mercoledì 9 marzo 2011

La seconda moglie

Nella vita, ognuno di noi ha un ruolo e da un ruolo alle persone che fanno parte, tanto o poco, del loro cammino.
La mamma, la sorella, il fratello, l'amico, il marito, la moglie, il collega... e via dicendo.
Sono dell'idea che questi ruoli debbano sempre essere rispettati, quindi la mamma deve fare la mamma e non l'amica, il fratello non deve fare il padre e gli amici non devo fare le mogli o i mariti.

Purtroppo a volte capitano cose che mi fanno dubitare della chiarezza di questi ruoli.

Dr J ha una collega che tutte voi (o quasi) avete conosciuto in un post scritto parecchio tempo fa, su Libero, la Logorroica. Ho avuto modo di conoscerla un anno fa, forse di più, e pur non essendomi antipatica, mi irrita irrimediabilmente.
La cosa che ho potuto notare da subito, la prima volta che l'ho vista, è che ripete talmente tante volte il nome di Dr J, da darmi quasi la nausea. Del tipo che se le si slaccia una scarpa deve informarlo anche di questo avvenimento. E parla di continuo e gli fa un sacco di domande e di battutine. Insomma, un rapporto che mi è stato stretto da subito....
Gelosia! Direte voi... Eccerto!!! Rispondo io!
Con la fatica che ho fatto per stare con lui, vi pare che possa andarmi bene un atteggiamento simile?

Ieri sera Dr J mi chiede se assomiglia ad uno zingaro (non ricordo se ha usato proprio questa parola) e immediatamente gli ho chiesto "Chi ti ha detto che assomigli ad uno zingaro?"... sembrerà strano, ma già una volta se n'è uscito con "le mie colleghe mi hanno detto che mi vesto male e che sono trasandato" (per sue colleghe intendo la Logorroica e l'Acida che ora non c'è più) e la mattina successiva si era presentato al lavoro tutto in tiro, come se il loro sentenziare fosse stato più di valore delle rassicurazioni che io gli avevo fatto la sera prima. La cosa mi aveva fatta piuttosto incazzare eh!!!

La cosa si è ripetuta. La sua collega gli ha detto che deve comperarsi camicie e vestirsi con quelle....
Ammetto di essermela presa con lui, anche se non aveva colpe, ma quello che mi sono domandata è:
1- chi cazzo sei tu, donna qualsiasi, per andare dal tuo collega, munito di cervello e di compagna, a dirgli come si deve vestire?
2- per quale motivo Dr J, che solitamente si inacidisce se qualcuno gli fa una qualsiasi osservazione, alla collega Logorroica non dice una buona volta "fatti i cazzi tuoi che ho una madre e una moglie, non ho bisogno di altri consigli, tanto più che li puoi dare a tuo marito!" ?

Questo è quello che mi da fastidio. Io ho il mio collega (logorroico pure lui) che fa il lumacone tutto il tempo e dopo le prime volte in cui la buttavo sul ridere, ora lo rimetto al suo posto tutte le volte, perchè il suo atteggiamento mi da fastidio e immagino dia fastidio anche a Dr J. Gli faccio presente che ho un compagno e che se un collega di sua moglie facesse le battuite che fa lui con me, magari gli roderebbe il culo.
Dr J mi risponde che se la Logorroica ha voglia di sprecare il fiato, si accomodi, che non è vero che lui le da retta............ mah! Per quanto poco, le cose che gli vengono dette da lei, un po' lo condizionano secondo me.

Ho anche il sospetto che lui non mi racconti tutto quello che la Logorroica gli dice, perchè sa che m'incazzo. Non so se esserne felice o meno!
Prima che mi diciate, come la scorsa volta, che è ovvio che con i colleghi si instauri un rapporto stretto e di confidenza, dal momento che si trascorre insieme molto tempo, vi blocco già e vi dico che, in ogni caso, sono io la sua compagna, sono io che al limite posso fargli presente che potrebbe vestirsi meglio (e giuro che non ce n'è assolutamente bisogno perchè Dr J si veste meglio di me!!!) e che anche io ho colleghi maschi a cui non mi permetto di dire assolutamente nulla. Il mio ruolo è LA COLLEGA, non la moglie o la figlia.
La signorina in questione, qualche settimana fa, ha avuto da ridire anche perchè io e Dr J ci sentiamo per telefono tutti i giorni in pausa pranzo, considerato che non ci si vede per quasi 11 ore. Gli ha chiesto che ragione c'è che ci sentiamo tutti i giorni al telefono, gli ha pure detto che se parliamo tutti i giorni a pranzo, poi alla sera non abbiamo nulla da dirci....
Forse la ragazza confonde il nostro rapporto con quello che ha col marito.... ma dico io, saranno pure cazzi nostri se vogliamo sentirci no???

Odio le persone (chiunque) che vogliono prevaricare il mio ruolo. Che sia di compagna, di figlia, di amica o di collega! Io con gli altri non lo faccio, gradirei lo stesso trattamento.
Che poi non capisco perchè molte persone si arrogano il diritto di trattare mio moroso come se fosse un cerebroleso, quando tutti i loro cervelli messi insieme, non fanno un unghia del suo. Quando per quanto s'impegnino non raggiungeranno mai la sua sensibilità e la sua cultura....
Ma sta gente, non ha un cazzo da fare nella vita??

Vs Libby

PS Amore... non ti arrabbiare, non ce l'ho con te! I love You!

Ecco, Dr J non è ancora sposato e ha già una seconda moglie.....

24 commenti:

  1. la gente parla perchè ha la bocca, soprattutto se parla per criticare; i colleghi poi a volte, col fatto che passano tanto tempo insieme a noi, pensano di conoscerci meglio dei nostri compagni/mariti. Sinceramente se la Logorroica ha sempre tanto da dire fa bene dr J a non dirti tutto che te la prenderesti quando in fondo basterebbe lasciar correre

    RispondiElimina
  2. @Vete: si infatti credo mi risparmi solo tanto nervoso per nulla, che lei nulla è alla fine. Però è questo senso di prevaricazione che mi da noia. Sarà che io non sono così....

    RispondiElimina
  3. il lasciar correre non significa che non sia altamente fastidiosa, eh!

    RispondiElimina
  4. @Vete: certo che no, quello lo è sempre putroppo!

    RispondiElimina
  5. Bè io capisco il rapporto tra colleghi ma questa è davvero davvero esagerata!!!! E darebbe fastidio pure a me!!! E' vero che anch'io col mio collega ho un rapporto stretto ma non mi sono mai permessa di dirgli "come ti sei vestito?" e nemmeno lui a me, se non scherzosamente quando mi prende in giro perchè sono tutta scollata o perchè ho gli stivali del gatto con gli stivali!!! Ma ti dirò di più che io mi permetto raramente anche con il mio compagno perchè credo che ognuno si debba vestire come meglio crede (a meno che non metta proprio colori tipo arlecchino o non mi chieda pareri) e sono anche dell'idea che ognuno deve essere come crede!! Sinceramente mi sembra una portinaia questa qua e senza un minimo d'intelligenza. Hai detto bene: deve stare al suo posto e certe cose se le tenesse per lei o le dicesse al suo di marito!!!

    RispondiElimina
  6. Allora.. il mio commento si divide in due parti; la prima: sono d'accordissimo sul fatto che nessuno si debba permettere di sindacare sul vostro rapporto, su quante volte al giorno vi sentiate, cosa vi diciate e roba così! Sono e devono essere solo affari vostri e nessuno si deve permettere di metterci neanche l'ombra di un commento, secondo me! Seconda parte: e qui mi odierai, lo so! Anche l'altra volta, quando uscì questo argomento, io ti dissi che, con i miei colleghi più "stretti" io faccio esattamente così: commento i loro abbinamenti di colori, come sono vestiti, gli dò consigli e loro li colgono, tanto che, casomai, il giorno dopo, vengono a farmi verificare la validità dell'abbinamento che hanno prodotto! Ma con questo io non rubo il compito a nessuno, secondo me.. cioè, io credo che nessuno debba poter dire ad un altro come si deve vestire, semplicemente, se vedo che hanno bisogno di un consiglio, visto che c'è un rapporto di affetto, glielo dò, perché mi sembra normale, perché lo farei con qualunque persona a cui tengo e che non si offenda.. ecco, io non ci trovo nulla di male, purché venga fatto in assoluta buona fede! :-)

    RispondiElimina
  7. ehm ehm ehm io non ho rapporti stretti con nessuno in ufficio... tutto molto professionale e stop...

    RispondiElimina
  8. @Mere: meno male che sta cosa finisce presto, al 31 marzo si dicono ciao ciao e buona notte. Speriamo di non trovare di peggio poi però!!!
    @Lisa: tu non saresti una collega di Dr J a me gradita! Ahahahaah! Scherzi a parte. Se hai un rapporto d'affetto lavorativo con un collega, non sono d'accordo comunque, ma ci può stare. Il problema è che ho l'impressione che il suo non sia un consiglio ma una critica, e anche se fosse un consiglio mi starebbe ugualmente sui marrons, quindi che lo dico a fare? Vorrei che si invertissero i ruoli e che tu avessi il tuo Luciano che ha una collega che gli dice come si deve vestire o che sta male vestito così o colà..... che mi dici?
    @Princi: ok tu sei promossa e se vuoi puoi diventare collega di Dr J! Ahahaahah!

    RispondiElimina
  9. Già col titolo avevo capito tutto ehehehe.
    La cosa più fastidiosa è sicuramente che si sia permessa di sindacare sulla vostra telefonata in pausa pranzo, e lì ci voleva una bella risposta che la zittisse una volta x tutte.
    Fastidioso anche che questa gli dica come deve vestirsi.....va bene la confidenza, ma non mi sembra il povero sprovveduto che ha bisogno di un'ulteriore mamma o moglie.
    Però forse certe persone si permettono questi atteggiamenti perchè glielo si permette. Con certe persone il lasciar correre equivale a trovarsele infiltrate nella propria vita.
    Urgh e con questo Dr. J. mi odierà :-)

    RispondiElimina
  10. Ahahaahahahah.. meno male che non lavoro con Dr J, allora!!! :-)) Pensa che c'è un mio collega che mi racconta sempre che la mattina impazzisce a cercare i calzini del colore giusto (io sono fissata con il pendant del calzino!!), la compagna gli dice che non è una tragedia e lui risponde sempre "Non è una tragedia per te.. se tu dovessi stare tutto il giorno con Lisa, lo sarebbe eccome!!", ma per fortuna ci scherzano entrambi, proprio perché è una cosa fatta con affetto, senza nessun secondo fine, anzi, spesso vengono a farsi consigliare di loro sponte!! Beh, se è una critica è diverso, perché non so come chiunque si possa permettere di criticare un altro!! Per quanto riguarda Lucianino, forse perché per l'appunto è una cosa che faccio anche io, non le dò particolare peso, giuro!!

    RispondiElimina
  11. te lo dico? non te lo dico? ma sì, dai, te lo dico.
    io, in quanto collega-affascinante-zitella-acida-nonchè-segretaria-del-capo ogni tanto mi sono permessa alcune volte di "criticare" alcuni colleghi (due).
    MA: il primo perchè veniva a chiedermi dei pareri specifici (tipo abbinamento cravatta camicia piuttosto che pantaloni scarpe) e quindi cosa fai, non glieli dai? e il secondo perchè va oggettivamente in giro conciato come un senzatetto, e allora, ogni tanto, quando proprio non riesco a trattenermi, glielo faccio notare... Anche perchè non lavoriamo in una concimaia, ma soprattutto perchè sua moglie una volta mi confessò di essere disperata!!! :)

    RispondiElimina
  12. (la seconda frase è scritta in maniera penosa, chiedo perdono!) che "ogni tanto - alcune - alcuni" non si può leggere!!!

    RispondiElimina
  13. @Luna: Dr J è fondamentalmente un uomo, credo che eviti per non darle importanza, senza pensare al fatto che magari questa si prende delle libertà che non dovrebbero dare fastidio solo a me, ma in modo particolare a lui. Io credo che non voglia mandarla a quel paese perchè ci lavora assieme e magari non vuole risultare acido e antipatico. O chissà per quale altro motivo. Diciamo che preferirei che lei dispensasse consigli altrove!
    @Lisa: mah, sarà che se lo facessi tu con i tuoi modi sarebbe diverso... ma a me se lo fa lei mi da fastidio, magari perchè è capitato di uscire a cena con i colleghi di Dr J e lei ha parlato più con mio moroso che col suo!!!! Mah!
    @Poison: vedi? le ragioni sono differenti. Se uno chiede tu rispondi ed è corretto. Se uno è una disperazione (e la moglie te lo confessa pure) è un'altra questione... se uno si veste sportivo, è ordinato e pulito.... perchè devi sollevare la critica e dirgli che deve mettersi questo o quello? Non credo sia fatto con le stesse motivazioni ecco... ma mi sa che è la gelosia che parla....

    RispondiElimina
  14. ma pensa te la gente.dico io ma se tue Dr J vorreste sentirvi per un'ora intera della pausa cmq non sarebbero affari suoi.io diventerei una iena al tuo posto Libby.
    hai eprfettamente ragione su tutto.
    io non ho confidenza stretta con nessuno qui in ufficio,c'è un collega che lavora qui da una vita con il quale si parla di piu,del suo bimebtto e di sua moglie che conosco.ma riga.stop.

    RispondiElimina
  15. Ecco, magari è proprio la persona che ti disturba, non strettamente l'argomento!! :-)

    RispondiElimina
  16. Massima comprensione su tutto....gelosia e rabbia verso sta malalingua...odio l'invadenza in tutte le sue forme e questa "signora" credo che oltrepassi i limiti....pensasse agli affari suoi e a suo marito/compagno....invece di notare come è vestito il tuo....mi roderebbe oh sì quanto mi roderebbe......uhm, dovevo mica calmarti o dire che puoi travisare le sue buone intenzioni e cavolate simili?No xchè altrimenti mi devo sforzare x fare un commento piu appropriato ma decisamente non veritiero :P

    RispondiElimina
  17. avevo scritto un commento più lungo e poi mi è esploso il pc.
    La sintesi è: io una collega così l'avrei già ammazzata da tempo.
    Dr J, però, deve imparere a darle del lungo e soprattutto a non farsi condizionare da lei.

    RispondiElimina
  18. @Lali: io non ho mai proibito a lui di conversare o avere un rapporto lavorativo con i suoi colleghi, solo che ste intrusioni mi danno fastidio. C'è da dire anche che lei spesso gli fa il terzo grado per sapere dei nostri week end e dei nostri regali e dei cavoli nostri insomma, ma non credo lo faccia con cattiveria. Il punto è che a me da fastidio!
    @Lisa: non credo sia solo la persona, forse sono i modi ecco.
    @Nya: oh no cara, qui si commenta quel che si sente. Tanto l'incazzatura mi è ben passata ormai e tra l'altro non meriterebbe nemmeno il mio nervoso no?
    @Mamma: oh meno male, pensavo di essere io pazza. Sai cos'è? Che Dr J non lo fa e credo sia per non tirarsi su rogne. Questa davvero per farla star zitta bisogna ucciderla!!!

    RispondiElimina
  19. Io sono perfettamente d'accordo te, perché non si può assolutamente accettare questo comportamento da parte di una persona che nella sua vita ha semplicemente un ruolo di collega...
    Con questa sua intromissione vorrebbe farti intendere, indirettamente, che tu, a suo avviso, lo trascuri e non ti curi di lui... e vorrebbe farlo intendere anche a Dr. J.
    Uhm... a me puzza!!! A me... ripeto!

    RispondiElimina
  20. Libby cara, ma com'è che leggo tra i blog amici che abbiamo in comune che tutti ti conoscono? uffi, solo io non ti ho ancora conosciuta??? :)
    Guarda che la settimana prossima salgo da TheRooster... ... ... :P
    Comunque, mi piacerebbe fare due chiacchere anche con te su msn ...o fb... fai tu... :) sempre che il piacere sia reciproco :)

    RispondiElimina
  21. io ho un collega tanto sfigatello, ma gli dico sempre che si veste carino. Mi offro di aggiustargli i pantaloni e le cerniere rotte. Qualche volta perde anche dei bottoni lungo la strada. Sua moglie lavora molto e non gli piace il cucito. Spesso gli racconto cosa mangio la sera e lui in primis mi chiede la ricetta. Se vado a vedere un posto vuole ritornare con lei (sua moglie). Non lo so, non ci vedo nulla di male nel mio di rapporto... però devo essere sincera...se succedesse a me sarei in tilt. E quindi ti capisco tanto e tanto.

    RispondiElimina
  22. @Funambola: perchè secondo te a me non puzza? Ma io sono la pazza visionaria, invece credo che noi donne vediamo un po' più in là, ma questo gli uomini mica lo capiscono sai! Gioia... ma non è vero che tutte mi conoscono, solo Chanel, Luna e Aus, quanto meno di persona, poi si, ne ho molte su Face. Ma si, se dici ci leggiamo lì... ma come si può fare?
    @Chanel: purtroppo credo che convenga sempre pensare a come ci sentiremmo noi se ci capitasse una determinata cosa. Non che tu stia facendo qualcosa di male, per carità... però io non l'ho mai fatto con nessuno dei miei colleghi, in anni e anni di lavoro. Mi sembrerebbe di "prevaricare" il ruolo della moglie o della fidanzata. Diverso è, se lui è libero.... però ripeto, è una mia idea e magari sbaglio!

    RispondiElimina
  23. le donne che nn sapevano stare al loro posto..."luchino mettiti la camicia che stai tanto bene" le ho tutte messe a posto.ma anche lui..che cmq nn le ha mai ascoltate essendo testone!

    RispondiElimina
  24. comunque tanti uomini sono molto vanitosi...e vanno in primis a chidere come stanno o non stanno! io gli dico sempre bene comunque.

    RispondiElimina

Le vostre perle...