tutti viene in mente solo una persona... LA PINK!
Super fashion nel suo tranch assolutamente pink e il suo compagno di viaggio simpaticerrimo...
Claudia mi ha consegnato il suo lavoro per il mio matrimonio, vi farò vedere tutto quando sarà il momento ovviamente, sempre che non voglia farlo lei per prima. Porta riso e segnaposti, più il Guest Book, splendido, di meglio non potevo sperare e immaginare. 
Dovrò ringraziarla per tutta la vita!!!! 
Pranzo direi piuttosto buono, anche se il servizio ha lasciato a desiderare..... ma alla fine era come essere a pranzo con una sorella, perchè anche se era la prima volta che ci si vedeva, non c'è stata nessuna esitazione, nessun imbarazzo.... solo che ce la siamo risa parecchio.

Rientrati a casa io e Dr J ci siamo stesi a letto a fare i filosofi e a cercare la luce in fondo al tunnel... non l'abbiamo trovata, ma io e lui insieme stiamo bene anche al buio ahahahaha!

E insomma mancano 12 giorni.... 

Ah ma ve l'ho detto quanto simpatica è la Pink? Nooo? Beh lo è tanto tanto....

Pink, tesoro, avanzate la pizza eh!!!

Libby

venerdì 9 marzo 2012

Siamo tutti un po' più poveri...

Nonostante oggi manchino 15 giorni al grande giorno, parliamo di cose serie.

Vogliamo essere oneste? Ci conosciamo poco... di noi sappiamo solo quello che leggiamo nei nostri diari virtuali, abbiamo imparato a conoscerci e a volerci bene, a parlare di noi, insieme, come se due minuti prima ci fossimo prese un caffè al bar. Sostanzialmente però non sono mai stata a casa vostra o voi a casa mia. Sapete come vivo per quello che vi racconto che non può essere tutto ovviamente.

Non so voi, ma io sono lievemente povera. Non di una povertà malsana, di quelle che non si può mangiare o non si hanno vestiti, ma di una povertà che all'orizzonte minaccia il sereno di oggi. Sereno variabile tendente a pioggia diciamo va'.

Il punto è che anche se di economia ci capisco davvero poco, la matematica non è un'opinione, dicono, quindi se dalle buste paghe della gente comune togli le maggiorazioni delle addizionali regionali e comunali dell'IRPEF, in aumento da questo mese, aumenti l'IVA al 23% e aumenti la benzina.... si insomma 100 - 70 = 30... mai sentito che 100-70=80.... o no?

Ieri a pranzo parlavamo di questo io e Dr J, del fatto che la mia macchina è passata da un consumo settimanale di 20 € ad un consumo di quasi 40 €. La prospettiva futura è un aumento ulteriore dei carburanti e io sarò obbligata a venire a lavorare in pattini a rotelle. Il che durante la primavera va anche bene, ma in estate, con 40°, potrei morire... per non parlare dell'inverno.
Stamattina è arrivata in ufficio una fattura. Un autotrasportatore che a novembre ci ha fatto pagare un viaggio 50 €, a gennaio, lo stesso viaggio € 80.

Andare a fare la spesa (tornando al discorso di qualche post fa) è diventato un salasso, anche al discount off course. Ma le nostre paghe sono sempre le stesse, tagliuzzate di qualche decina di euro per una maggiore tassazione.

Ieri mi sono infervorata.... si perchè leggo "Monti ha lavorato bene, lo spread scende sotto i 300 punti!".
Sti cazzi, grazie..... ha messo a carità tutto il paese! Poi il TG parla di chi sta decidendo per noi e lì mi sono incazzata. Come possono persone che percepiscono uno stipendio mensile di 25 mila euro, sapere come si vive al nostro posto? Come possono mettere a NOI le mani nel portafoglio, toglierci ancora soldi, quando non sanno cosa costa la benzina perchè viaggiano in auto blu, non sanno il costo di un farmaco o di una visita perchè per legge è dato loro tutto gratuitamente.
E' come se un prete volesse insegnarmi la vita di coppia (e già hanno la pretesa di farlo durante quelle assurde riunioni prematrimoniali - corso per fidanzati se non erro) è come se io volessi insegnare lo spagnolo al mio futuro marito, che in quanto argentino, è madrelingua spagnola.
Una barzelletta insomma.



E poi tra la notizia di un artigiano che si è impiccato nel suo capannone per i troppi debiti, e un padre che piange perchè non sa come sfamare la famiglia, ti sbattono la notizia che sono in crescita i miliardari in Italia e nel mondo. Ma vi siete chiesti come lo sono diventati?
Se su 100 persone, 95 diventano povere e 5 sempre più ricche, se il denaro che gira è sempre lo stesso, è chiaro che quei 5 diventano ricchi perchè 95 diventano poveri.

Lasciando perdere la storia del ricco e del povero, mi domandavo, io che ho un tetto sopra la testa (per cui pago l'affitto eh!) e che riesco ancora a mangiare.... come farò a tirare a fine mese con i prossimi aumenti?

Ve lo domandate mai? Io si, perchè ho sostanzialmente problemi ad arrivare a fine mese. O forse no, forse ce la farò benissimo, rinunciando a TUTTO. Vacanze, shopping (che già non faccio), cene e serate fuori, anche solo un aperitivo o un caffè diventa un lusso.
E la cosa sconvolgente sapete qual'è? Che lavoriamo tutti.... non facciamo una vita grama per stare a casa a grattarsi la pancia!

Povera Italia.

Vs Libby

giovedì 8 marzo 2012

Qui vendiamo saccenteria!

Ieri sera, dopo il lavoro, Dr J è venuto a prendermi in ufficio. Avevamo come obbiettivo la spesa e un giro in un paio di posti alla ricerca delle ultime cose per il matrimonio.
Passando spesso in zona industriale di un paese vicino al nostro, avevo scovato un posticino dove vendono tutte cose per il confezionamento, la pulizia e tanto altro. Una specie di capannone pieno di scaffali.
Decidiamo quindi di fare un giro alla ricerca di 5 scatole abbastanza grandi per le bomboniere dei testimoni e dei genitori.
Appena entrata ho pensato "Vi prego lasciatemi qui"... scaffali e scaffali di nastri, fiocchi, tulle, scatoline e scatolette e due intere stanze dedicate alle cerimonie con tanto di confetti di tutti i tipi e di tutti i gusti. E io che sono diventata ebete a cercarli... vabbè.
Girovaghiamo finchè una signora non si avvicina. In quel momento io e Dr J stavamo valutando se acquistare o meno dei fiocchi bianchi e degli altri rossi, per metterli fuori casa e per le auto degli ospiti. Li avevamo chiesti al fiorista, ma sono certa che lì mi costino meno. La signora si avvicina esclamando "Laurea!!"... io la guardo e le dico "NO... matrimonio.... le pare che io abbia la faccia da laureata?" scherzando ovviamente.
Mi dice i prezzi e allora le dico che siamo lì perchè ci servirebbero delle scatole... non mi lascia finire la frase, parte a grandi passi verso la cassa dicendoci che per quelle ci vuole l'appuntamento, che deve vedere l'oggetto e che poi con calma ci si mette lì a decidere per la confezione e se ne esce con questa frase: "Io faccio 4/5 matrimoni alla settimana (non ci crede nessuno!) e VOI sposi non sapete neanche cosa significa, voi vedere la confezione e credete che sia tutto facile, invece è tutto completamente diverso!"... cioè A ME viene a dirlo? La guardo con le sopracciglia sollevate e un sorrisetto supponente (mia madre la definirebbe faccia da culo!) e la interrompo saltando in mezzo a due parole, le spiego che noi abbiamo bisogno delle scatole e basta, che il resto lo abbiamo e ci arrangiamo.
Allora lei parte col discorso che vuole vedere l'oggetto, che lei non ha campioni delle scatole, che lei non ordina nulla se non vede lei per le misure (come se fossimo tutti idioti). Dr J le dice "Ma io ho già le misure dell'ingombro..." lei lo guarda scocciata e gli dice "Beh allora mi lasciate una caparra e se poi le scatole non vanno bene ve le tenete lo stesso!!!". Si in effetti ci ha presi per idioti.
Premetto che avendo avuto un negozio di bomboniere, anche io non mi fidavo ciecamente delle misure date dagli sposi, ma è anche vero che non rispondevo certo in questo modo.
C'è anche da dire che sono stata brava, all'uscita che noi non sappiamo nemmeno cosa voglia dire fare una confezione, avrei voluto zittirla dicendole che io invece SO benissimo di che parla e vi assicuro che non è certo come scavare una miniera, anzi a volte è anche piuttosto piacevole.... Ma si sa, i commercianti puntano a venderti anche la Libia se ce la fanno. Sono curiosa di vedere cosa mi propone la signora come scatole, stasera devo chiamarla e sentire anche i prezzi. A onor del vero la scatola come piace a noi l'abbiamo trovata, rossa, ma è sempre bene sentire anche un altro prezzo no?
Poi, per pura curiosità, abbiamo chiesto anche per le scatole da bomboniera, ma ci ha detto che dobbiamo prenderne almeno 200.... ma ti pare? Me ne servono neanche 30....!



E' curioso come alcune persone si credono dei super eroi per il lavoro che fanno, descrivendolo come un suplizio. Confezionare bomboniere non è sempre divertente ok? Specie se la confezione scelta è elaborata e i pezzi sono tanti, però io non l'ho mai trovato un lavoro noioso o difficile, impegnativo magari, lungo a volte, ma che da anche soddisfazione. Non so, l'uscita della signora di ieri mi ha fatta ridere e sono stata zitta perchè ho imparato che a volte non è il caso di sprecare fiato. Avrei voluto dirle di non esagerare e di tirarsela meno, ma ovviamente lei fa il suo lavoro, che è quello di vendere. Solo che non sai mai chi hai davanti, quindi non è il caso di fare gli eroi.
Mi è capitato ancora di trovarmi in questa situazione, di quella che sta dall'altra parte e non sa. Mi è capitato in un negozio di gioielli, diverso tempo fa. La commessa parlava con me come se fossi un'idiota, senza sapere che le cose che mi stava presentando... le avevo fatte io!!! Mi sono accorta anche di quanto poco ne sa la gente e di quanto a volte fa della saccenteria il suo credo.
Forse è capitato anche a me di essere così? Mah non credo, io cerco sempre di tenere un profilo basso...

Ad ogni modo al 24 mancano 16 giorni.

Vs Libby

mercoledì 7 marzo 2012

La spesa settimanale

Da quando Monti è al governo, e anche da molto prima, la spesa settimanale a casa J-Libby, viene fatta in modo abbastanza oculato. Io non sono amante dei discount, niente contro di loro, ma sono delicata in alcune cose.

Io mangio solo pasta De Cecco, solo fette biscottate Barilla integrali, solo marmellata alla fragola e fragoline di Rigoni di Asiago, come bevanda gassata solo Pepsi e così via.
Ci sono cose che prendo al discount solo dopo l'approvazione. La passata di pomodoro del Lidl (non ricordo la marca), le pizze surgelate dell'Eurospin (si certo, Dr J è un mago della pizza, ma capita che non abbia voglia di impastare o che non ci sia tempo e allora la pizza rettangolare dell'Eurospin è un pasto assicurato e veloce) e tutta quella serie di cose che costano meno che al supermercato di marca, tipo tovaglioli di carta, latte, fazzoletti di carta, carta igienica, sacchi per la spazzatura e così via.

Ci sono alcuni affettati che convengono di più al Discount e sono comunque mangiabili, anche perchè li mangio davvero di rado. Il latte lo trovo latte ovunque e costa meno al Discount, lo yogurt solo Muller e null'altro, la frutta e la verdura, mi spiace, ma la prendo al supermercato di marca, ho provato al Discount e se non la mangi entro due giorni è da buttare.
Ovviamente quando si va a fare la spesa è sempre una mezza tragedia. Che sia perchè con Dr J al seguito ci impiego 3 ore anzichè i miei canonici 40 minuti, che sia perchè per fare la spesa intelligente dobbiamo girare 4 supermercati, a volte andiamo al centro commerciale, Interspar e via, senza passare dai vari Discount.

Devo dire che negli ultimi mesi la spesa è lievitata e capita che per pigrizia o per dovere, evitiamo di fare acquisti, dedicandoci alla pulizia frigo e mangiando quello che abbiamo in dispensa. La cosa è utile per evitare di buttare via roba, cosa che accade sovente a dire il vero. E' un peccato e uno spreco.
Sabato infatti non siamo andati e stiamo dando fondo a tutte le leccornie che abbiamo nei mobili, cose anche buone ma che non prendiamo molto in considerazione, tipo i rimasugli dei pacchi ricevuti a Natale, pasta all'uovo e salse varie.

Mia madre invece ha fatto della spesa costosa il suo credo. Lei non entra nei discount nemmeno sotto minaccia. Lei spende un capitale in pasta, riso, pomodori. La carne la prende nel Cadore, dove vanno in vacanza. Ci vanno diverse volte l'anno, hanno una casina in legno quindi non hanno problemi per quando andare o meno. Lei la carne la prende lì. Costa uno sproposito (per le mie tasche) ma è di una bontà infinita. Lei rinuncia a tutto, ma non alla spesa ricca!
Ogni tanto si sconvolge per il fatto che io e Dr J andiamo al Discount e ci guarda con faccia schifata e spaventata e ve lo dico, ci fa un gran ridere! La frase che è passata alla storia è stata "Vara che rassa de late che ga to fioea!" (traduzione per i non capenti: "Guarda che razza di latte ha tua figlia!") riferendosi al cartone della Land, latte che noi prendiamo all'Eurospin! Ogni tanto Dr J lo dice anche a casa... e poi ride da solo.

Cosa volete, di ogni necessità virtù. Siamo ancora vivi, anche se devo dire che certe cose al Discount sono immangiabili!

E voi come fate la spesa?

Ah ma vi voglio raccontare questa cosa...

Dr J e la carta igienica






Dr J ha una specie di guerra piantata con la carta igienica. Solitamente prendiamo quella che costa meno e non so nemmeno  bene in quale posto.
Dieci giorni fa sono andata a fare la spesa da sola e al Prix ho preso la carta che era finita. Tre veli.
Attenzione perchè la tre veli del Prix non è la stessa tre veli del Lidl. Quella del Lidl non gli piace perchè è troppo grossa ed è scomoda da impugnare. Quella del Prix troppo sottile e si rompe. Quella dell'Interspar tre veli a suo parere si rompe come quella del Prix. Così ogni volta che vado in bagno mi segue ed esclama "Non compriamo più questa carta igienica, fa schio/si rompe/è troppo spessa/è ruvida/si strappa male/dura poco/costa troppo/costa troppo poco.
Insomma una saga per pulirsi il culo.... e scusatemi eh!!!!!
Ieri mi segue in bagno e mi dice "Non compriamo più questa carta...!"
Io: "Tesoro, è carta, cos'ha che non va?!"
Lui: "Si rompe come quella del Prix!"
Io: "Ma se è spessa il doppio, tre veli!!"
Lui: "...e ma mi sono smerdato tre dita ieri... si rompe!"
Io: "Cazzo amore, pulisciti con più delicatezza e vedi che non si rompe, cos'hai le unghie nelle chiappe???"


Discorsi di merda, me ne rendo conto.... ma lo sposo anche per questo... ahahahaha!


- 17


Vs Libby

martedì 6 marzo 2012

A volte ti vien da porcare però... - 18

La vita è fatta così, c'è poco da fare, hai giornate in cui tutto va a meraviglia e altre che già alla mattina sbatti il mignolino  sullo spigolo del letto (Lali docet)  e sai già che sarà una giornata di merda!

Per ogni cosa buona, ne arrivano almeno due che ti lasciano perplessa. Della serie che le rogne arrivano a grappoli, come l'uva!

Quindi la serenità e l'attimo di tranquillità che fino a poco prima ti sei goduto, va giusto in fondo alla lista delle cose accadute in giornata e ora di sera non te lo ricordi nemmeno più.

Dr J è di nuovo alle prese con rogne sul lavoro. Ok che lavoro non se ne trova, ma vi assicuro che un posto peggio non lo poteva davvero trovare.
La novità per la nuova stagione lavorativa, è che gli hanno cambiato DI NUOVO gli orari di lavoro. Una persona umanamente normale, chiederebbe ai dipendenti (nel limite del possibile, ovvio) se sono d'accordo. Il suo capo no, il suo capo ha deciso che nessuno dei suoi dipendenti deve avere una vita privata, che nessuno di loro deve fare programmi per il futuro.
I nuovi turni saranno così espletati: Turno n. 1 dalle 4 del mattino alle 12; Turno n. 2 dalle 12 alle 16, ma sarà fatto dal ragazzino figlio di un amico del boss, in pianta stabile; Turno n. 3 dalle 16 alle 24.
La cosa bella è che per questa interessante comunicazione, il suo titolare non ha chiamato tutti insieme, no no... li ha chiamati uno per volta, lui e la sua collega. Perchè si sa che l'unione fa la forza e ha voluto evitare che i due avessero delle rimostranze.
Dr J non è uno che tace, a volte cade nel tranello di essere eccessivamente saccente e arrogante, ma in questo caso è stato un signore. Ha di nuovo discusso col capo, che ha avuto l'ardire di tirare in ballo il contratto nazionale di lavoro, lui che il contratto non lo rispetta in nessun modo. Tratta i dipendenti come una sua proprietà, non gli concede la pausa per mangiare, non paga loro gli straordinari, cambia loro continuamente l'orario e se han finito di lavorare alle 14, dopo 10 ore di lavoro, ha pure il coraggio alle 15 di richiamarli per una cazzata e, in fine, li paga quando cazzo ha voglia lui, senza il minimo rispetto per il fatto che uno può avere un affitto o un mutuo da pagare e che, magari, deve pure da mangiare per vivere.
Dr J ha di nuovo discusso ed è passato per quello che ha sempre delle rispostacce da dare... Poi oggi ha parlato con la collega, anche lei perplessa per gli orari, ma meno coraggiosa di lui, tanto che non ha detto una parola. A lei è stato detto che da oggi in poi farà sempre il turno di mattina 4/12, ergo Dr J farà sempre quello di sera? Ma metterlo al corrente di questa cosa no?
Alla luce di quanto sopra esposto, io vedrò il  mio consorte 15 minuti a pranzo e nei week end. STOP!

L'aggiornamento odierno è che, come gli era stato detto, si è presentato al lavoro stamattina, ma non c'era nulla da fare ed è ritornato a casa... con questa sono 3 settimane di ferie, perchè pare che non riprenda almeno fino a giovedì... ma sono in ritardo già prima ancora di cominciare. Organizzazione ZERO!
Il capo produzione sostanzialmente da ragione ai dipendenti, ma anche lui deve mangiare, quindi non può esporsi più di tanto se non vuole un calcio nel culo, ha comunicato a Dr J che per gli orari è tutto apposto, lui farà 6 ore tutti i giorni sabato compreso.... il tutto senza che nessuno gli avesse dato il via libera. Insomma, ecco, per l'ennesima volta hanno deciso loro e quello che vuole il dipendente non sono fatti che vengono presi in considerazione.

Ci sono persone che mi dicono di non lamentarmi se non sto bene dove lavoro, che mi dicono che c'è chi un lavoro non ce l'ha o che non viene pagato, ma sapete cosa vi dico? Il fatto che qualcuno non abbia lavoro o che non venga pagato, non cambia il fatto che ci siano posti di merda e che ci sia gente che sta male. Non è di sicuro colpa mia o di chi si lamenta per il proprio lavoro se ci sono disoccupati o non pagati. Non è per i lamenti altrui che siete a casa, questo intendo.

Ovviamente, per tutto questo cambiamento, Dr J rischia pure di prendere meno di quel che prende ora. Turni senza maggiorazione, Straordinarie non pagate, niente pausa pranzo che gli spetterebbe... neanche i Namibia trattano così la gente....
Ora ovviamente è scazzato e incazzato, nervoso e schifato e come dargli torto?
Stringe i denti fino a dopo la licenza matrimoniale, fine marzo e poi si vedrà.

Perchè alla fine non è tutt'oro quello che luccica eh!

Ma mancano 18 gg.

Vs Libby

lunedì 5 marzo 2012

Cara Lisa, anche io ho un countdown... - 19

E mancano 19 giorni al nostro si... oddio almeno si spera, magari davanti all'"Altare civile" dice di no! Ahahaah!

Fine settimana stancante quanto la settimana appena passata, che mi ha vista nomade praticamente tutti i giorni. E' stata dura ma ce l'ho fatta. Questa settimana, se non ci sono novità dell'ultima ora, dovrei riuscire a dedicarmi alle bomboniere e al resto delle cose che mancano.

Quindi, week end ricco mi ci ficco. Venerdì sera mini festa di compleanno per Dr J, siamo andati a mangiare dell'ottima carne al Road House e poi in discolatino con gli amici, che gli hanno fatto fare una deliziosa millefoglie. Foto, due balletti e siamo rientrati a casa alle 3, distrutti. Segno che ne io ne lui abbiamo più l'età per certe cose, ma io sono giustificata, i prossimi sono 38, lui mica tanto ahahahah!

Sabato mattina sveglia all'alba, preparazione fisica e mentale per la prova abito e successivamente la fiera. Come vi avevo preventivato, con me c'era la mitica Mere e quindi non vi dico nulla, andata a leggere da lei le impressioni sulla vestizione matrimoniale!!
Vi dico una cosa però, dopo 15 minuti sui tacchi, avevo già male ai piedi... ahahahah!

Dopo la prova abito ci siamo fiondate alla velocità del suono alla fiera Abilmente, che io e la Mere cominciamo il conto alla rovescia per l'edizione successiva, già dal giorno dopo la chiusura, vero Mere?
Come sempre io e lei ci troviamo d'incanto, prima di entrare ci siamo strafogate un buon "panin onto", che per chi non è Veneta magari non ha idea di cosa sia, ma ve lo riassumo così: 800 miliardi di calorie.... ma abbiamo bevuto acqua eh!!!
Il giro in fiera come sempre è stato produttivo... abbiamo speso anche se non potevamo permettercelo. Fettuccia rosa per me e nera per lei (che poi ci dobbiamo fare le borse eh!!!) e ho preso qualche perla ma davvero poca roba che tanto al momento non ho tempo di fare un cazzo praticamente.
Abbiamo riso come delle disgraziate, ci siamo abbondantemente gustate l'occhio (specialmente lei...ahahaha) con un ragazzo in uno stand che ha detto alla Mere "Puoi fare quello che vuoi..." e lei ha iniziato a fare pensieri impuri... e poi uscendo questo si piega e ci fa pure vedere un bel culo ahahahahah!!!

Dritta a casa, mezza distrutta, sognavo già la pizza del mio amore, il divano, un filmettino e tanta nanna... invece no! Abbiamo avuto a cena i genitori di Dr J che o non ci si vede per 4 mesi o ci si vede 7 volte la settimana. Insomma, niente film, poco divano, ma tanta pizza...e buona anche.

Ieri festa di compleanno per mio zio che ha fatto 60 anni il primo marzo e per mio cugino che ne fa 14 oggi. Mangiato, chiacchierato e poi a casa, finalmente tra le braccia di Morfeo sul divano tanto sognato.....

Novità lavorative per Dr J, il suo titolare, sempre più schiavista, ha deciso di cambiare i turni DI NUOVO... così dovrà lavorare dalle 4-12 oppure dalle 16 alle 00. Bestemmie a profusione... e ora vedremo cosa fare in proposito.

Una cosa importante che ci tengo a dirvi e che qualcuna di voi già sa... si è conclusa la saga dei cani, ve la ricordate vero? Al "Signor C." sono stati dati 10 mila euro per tutti i cani che rimarranno nelle loro nuove case, con persone che li amano e i restanti, credo 4, saranno in custodia presso ENPA. Ovviamente, sia il Comune che Enpa, una volta al mese faranno controlli presso l'abitazione del "Signore" in questione per sincerarsi che i restanti cani vivano dignitosamente.
Incubo finito e tutti contenti... in nostro Enrico potrà vivere i suoi anni restanti (ha già 9 anni il giovanotto) tra le amorevoli cure della mia famiglia.

Ciao belle ragazze.... - 19!!!

Libby

venerdì 2 marzo 2012

E che 29 siano!

Oggi è un giorno speciale... oggi è il compleanno del mio futuro marito. Arrivato a 29 anni bello come pochi.

Solitamente è sempre triste i giorni precedenti al suo compleanno, non l'ha mai vissuto con serenità e non perchè sia vecchio, anzi. Più semplicemente perchè si sentiva in obbligo di fare e festeggiare. A volte avrebbe voluto che ci pensassero gli altri e le volte che abbiamo organizzato, non sempre è stato semplice o rilassante.
Lo scorso anno abbiamo deciso "basta feste organizzate con cene da preparare!". Si festeggia tra noi e con gli amici e magari una pizza fuori, chi lo sa.
Lasciamo un po' tutto al caso quest'anno.


Ieri sera gli ho detto "Che strano che quest'anno tu non sia triste per il tuo compleanno!" e lui mi ha risposto sorridendo "Mi sto per sposare.... come posso essere triste?".
Caro il mio futuro marito....come potrei non sposare un uomo così?

Mi capita davanti agli occhi, ogni tanto, una foto che gli hanno scattato i suoi parenti al 26° compleanno. Era a casa sua, con una torta fatta dalla mamma davanti e una candelina a forma di numero. Era magrissimo, il periodo in cui ci siamo conosciuti, solo qualche mese dopo.
La guardo e sorrido perchè non avremmo mai potuto immaginare che diversi anni dopo, saremmo stati travolti dall'organizzazione del nostro matrimonio.

Così ora vi chiedo tutte in coro di cantare con me...
....TANTI AUGURI A TEEE... TANTI AUGURI A TEEE... TANTI AUGURI DR J... TANTI AUGURI A TEEEE.

Tanti auguri amore mio.

Libby

giovedì 1 marzo 2012

Il valore di ogni singolo giorno

Ve la ricordate la scena in Titanic? Quella in cui Jack sta cenando in prima classe e parla del valore che per lui ha il tempo? E poi brindano, "Al valore di ogni singolo giorno", alzando calici di champagne. Un gran figo Di Caprio, lasciatemelo dire... ora che è diventato UOMO, per me lo è ancora di più...
Sto divagando!

Oggi pensavo al valore di ogni giorno, come noi tutti valutiamo diversamente il tempo.
Pensate ad una persona ammalata, per cui ogni giorno è un regalo. O alla persona in vacanza, per cui ogni giorno che passa è uno in meno per riposare.
O pensate agli innamorati che vivono lontani, che valore può avere il tempo per loro a differenza di una persona che è dal dentista.
Eppure, il tempo non guarda in faccia nessuno, è uguale per tutti, è solo la percezione di esso ad essere diverso da persona a persona.

Le persone tristi sprecano un sacco di tempo ad esserlo, invece di godere dei momenti. Non c'è niente di male ad essere tristi, purchè questo non invada le sfere della vita che ci rendono felici. Passeggiare con il cane, giocare con un figlio, coccolarsi con il proprio compagno.

NON HO PRESO UNA BOTTA IN TESTA.... VI HO SENTITE EH???!!!!

Il punto è che io sono come mio padre, per certi versi. E come mia madre per altri.
Mi scoraggio inesorabilmente come se tutto il mondo fosse giunto alla fine, come se la mia vita fosse imbottigliata e non potesse più muoversi. Ma non è vero.
Il punto è saper guardare con occhi diversi, dando alle cose un valore corretto e non facendole più belle o più brutte di quello che sono.
Io fatico in questa fase. Ci sono situazioni che mi danno un'enorme angoscia, che poi si trasforma in tristezza e disperazione, ma queste situazioni rovinano anche i momenti buoni che ci possono essere e che mi cambiano dentro.

Il mio matrimonio, tra 23 giorni, comunque andrà sarà un successo.... ho ritirato le fedi e come vi dicevo qualche giorno fa, non mi fanno impazzire, continuo a preferire la tradizionale. Ma alla fine che importanza ha? E' una fede, un cerchietto d'oro, simbolo che io appartengo ad una persona e che questa persona appartiene a me. E mentre stamattina lo guardavo dormire come un bimbo, ho pensato che lo amo. Stop. Il resto è noia!!!
Il mio vestito.... cazzo donne, io sono proprio come il mio vestito. Oltraggiosa, appassionata, testarda, nevrotica e mi piace sorprendere, anche se alla fine sono semplice e discreta. E' il mio vestito, parla di me, che ho passato la stagione delle favole e delle principesse e che vivo di vita vera, incazzandomi con Dr J se non carica la lavastoviglie, piango disperata per una brutta notizia, mi commuovo per un cane che sta male e m'incazzo con le persone che dicono boiate. Sono così e basta.
E poi al matrimonio ci saranno persone a cui tengo moltissimo, dalla mia testimone, alle amiche milanesi, dagli amici, agli zii con cui ho ancora un rapporto. Insomma è una festa, non potrà mai essere noiosa! Tzè!

E per quanto riguarda la cosa di ieri, della toelettatura... parlando con mia madre mi sono sentita dire "Beh ma sapevamo che ci sarebbero state le tasse da pagare!".
Già, quanto sono idiota... ovvio che ci fossero. E vi dico un'altra cosa.... non ho nessuno che mi obbliga ad aprire il mese successivo alla fine del corso. Certo sarebbe molto meglio, per non perdere le tecniche acquisite.... ma perchè non cercare una strada diversa? Che non è quella del farmi assumere altrove, ma più che altro farmi un bagaglio di conoscenze, seminare e con pazienza raccogliere i frutti.
Una volta maturi i tempi, si rende tutto ufficiale.
Non ho idea di come fare eh... sto dicendo cose che ho pensato stamattina all'alba. Forse la visione d'insieme era troppo grande ancora, l'obbiettivo è una cosa da raggiungere passeggiando decisi, non correndo e sbucciandosi le ginocchia ad ogni caduta.

E sorrido un po' di più, sforzandomi oltremodo perchè di mio sono sempre con le palle girate, di cattivo umore e nervosa. Insomma grigia!
Ma sta arrivando la primavera.... la si sente nell'aria.
Anche se non ho progetti per le vacanze, non ho programmi per il viaggio di nozze, ho bloccato il percorso per la Fivet, sono senza un centesimo e con un lavoro che detesto e che mi rende un fantasma... c'è gente che vorrebbe avere il tempo che sto perdendo ad essere infelice... perchè di tempo non ne ha più.


Vs Libby