martedì 15 febbraio 2011

Sto parlando di te

A volte rimango davvero basita dal comportamento di certe persone, o meglio, delle persone in generale.

Ieri ho scritto un post, in cui semplicemente raccontavo che tre bimbetti che abitano nel mio palazzo, fanno un gran baccano praticamente 24 ore al giorno. Non credo di avere offeso nessuno in questo senso, ma solo di aver posto per iscritto un problema che ho da un anno e che, visto che passo molte ore fuori casa, non mi da particolarmente fastido, tanto più che i bimbi in questione quando mi vedono si fermano a chiacchierare con me e direi che sono tutt'altro che antipatici.
Sono tre chiacchieroni dalle facce paffutelle e simpatiche e le loro madri sono cordiali, pur non conoscendole veramente.

Mai l'avessi fatto.
Ho capito che al mondo ci sono argomenti che non si possono assolutamente trattare: politica e bambini, perchè non si sa come mai, ma parlando di bambini, orde di madri si sentono tirate in causa e offese a morte dalle mie parole. Che poi, avessi detto qualcosa di male.... avessi detto che siete tutte stupide ed incapaci. Ben lungi dall'averlo anche solo pensato.

Ci sono persone al mondo che non desiderano avere bambini (vedi Lisa che si definisce addirittura ERODE) e che non gradiscono dover sopportare i capricci dei bimbi altrui. Niente di male credo... sono forse da condannare?

Ma al di là dell'argomento preciso, io mi chiedo, ma cos'è? Adesso non si può più parlare di niente? Se parlo di moda tira il culo a Carrie (per dovere di cronaca, intendo che quando si parla di moda Carrie ogni tanto mi tira il collo a ragione. Io non ho NULLA contro di lei, ho preso lei come esempio per la famosa storia della tuta! Carrie perdonami non intendevo metterti alla pari di altre persone!), se parlo di animali sta sui maroni a Pinco Palla, se parlo di politica vengo messa al rogo, se parlo di libri mi becco che sono ignorante, se parlo della MIA vita, mi prendo che sono una disgraziata perchè mi permetto di giudicare (VERO MADAME?)... facciamo così, ditemi di cosa volete che io parli, ditemi cosa gradite, ditemi di cosa posso parlare e io lo faccio giuro!!!
Dr J usa spesso le parole "coda di paglia", ossia, colui o colei che anche senza aver mai fatto il suo nome, si sente tirato in causa in qualsiasi argomento lo tocchi anche solo di striscio, come se tutto l'Universo avesse a che fare con lui e stesse lì a guardare lui.
Coraggio ragazzi miei, la vita è varia e diverse sono le persone che la vivono e diverse sono le esperienze. Io posso essere infastidita dall'indiano che mi entra in ufficio e puzza come un toro, o della signora Pina che ha un profumo che stordisce, o del mio collega logorroico.... sto parlando di loro, non di voi....

Resto basita, davvero, perchè è proprio vero che il mondo è bello perchè è avariato!

A bien tot!!!
Vs Libby

43 commenti:

  1. Si ok, oggi qui fa davvero schifo. Nebbia e pioggerellina fastidiosa. E' tornato anche il freddo. Speriamo dicano il vero i meteorologi che prevedono solo qualche giorno così e poi torna il sole. Andava bene? :-D

    RispondiElimina
  2. ma uff che centro io che ti ho p'ure dato ragione?

    RispondiElimina
  3. Ok adesso per tutta la settimana ci dai le previsioni nel nord est.

    RispondiElimina
  4. vuoi che te lo dica io? metti il blog privato e invita gente che ti sta a cuore. Credo che sia doveroso nei TUOI CONFRONTI. E NON TE LA PRENDERE. Sangue dal muro non se ne cava con certa gente. Che poi...non so se ricordi ma.... me ne ha dette di ogni a me che sono BUONA BRAVA E BELLA. TSE! E ANCHE ALLA MIA TIZI. CHE TTE FREGA LIBBY....

    RispondiElimina
  5. E TU CARRI.... DIO SANTO. Sei sempre in mezzo.

    RispondiElimina
  6. Io sono d'accordo con Dr J: secondo me se la reazione di una persona rispetto ad un argomento di cui dovrebbe essere lecito parlare è esagerata, è un chiaro caso di coda di paglia... cioè, io non ho figli e desidero che quelli degli altri non mi sfrantechino e sono un mostro??? Non chiedo che stiano fermizittiimmobili, ma che abbiano rispetto per gli altri e consentano una civile convivenza, come accadeva quando ero piccola io e come non accade più oggi che sono i bambini a comandare e i genitori a fargli fare il bello e il cattivo tempo, senza capire che il rispetto e la disciplina sono fondamentali per non mettere al mondo gli zulu che poi fanno cose fuori dalla grazia di Dio, di cui poi ci si stupisce quando si sentono al tg: "Ma come? Veniva da una buona famiglia..." peccato che la buona famiglia non gli ha insegnato come stare al mondo! Scusa eh, ma quando riuscirò a farmi una ragione del fatto che il genere umano è vario ed eventuale (soprattutto eventuale!), non sarà mai troppo tardi!! :-)

    RispondiElimina
  7. Ma se parli del tempo si potrebbe offendere Corasson!!! E concordo con Chanel....santo Dio Carrie sei sempre in mezzo ahahahahahaha!!!! Comunque Libby tesoro adesso vado a leggermi i commenti del post precedente visto che io non ho partecipato alla diatriba. In ogni caso io l'avevo letto il post e non mi sembrava assolutamente una crociata contro i bambini, non mi sembrava avessi offeso nessuno. Un'ultima cosa....se a farti tante critiche è stata Madame lasciala stare quella è una psicopatica!!! E' bastato a me averci a che fare!!!

    RispondiElimina
  8. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  9. cmq questo blog è casa tua e se a te i bambini facessero ribrezzo sei assolutamente libera di scriverlo, d'accordissimo sul ragionamento "coda di paglia"

    RispondiElimina
  10. chiara non ti commento.se non hai capito era ironica.se ti sto sempre in mezzo NN LKEGGERMI CARINA.NESSUNO TI OBBLIGA.

    RispondiElimina
  11. libby, cara, aggiungi tra gli argomenti da non trattare, il grande fratello che di quello ne ho già le palle piene... ^__° detto questo, non ho seguito la discussioni sui gagni... ma cavoli il blog è tuo, puoi scriverci pure "scemo chi legge!!"

    RispondiElimina
  12. PURTROPPO Cè UNA REGOLA NN SCRITTA : i bimbi possono fare tutto.come se avessero più diritti di noi.dobbiamo capirli,sono piccoli.e sti cazzi dico io...se vivi in un palazzo devi stare o far stare i nani a certe regole:io di notte pretendo di dormire.ok ai neonati ma un bimbo di 5anni che fa casino mentre gioca,nein.

    RispondiElimina
  13. Io per ora taccio, perchè l'altro giorno, che mi sono permessa di sgridare mia nipote perchè stava facendo un mucchio di scenate per provare delle scarpe, strillando in mezzo al negozio (e mia sorella mi dava ragione), è intervenuta mia madre dicendo che io non potevo capire, che non ho figli piccoli. NE riparlerò fra qualche anno

    RispondiElimina
  14. claudia A ME GIRANO I COGLIONI SE SONO IN UN NEGOZIO E NN MI GODO LO SHOPPING CAUSA NANA URLANTE:se nn hai figli che stanno in società,lasciali a casa!nn puoi far pesare sta cosa sugli altri.

    RispondiElimina
  15. io aggiungerei anche che poco sopporto i bambini urlanti in treno... che già di suo non è una passeggiata, figuriamoci con qualcuno che ti urla nelle orecchie

    RispondiElimina
  16. si, va bene, tutto bello e giusto in teoria.
    la pratica poi è un po' diversa... però i bimbi non sono Tv che le accendi e le spegni.
    anche a me da' noia il cane del vicino, ma non psso dargli fuoco, giusto?
    i bambini (non i nani) vanno educati e questo costa attenzione e fatica. credetemi, i genitori nella stragrande maggioranza, ci provano: qualcuno ci riesce bene, altri un po' meno. le metodiche son diverse e son d'accordo che bisogna rispettare il prossimo.

    se non ti godi lo shopping per la nana urlante, Carrie, hai dei problemi a prescindere dai nani urlanti :D

    RispondiElimina
  17. @Gnap: tutta tutta??? Uffff...
    @Chanel: non me ne frega un tubo onestamente, ma oggi non avevo un cazzo da scrivere ahahahah! E comunque Carrie non centra nulla, l'ho portata ad esempio solo per il discorso della tuta.
    @Lisa: mi trovi d'accordo ovviamente, ma nello stesso tempo io sollevo un quesito, noi, saremmo in grado di fare di meglio? Il fatto che non abbiamo figlio potrebbe essere già una risposta. A libera interpretazione ovviamente.
    @Mere: si me ne sono accorta!!! Ah e Carrie non c'entra un tubo con sta storia, mi pento di averla nominata, ma l'ho fatto solo per portare l'esempio della storia della tuta, giuro!
    @Chiaretta: oh come mi dispiace di aver messo in mezzo Carrie, non centrava un cacchio con sta cosa e ve la siete presa con lei. Ora ho corretto per dovere di cronaca. Ad ogni modo non metto il blog privato, io non ho paura di nessuno e tanto meno dei commenti idioti!
    @Vate: e meno male che non mi fanno ribrezzo allora, altrimenti mi avrebbero fatto internare all'Ucciardone!!!
    @Carrie: CHIEDO VENIA SCUSA E PERDONO! MI ASSUMO TUTTE LE RESPONSABILITA' PERCHE' FORSE NON ERA CHIARA LA MIA IRONIA!!!!
    @Gi: ahahaha no dai, scemo chi legge no, che poi non legge più nessuno!
    @Carrie: assolutamente d'accordo cara. I bimbi sono dai 3 ai 7 anni, quindi ben in grado di imparare e capire.
    @Cla: ma il fatto di non avere figli, non ci da il diritto/dovere di essere infastiditi dalle urla ingiustificate e capricciose? Io non riesco a capire....

    RispondiElimina
  18. Ely, guarda, era un negozio per bambini deserto (e non penso che sia un posto che frequenti regolarmente e se anche lo frequenti sarà una volta ogni tanto per qualche regalo), eravamo solo noi 4 e purtroppo per provare delle scarpe ad una bimba di 2 anni devi per forza portartela dietro. A discolpa della pupa, che ti assicuro è fin troppo educata e divertente quando è in giro, posso dire che eravamo in giro da troppe ore, quindi era parecchio stanca. Fidati, lo shopping con mia nipote è qualcosa di esageratamente divertente!!! Però, se io dopo un po' di ore ti dico "sono stanca", lei, a due anni, ha come unico modo quello di fare un po' di capriccetti che, ripeto, ho provveduto subito a calmare. Mica l'ho fatta urlare per 2 ore filate!!!

    RispondiElimina
  19. Libby, secondo possiamo essere infastidite solo se il lamento va avanti a lungo, da tanto tempo e se no c'è alcun intervento da parte dei genitori di calmarlo: cioè, sono al ristorante e trovo in giro bambini che urlano tra i tavoli per tutta la durata della cena, ecco, mi infastidisco. Ma se è solo un'urlatina perchè non vuole più mangiare e la madre insiste un poco, non riesco proprio a esserne infastidita.

    RispondiElimina
  20. @SEMPER:ho dei problemi xkè voglio stare in pace se sn in giro x negozi?se nn ho figli nn devo subire i pazzi altrui..
    @cla:a volte i nani urlanti li trovi anche in negozi nn da bimbi

    RispondiElimina
  21. Non so, sinceramente, se noi saremmo in grado di fare meglio.. sicuramente commetteremmo degli errori, perché fare il genitore credo sia difficilissimo, ma credo pure che inculcheremmo nei nostri ipotetici figli valori e principi ben diversi da quelli che (non) vengono inculcati dai genitori di oggi, che hanno come unico obiettivo di non farsi rompere le balle dai figli (e, di conseguenza, farle rompere agli altri!) e mostrarli come fossero un trofeo, vestiti firmati e con un nome unico.. ma dico: farsi un cane, no???

    RispondiElimina
  22. Ora vado a leggermi il post incriminato sono curiosa ^_^ p.s. io ti do ragione in pieno !!

    RispondiElimina
  23. @Libby: il mio commento voleva essere ironico, tanto per stemperare gli animi e so che Carrie non c'entra nulla, la mia era una battuta come quella di Chanel penso!! Comunque credo che non dipenda da ciò che scrivi tu perchè vedo che sono i commenti che poi spaziano e vanno anche fuori tema, adesso sembra si una crociata verso i bambini urlanti ed i genitori che non sanno farli stare zitti.....cosa che non era il tuo post assolutamente. Io credo che ci sia sempre una giusta via di mezzo, i bambini fanno il loro lavoro di bambini ed i genitori ce la mettono tutta, a volte bisognerebbe ascoltare un po' di più le esigenze dei piccoli perchè forse se urlano dentro un negozio di scarpe è perchè ne hanno le scatole piene e non sono neanche da condannare. D'altro canto ci sono genitori che non hanno abituato i figli a girare in certi posti e pretendono che stiano buoni quella volta all'anno che vanno....non credo sia possibile. Forse i piccoli sono talmente chiusi dentro (casa, centro commerciale, scuola) che hanno bisogno di sfogare perchè è normale che sia così....in ogni caso i bimbi non sono stupidi e capiscono benissimo quello che gli vuoi dire!!! Bene....a prescindere da questo il tuo era completamente un discorso diverso!!!!

    RispondiElimina
  24. @ Ely: nel caso specifico eravamo in un negozio di bimbi, e ho ritenuto necessario sottolinearlo perchè hai parlato di shopping generale. Per il resto, Emma è un angioletto...ma se vuole pure pagare lei con il bancomat!!!!

    RispondiElimina
  25. quoto carrie, la penso esattamente come lei!

    RispondiElimina
  26. Libby, finalmente il tuo blog è tornato quello di un tempo, dedicato a lunghi dibattiti e litigate inutili! BENTORNATA ^____^

    RispondiElimina
  27. @CLA:su nn essere egocentrica..emma è la bimba piu bella e brava ma il mondo è popolato da altri bimbi...e tanti tr rompono in liogo nn consono.

    RispondiElimina
  28. @carrie: ci vuole tanta pazienza con me.. tu hai tutti i diritti che credi, ma fermati a pensare un attimo che "il fastidio" te lo procurerà anche il traffico, per esempio, i rumori molesti di adulti che litigano, uno stereo a palla, la folla che ti spintona...
    allora anche io non ho cani, mi devo subire per forza il tuo che abbaia? (sto facendo un esempio)
    che devo dirti, si chiama pazienza. entro certi limiti, ben inteso, andrebbe applicata ad ogni ambito del vivere civile.
    altrimenti si và su un'isola deserta.

    RispondiElimina
  29. @Cla: certo Claudia, ovvio che il discorso era fatto sui capricci prolungati, non è che attacco al muro ogni bimbo che fa un verso. Il discorso personale era che alla mattina dalle 6.40 alle 7.30 è un continuo di urli e pianti. Tutte le mattine. A me onestamente non danno fastidio se è una cosa non frequente e nemmeno sono una che rompe i maroni sinceramente.
    @Lisa: ahahahahahah questa mi ha fatta ridere davvero. Io un cane ce l'ho, si chiama Romeo e giuro che è educatissimo!!!
    @Cuore: grazie cara.
    @Mere: si lo so che scherzavi, ma povera Carrie, per una volta che non centrava... ahahah! Si beh sono d'accordo che sono molto più spesso i commenti a scatenare le discussioni che il post in se. Senza volerlo siamo tornati a parlare di bambini capricciosi. Vabbè tutti lo siamo stati almeno un po' e tutte le mamme ce la mettono tutta.
    @Cla: posso portarmela io la prossima volta che vado a far compere?? Col bancomat ovvio!

    RispondiElimina
  30. @Cla: si lo sto notando... e il tutto sempre involontariamente. Domani parliamo della bomba atomica... vediamo se fa odience anche quella!

    RispondiElimina
  31. @semper:adoro i cani ma nn sopporto i cani caciaroni o che abbaiano no0stop:la colpa è SEMPRE dei padroni.guarda caso,il mio cane,nn risponde nemmeno agli abbai dei cani attacarogne......e abbaia solo x un motivo...un ladro che stava x entrare-il gas aperto-un uomo che vorrebbe molestarmi.GUARDA CASO EH.il mio cane lo porto x negozi,al bar,ai concerti.
    detto ciò una minima tolleranza cè...ma xkè io ogi notte x un anno ho dormito zero xkè ste opesti,abb grandi da capire,saltavano sulla mia testa di notte?o matt presto?CI ANDASSERO LORO IN UN EREMO.

    RispondiElimina
  32. Non ho seguito la discussione di ieri e ovviamente casco dal pero.
    A costo di essere ripetitiva, dico che
    1) non bisogna giudicare gli altri
    2) dovremmo essere tutti più tolleranti
    3) dovremmo tutti esprimere delle opinioni stando attenti a non offendere le persone intorno a noi.

    Sbaglio qualcosa?

    Bacioni
    MammaMatta

    RispondiElimina
  33. Scusa Libby, ho cancellato il mio commento perchè pareva avessi scritto chissà che cattiveria, per fortuna avevo messo anche qualche faccina sorridente!!!!!
    Cmq ripeto quello che avevo detto prima, secondo me il modo per sentirsi più liberi è mettere il blog privato, non per paura di qualcuno (ok, mi hai già risposto che non sei d'accordo, ahahahah) :P
    Per i bimbi, nello specifico, sono d'accordo che non dev'essere facile, ma in effetti tanti genitori (non tutti, ovviamente) sembra che se ne freghino altamente del mondo oltre i loro bimbi, e questi bimbi cosa potranno fare se non fregarsene a loro volta?
    Io aspetto di vedere che mamma riuscirò ad essere, spero non una pazza isterica :D :D :D

    RispondiElimina
  34. @Mamma: assolutamente no, ma non era il nostro caso. La discussione è nata perchè qualcuno si è sentito tirato in causa nei commenti per il fatto che pochi sopportano i bimbi capricciosi e per capricciosi intendo no-stop. Nel mio post dicevo solo che ne ho due sopra la testa (tre a onor del vero) che fanno casino tutte le sante mattine con urli e capricci e che i genitori urlano anche di più. Io non ho mai detto nulla a nessuno, però svegliarmi ogni mattina alle 6.30 mi pesa un pochino. Posso dire con assoluta certezza di essere molto molto tollerante, cosa che non è Dr J che a volte sbotta. Per il resto hai ragione ovviamente, bisogna essere tolleranti e questo riguarda anche quelle persone che si sentono offese se qualcuno dice loro di non sopportare i bimbi che urlano di continuo, forse perchè il loro figlio è uno di quelli... mah!

    RispondiElimina
  35. Poi onestamente ho trovato agghiaccianti i commenti di chi (altrove, non qui) reputa cretino il suggerimento di molti (e anche mio) di non essere noi genitori (o noi adulti) i primi a gridare perchè inapplicabile a bambini molto piccoli. Credo fosse ovvio che non puoi zittire il neonato con le coliche, qui si parla però di bimbi più grandi e di adulti che dovrebbero essere i primi a rispettare gli altri e a dare il buon esempio!
    Boh.
    Sarò strana io.

    RispondiElimina
  36. Ma tu non hai detto che ce l'avevi con i genitori che urlavano più dei figli, gridando di non urlare?
    Mi sa che ieri non ho capito niente, perchè non ho trovato nulla che giustificasse tutte le discussioni che poi ne sono nate.
    P.S. Secondo me continui a dare un sacco di importanza a cose che non ne meriterebbero, ma è solo una mia opinione che tutti possono contestare quando vogliono, ci mancherebbe! :)

    RispondiElimina
  37. guarda libby, con tutto il cuore, hai sprecato un post. ti avessero dato contro in 5-6, ha parlato una sola che pure non è a posto col cervello. lassa stà amora bella, e continua a dire tutto quello che ti passa per la testa che è bellissimo. cià

    RispondiElimina
  38. Finalmente si torna a fare baracca sul tuo blog! Botte, sangue e violenza a volontà!

    RispondiElimina
  39. Sai già come la penso anche perchè ho ribattuto a Madame quello che ritengo giusto.
    Sono d'accordissimo col commento di Lisa e ritengo cmq che ognuno debba essere libero di esprimere le proprie opinioni.
    Non possiamo pensarla tutti allo stesso modo, ma questo non vuol dire essere nel torto.
    I bambini maleducati, senza disciplina non li sopporto e non sarà certo Madame a farmi cambiare idea.

    RispondiElimina
  40. Libby cara!!! ciaooo!!!!!!!!!!! beh io direi che possiamo parlare di shopping? a parte gli scherzi...sono daccordo con te..qui non si fa la guerra alle mamme e non si dice che non son brave con i figli:
    io non ne so una mazza di cosa significa essere genitore..ma so cosa significa l'educazione E QUESTO NON SIGNIFICA CHE PENSO LE MAMME EDUCHINO MALE I FIGLI EHHHH..
    anzi a queste mamme dico che forse hanno la coda di paglia????????????!!
    ho visto scene da me a lavoro..di bambini che si buttano a terra piangendo ed i genitori non dicono niente..
    altra cosa che però mi infastidisce delle mamme...è che sembra che se una non è madre non capisce un tubo di niente!! ecco qui vado sui pazzi!

    RispondiElimina
  41. @Mamma: si li ho letti quei commenti. Credo le persone ci prendano per idioti. Ovvio che su un bimbo di 6 mesi che piange, non mi metto a sentenziare, ma se il bimbo in questione ha 6 Anni e urla in continuazione.... ho qualcosa da ridire. Non sei strana... ma c'è gente che ha battuto forte la testa da piccolo secondo me.
    @PRxT: mi piace fare gossip!!! Si non ne hanno di importanza, era solo per parlare, per dovere di cronaca.
    @AUS: eh si qua ci si annoiava e ho pensato di scatenare il delirio!!! Ahahaahah!
    @Luna: mah alla fine cara, nessuno vuol far cambiare idea a nessuno e come dici tu si esprimono opinioni. Che poi ci sia chi si prende la briga di offendere per quel che pensi.... vabbè dai, al mondo siamo fatti in tanti modi.
    @Lali: diciamo che essere mamma non è facile, ma non è che chi non lo è, sia un imbecille patentato no? L'educazione, a qualsiasi livello, è conosciuta da tutti... si spera! Ciao Stella.

    RispondiElimina
  42. Eccomi qui. scusate il ritardo. dunque: ho la coda di paglia, odio le ciccione, mi danno fastidio le donne che non amano i bambini, detesto tantissime cose e picchio a muso duro praticamente contro tutti i blogger che OSANO avvicinarsi al mio blog. disgraziatamente a volte sono io ad avvicinarmi (vedi ieri) e questo non lo dovrei fare lo so. ma c'è una soluzione!!! oh si! statemi alla larga ed io starò alla larga da voi. ciao a tutte.

    RispondiElimina

Le vostre perle...