lunedì 7 febbraio 2011

Poco tempo, tanti pasticci...

Vi siete mai accorte che per fare qualcosa che vi piace, dovete rinunciare a fare qualcosa che invece andrebbe fatto?
Mi spiego meglio... voi sapete che da una settimana circa, sto pasticciando col FIMO, la cosa è divertente anche se i risultati scarseggiano, ma per dedicarmi a questo o al completamento di alcune creazioni, sono costretta a tralasciare altre cose, tipo le pulizie di casa.
Infatti questo fine settimana, tra l'eterna spesa (che con Dr J meno si mezza giornata non si perde), il refil alle unghie e la preparazione di pranzi e cene, mi è rimasto ben poco tempo per sperimentare quello che sabato mattina ho scovato in un tutorial sul Fimo. Mi sono resa conto che se avessi fatto quel che andava fatto, sarebbe arrivata sera e io non avrei dedicato nemmeno un minuto a me stessa. Perchè è così, ci sono obblighi e cose da fare e se vanno fatte arriva sera e ti accorgi che non hai tempo.
IO NON HO TEMPO e mi domando come sia possibile, visto che siamo solo in due e che ho una casa discretamente piccola.
Tant'è, ho fatto a meno di ramazzare e mi sono messa a sperimentare.

Vi anticipo già che il risultato è stato pessimo, sebbene la tecnica fosse giusta. Ho deciso per il blu stavolta, marmorizzato bianco trasparente. Spaghettone di fimo di entrambi i colori e intreccio e arrotolo e impasto. Una volta finito formo le palline (farle tonde è sempre un problema per me, sicchè anche la forma va curata, ma non ho idea di come fare) provo a forarle ma mi si schiacciano. Allora provo a mettere il vassoio in frigo 15 minuti.
Ok, ho scoperto che così facendo vengono più dure e si rovinano meno mente le foro.
Le lascio riposare tutto il pomeriggio e la sera le metto in forno, almeno la cottura mi pare di averla capita. A guardare le perle crude erano carine e variegate bianco e blu, una volta cotte sono diventate completamente blu, con impronte di dita e mezze sciancate. Non le ho fotografate perchè non avrebbe avuto molto senso.
Ho cercato di ripensare al perchè del fallimento e credo che il trasparente non fosse ideale per la marmorizzazione, anche se nel tutorial il risultato era buono.
Così ho deciso di riprovarci, ma stavolta fotografo passo per passo e poi vi faccio vedere.
Da oggi Dr J cambia orario e arriva a casa un'ora prima. Se da una parte ne sono felicissima, dall'altra so già che non riuscirò a fare niente di niente delle mie cose... qui si deve cambiare sistema perchè proprio non se può!!

Ieri siamo stati a pranzo dai miei e ho trascorso buona parte del dopo pranzo a chiacchierare con mio padre e mia madre (artigiani DOC) di come potrei fare certe cose. Mi rendo conto di avere a casa l'enciclopedia umana di tecniche idee e soluzioni... basta chiedere. Il papy SA TUTTO quello che c'è da sapere, un artigiano VERO! Ed è il mio papà... si si!

Vs Libby

4 commenti:

  1. è una gran bella cosa avere i genitori super pratici, anche il mio suocero lo è ed è molto utile

    RispondiElimina
  2. Secondo me sei letteralmente un genio!!!!

    RispondiElimina
  3. Mio padre non sa nemmeno cambiare una lampadina. In compenso SF è un genio, quando ne ha voglia...

    RispondiElimina
  4. @Vate: anche mio marito lo era, non a livelli di mio padre, ma se la cavava.
    @mamma: genio perchè? Per la cosa del frigo? Mah, ho immaginato che la pasta si sarebbe indurita un po'.
    @PRxT: ma si ci sono uomini poco pratici, che magari hanno altre capacità, tipo Dr J!

    RispondiElimina

Le vostre perle...