giovedì 31 marzo 2011

Sensazioni: scrivo un altro post oggi!!!

Ieri sera abbiamo guardato Ghost in BluRay… abbiamo … ha guardato, perché io ho preso sonno appena dopo che Sam è morto e mi sono svegliata all’ultima scena.

Il risveglio per altro non è stato dei migliori.
Avete presente quando fate un brutto sogno e vi svegliate con la sensazione che tutto sia stato reale? Quando la vostra sensibilità è talmente alta da farvi “sentire” le cose come reali?
A me è capitato lo stesso. Alla frase “Molly è splendido l’amore che hai dentro….” Io stavo già piangendo senza volerlo.

Assonnata mi sono asciugata la faccia perché Dr J non se ne accorgesse e mi prendesse per pazza (ma a questo punto lo saprà pure lui e avrà la conferma della mia follia) e sono andata a letto.
Lui ha tardato un pochino e io mi sono ritrovata al buio a pensare alla mia vita senza di lui. Sentivo il vuoto nel letto, il buio della stanza e il silenzio di casa e mi è venuto da piangere di nuovo.
A quel punto la cosa migliore da fare e lasciare che i pensieri ti tocchino nel profondo, che ti facciano piangere per poi riuscire a trovare una compostezza.

Ho visto me stessa arrivare a casa e trovarla diversa, senza il disordine tipico del mio compagno, senza i suoi libri, i suoi vestiti, le sue scarpe in giro. Senza la sua voce, il suo profumo e il calore dei suoi abbracci.
Mi sono vista da sola seduta sul divano a fissare il vuoto perché poco avrebbe ancora senso senza di lui.
Me stessa a cercare qualcosa che mi consoli e conforti e ho visto solo il mio papà e la mia mamma, nessun altro.
E quindi ho capito una volta di più la fragilità dell’essere umano, la mia fragilità, il mio bisogno di stare e di vivere ogni minuto con la consapevolezza che Dr J c’è. Che è con me e per me.
Ho scacciato via l’angoscia e le lacrime e ho tentato di addormentarmi, anche se lui non era ancora vicino a me.



Poi è arrivato, si è messo il pigiama e mi ha presa per mano….

Così ho preso sonno, di nuovo, vicino a lui.

Vs Libby

12 commenti:

  1. sei tenera Libby. E molto innamorata!

    RispondiElimina
  2. domenica ho sognato che stavamo facendo la festa di fidanzamento in un campo di pannocchie, con solo gli amici di lui (che a me non fanno tutta sta simpatia) tra i quali c'era sta ragazza che io sapevo essere la sua amante, nel senso che in sogno avevo sta sensazione, e poi una delle sue amiche me l'è venuto a dire. mi sono svegliata con un'angoscia e un senso di pianto...che non hai idea. perchè non ero arrabbiata, ero delusa e tristissima xchè lui aveva un'altra. ti dico solo che lui mi ha dovuto rimpinzare di tagliatelle al ragù e una marea di coccole prima che mi passasse.....che strana cosa la mente!!

    RispondiElimina
  3. @Chanel-Luna: snif (tiro su col naso!) grazie! :-)
    @Candy: si si ti capisco benissimo, certe cose ti lasciano un senso di... disperazione che anche se la tua testa sa che era un sogno, la sensazione rimane... che roba strana eh!?

    RispondiElimina
  4. Mamma mia, al solo pensiero piangerei qui in ufficio. Anzi, ho anche gli occhi lucidi...
    Senza SF impazzirei...

    RispondiElimina
  5. io senza PapàKappa onestamente potrei morire. come dico sempre anche a Mati "ti amo anche quando mi fai arrabbiare"

    RispondiElimina
  6. io nn voglio pensarci....nada pensieri nefasti...sei molto dolce sai?

    RispondiElimina
  7. Questo è proprio amore, caspita!!! :-)) E comunque io avrò visto "Ghost" almeno 112 volte, tanto da recitarne le battute dietro i protagonisti, ma nonostante ciò ogni volta piango come un vitello, sigh.... :-))

    RispondiElimina
  8. se nn ci fosse luca io morirei.
    certo oggett siamo forti e sappiamo cavarcela..ma senza di lui sarebbe cm respirare a metà..

    RispondiElimina
  9. @PRxT: ecco perchè evito di pensarci intensamente, altrimenti potrei disperarmi davvero!
    @Mamma: anzi, il fatto che lo amo anche quando mi fa incazzare dimostra quanto io lo ami!!!
    @Nya: naaaa... dolce io? ma quando mai! :-D
    @Lisa: ah non me ne parlare, io piango anche durante il TG5!
    @Carrie: la verità è che siamo fatti per sopportare anche i dolori più folli. La perdita di un genitore, di un amico, di un compagno... ma hai ragione, sarebbe come vivere a metà!

    RispondiElimina
  10. Ah ma allora non sono l'unica che si fa i film e poi piange come una fontana!

    RispondiElimina
  11. @Aus: direi di no tesoro, ma avevi dubbi???

    RispondiElimina

Le vostre perle...