venerdì 9 dicembre 2011

Deserto

Deserte erano le strade di stamattina, quando sono venuta in ufficio a girar carte e a perdere tempo. Nella mia zona, anche se siamo ben lontani da Milano, quasi tutte le aziende sono chiuse, tranne la nostra!
Si perchè anche se i miei colleghi girano in officina di qua e di là, per finire 3 pezzi (TRE), per un cliente, alla fin fine non c'è altro da fare.
Stamattina mi sono dilettata a sistemare alcuni archivi e ora mi tengo due fatture da fare per quando sarà in ufficio il Messia, però, a conti fatti, avrei già finito la mia giornata lavorativa.

Le cose, in via generale, vanno così così. Dopo la chiacchierata con la psicologa del centro, mi si è aperta una voragine interiore che non riesco a riempire con niente. Mi sono pure trasformata in una rompicoglioni, isterica e scontrosa e non ne so nemmeno il motivo.
A sopportare tutto questo, quel sant'uomo di Dr J, che ieri sera, forse per addolcirmi un pochino, mi ha fatto anche la crostata di marmellata di fragole!

Stamattina poi, c'era un cielo bellissimo, ora completamente coperto da nuvolacce minacciose e mi sa che prima di sera piove.

Mi sono resa conto una volta di più che del mio lavoro non me ne frega un bel cazzo... qualche giorno fa la signora Messia ha dichiarato (cosa che il marito pensa bene di non esternare) che non sa se riusciranno a stare in piedi. Vedranno con l'anno nuovo, perchè al momento siamo messi piuttosto male. Ovviamente io sarò la prima ad essere, eventualmente, lasciata a casa.
Volete che vi dica la mia reazione? Sollievo!
No lo so, non sono normale, ma va bene così. Si chiude una porta, si apre un portone.... o magari no, ma visto che non ci posso fare niente, di sicuro non mi faccio prendere dall'ansia, che quella di sicuro non mi porta denaro.
Vedremo in futuro come andrà, adesso come adesso sto solo contando le ore che mi separano da casa stasera,  per il resto, sono sotto vuoto!

Novità matrimoniose (a proposito....Poggy tesorooooo, auguri per domaniiii) poche. Ho confermato l'abito e sistemato il problema colore/tessuto. Nient'altro, visto che io e Dr J non facciamo che discutere per gli inviti. Abbiamo gusti davvero differenti e le tre cose di base che volevo rimanessero ferme, per essere in linea con il matrimonio, le ha eliminate, quindi ovvio che non ci si trovi per niente. Siamo in fase sperimentale, ma abbiamo i giorni contati. Per non parlare delle bomboniere, che dovevamo ordinare a novembre e ancora non abbiamo deciso cosa fare... o meglio, io avrei deciso ma lui non è d'accordo!
Insomma, niente va come deve andare.... ma ci amiamo alla follia, nonostante tutto...

Buon week end lungo per chi lo sta facendo, alle altre.... buon fine settimana.

Libby

9 commenti:

  1. Ti faccio compagnia in questo nostro NON-ponte...ecchepalle...
    ma primo...per che cavolo non mi arrivano le notifiche dei tuoi aggiornamenti del blog? eh si che ti seguo...che nervus!!!!
    Penso sia normale le cose che stai provando ora, ma per fortuna non sei sola...pensa almeno a quello! Dolce lui...pure la crostata...
    il mio ieri invece ha semplicemente detto..."quelle mele non sono buone mi fai la torta per farle fuori?" O_o
    per tutto il resto....solo pessimismo e fastidio...ho una voglia di niente che non ti dico...ufffffffffffff.... ti ho tediata abbastanza...sarà una lunga giornata....
    bacio tesora!

    RispondiElimina
  2. senti vieni qua a darmi una mano a pulire, intanto chiacchieriamo alla grande e via!!baci Ilaria frollini

    RispondiElimina
  3. ciao erika! anche io lavoro, ed io amo lavorare i giorni di riposo degli altri...ma anche amo il mio lavoro..visto che tu lo odi, tieni sempre aperta la porta per la toelettatura!!! :D un bacione!

    RispondiElimina
  4. Ciao, pure io sto qua!!! etteparevaseioriescoafarmiunostracciodiponte!!!!!!
    In compenso mi hanno imposto le ferie la settimana tra Natale e Capodanno!!!!!!!
    Il sole si alterna alle nuvole pure qua, ma per il momento non penso che pioverà.
    Quando mi sono sposata io, e non è stato secoli fa eh, che io e Conan ci siamo sposati a gennaio del 2007.... e già: è che lui doveva capire se il rapporto avrebbe funzionato, visto i risultati del primo matrimonio!!!!! e così ci ha pensato quasi trent'anni!!!!!!!
    Comunque dicevo, quando alla fine ha detto, "sì, ok, direi che ci possiamo pure sposare" ho preso la palla al balzo e ho organizzato tutto in due settimane (prima che cambiasse idea!!!), ho fatto tutto da sola e non l'ho consultato per nulla.... oddio, tranne il suo vestito che per forza di cose ci doveva essere pure lui...... comprato il martedì, il matrimonio era il sabato, che la commessa mi guardava stranita..........

    RispondiElimina
  5. @Erika: nessun tediamento cara, figurati, ti capisco fin troppo bene. Capita anche a me di non avere aggiornamenti a qualche blog e non ho ancora scoperto come mai. Oggi il mio futuro marito mi ha accolta a casa con una serie di belle sorprese... le scrivo lunedì però. Ciaoo

    @Ilaria: ma si dai, almeno ci teniamo occupate no? Eheheheh!

    @Marta: ma scherzi? Mi sono già iscritta al corso e come mi chiamano verso la prima caparra. Se non ho modo di fare la sospensione lavorativa (se ancora avrò un lavoro) mi licenzio e mi lancio senza paracadute. Se mi schianto pazienza, ma spero che mi crescano le ali!

    @Giliola: ahahahah mi par di vederti! Beh anche io sulle prime mi sono molto arrangiata, però lui non è di quegli uomini che se ne fregano, anzi. Vuole sapere dettagli e particolari e mi par anche giusto visto che lui è lo sposo. Solo che peggio di un uomo che se ne frega dei dettagli, c'è l'uomo che se ne interessa in modo eccessivo!

    RispondiElimina
  6. Io sono qui... e sto lavorando un sacco...

    Per fortuna è venerdì, oggi non me la sento di aggiungere altro! :)

    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  7. Ciao PRxT, va bene così, non ti preoccupare! baci

    RispondiElimina
  8. ah raga.... buon lavoro in ritardo.
    io stavo cazzeggiando a casa...e poi con la chiusura del blog neanche mi viene la voglia di venire al pc :-)

    RispondiElimina
  9. Immagino come tu ti senta, ho una mia carissima amica che non sopporta più di stare dove lavora, a volte mi dice che il fatto che minaccino di chiudere le dia un certo sollievo a volte, non che sarebbe felice di trovarsi in mezzo ad una strada ovviamente però forse questo le darebbe la spinta necessaria per guardarsi intorno bene, per rinnovare la sua vita, cosa che non ha coraggio di fare ora perchè giustamente ha un lavoro a tempo indeterminato (miraggio al giorno d'oggi) e si sa che non si sputa sul piatto in cui si mangia, specie coi chiari di luna che ci sono in giro. Insomma il fatto di sapere che qualcuno chiude quella porta per te è confortante perchè diciamocelo, se tu salti quando potresti anche rimanere dove sei se va male sarà solo stato un TUO colpo di testa, ma se ti ci ritrovi col culo per terra per colpa degli altri tu puoi avere solo vantaggi dal tirarti su!!! O sbaglio?

    RispondiElimina

Le vostre perle...