mercoledì 21 dicembre 2011

Conversazioni

Sono rientrata a casa ieri sera ed ho trovato Dr J a letto, ranicchiato sotto le coperte. Con la scusa che la mattina la sua sveglia suona alle 5, nel pomeriggio si fa una sorta di violenza e cerca di andare a dormire qualche ora. Entro di sottecchi in camera, è tutto buio e solo la luce del corridoio, mi aiuta ad evitare di inciampare sulle sue scarpe sparse ovunque. Sembra un angioletto sotto il lenzuolo felpato, mi avvicino e gli sistemo per bene le coperte, come si farebbe con un bambino e lui di scatto si volta e mi fa BAAAAH, facendomi fare un salto...
Ma si può? Mi sono spaventata!

Mi invita nel caldo del letto e ci mettiamo a parlare.
Mi racconta di com'è stata la sua giornata (marrone come la mia!) e di come il suo titolare sembri, a volte, una zitella acida. Non si capisce bene se è perchè aveva le palle girate ieri, o perchè ha deciso di rompergli le palle senza sosta, anche se a questo punto ci chiediamo a che Pro. Dal momento che oggi, domani, dopodomani, può serenamente essere licenziato, senza per altro che ci sia una buona giustificazione. Ad ogni modo lo ascolto attenta.
Mi sono resa conto che sono preoccupata per lui.
Così lo guardo e accarezzandogli il viso punteggiato da una barbetta incolta, gli chiedo una cosa importante.
"Ti prego, non diventare grigio! Ci sono già io di grigia, di senza colori. Tu sei colorato e vivo di colore riflesso, se tu diventi grigio, a me chi mi aiuta?"
Lui mi sorride e mi risponde "Io sono colorato. Per ora. Spero di non diventare grigio."
Poi mi chiede del post di ieri e gli dico che ho delle frequenti ricadute, gli racconto della mia giornata, isterica e incazzosa come sempre... lui trova rilassante quando strillo e quasi piglia sonno. Incredibile!
Poi mi chiede "Qual'è il tuo sogno?" una domanda semplice, quasi scontata e imbarazzante. Ma resto per qualche secondo in meditazione e poi gli rispondo che non ne ho. Non ho nessun sogno.
Lui mi guarda e mi dice "Non è vero, un sogno ce l'hai. Che lui chiuda! Così potrà essere colpa sua se ti ritrovi senza lavoro e non colpa della tua incoscienza o di un tuo colpo di testa. Così, se poi non trovi lavoro potrai sempre dire che sei stata sfortunata, che la ditta non lavora più e non ti mangerai le mani."
Io lo guardo sull'orlo delle lacrime e gli rispondo "No, il mio sogno è non essere più lì, qualsiasi sia il modo."
Lui riprende dicendomi "Pensavi che col mio lavoro avresti avuto più coraggio, più possibilità, ma il mio lavoro non basta e quindi forse sei ancor più triste. E' questo il tuo nodo, il punto che ti fa stare male e viver male tutto il resto."

Avete capito perchè lo sposo? Lui legge me, come il leggo lui, senza parlare e senza bisogno di indagare. E' tutto lì.

E comunque serve a poco vederlo come un buldog inglese, io lo prenderei a badilate, cosa che con un animale non farei MAI e poi MAI. Non c'è paragone.
Stamattina è stato scortese, come ieri e anche come il giorno prima. E' una persona con cui non riesco a trovare un equilibrio. Ho giorni migliori e giorni peggiori. E nei giorni peggiori sento le urla silenziose in gola, che se apro bocca per le vibrazioni vengon giù i vetri.

E mi ripeto come un mantra SONO ZEN SONO ZEN SONO ZEN.

Libby

8 commenti:

  1. Libby, lo vedi che cosa bella che hai con Dr J?? Solo per quello vale la pena vivere, vale la pena essere colorati!!! :-)

    RispondiElimina
  2. Guarda se non fosse che è troppo giovane, già seriamente impegnato....... D.J. sei una forza!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  3. @Lisa: ma com'è che a volte non li si vedono i colori? Meno male che c'è lui!

    @Giliola: ahahaha... oddio vanitoso com'è adesso si darà un sacco di arie!

    RispondiElimina
  4. Il sogno siete VOI DUE che avete la fortuna di esservi trovati, ed è già realtà. Tutto il resto si sistema, io te lo auguro di cuore.

    RispondiElimina
  5. è importantissimo riuscire a parlare così tanto col proprio Lui, secondo me!! cerca di colorarti un pochino anche tu cara Libby...io ti auguro che il Natale ti porti qualche bella ventata colorata :-)

    RispondiElimina
  6. @Pauline: si anche secondo me. E poi è una cosa fondamentale in una coppia no? Un abbraccione cara.

    @Vete: caro ragazzo! :-D

    RispondiElimina

Le vostre perle...