giovedì 11 novembre 2010

Quando la misura è colma...

Immaginate una goccia continua che ricade in un vaso dalla capienza già limitata. Immaginate che la goccia scivoli dal rubinetto e si tutti nell'acqua sottostante, più volte al giorno, tutti i giorni.
Per quanto la goccia sia piccina, per quanto il vaso sia capiente, inesorabilmente l'acqua arriverà al bordo ed esonderà, bagnando il tavolo e tutto quel che c'è attorno.

E' un po' quello che sta capitando e che è capitato a me negli ultimi tempi.
Stamattina il mio vaso ha ceduto ed ha lasciato scivolare lungo i fianchi rivoli d'acqua scura.

Dal 2006 la ditta in cui lavoro, ha un contenzioso con un cliente che non ha pagato alcune fatture. Ci sono in piedi pignoramenti, aste e ingiunzioni di pagamento. Da tre giorni mi viene chiesto di sentire l'avvocato per chiudere la pratica e farci dare, per accordi presi col debitore, quello che si riesce ad ottenere.
Sono certa che gli avvocati che mi leggono sanno meglio di me e possono quindi confermare, che ci sono dei tempi tecnici per l'estinzione di certe pratiche e che la burocrazia non guarda in faccia nessuno.
Stamattina sono stata sgridata, presa a male parole perchè non capisco gli atti del giudice, perchè non so quanto ci deve il cliente, perchè non so cosa sia il capitale precettato.
Sono esplosa!
...con pianto al seguito ovviamente.
Non credo sia giustificabile che una persona pretenda che io sappia cose risalenti al 2006, contando che non sono state tenute tutte le documentazioni inerenti al caso, quindi niente documenti per le esecuzioni immobiliari, niente per le aste giudiziarie, niente decreti ingiuntivi e quant'altro. In pratica tutto campato sulla teoria, che tra l'altro sa solo chi ha seguito fino ad ora tutto l'ambaradan.
E la cosa più comica è che mi è stato dato il nome di un cliente Paranò, che non esiste nella mia contabilità e nemmeno in quella del commercialista che li segue da 5anni. Cercare le fatture di Paranò, del 2006 e non trovarne nemmeno l'ombra, non gli ha fatto pensare che magari ha sbagliato nome... no, lui non sbaglia. Ha pensato bene di dirmi che io sono una persona che ha difficoltà di comprensione. Che non capisco niente e che sono ignorante perchè non so cosa sia il capitale precettato.
A questo punto era escluso che stessi zitta e tra le lacrime (odio quando mi capita) e con un tono di voce udibile anche a 100 km, gli ho chiesto se non si vergogna a sotterrarmi di parole per una cosa che io non posso sapere perchè non ero qui, non posso sapere perchè LORO non hanno tenuto documenti importanti in ordine. Sono cose che nemmeno lui sa e pretende che le conosca io. Ed ho aggiunto che se ne capissi qualcosa di documenti giudiziari e aste e cazzate varie, farei l'avvocato e non l'impiegata in un buco di merda! Si... ho usato queste parole! Perchè so che ve lo state chiedendo.
Lui ovviamente mi ha detto che se non lo ascolto non capirò mai le cose e che devo richamare (per la 20a volta) lo studio e farmi spiegare cose che LUI non capisce.
Così io richiamo mi rispiegano, capisco meno di metà e gli riporto quel che mi hanno detto e lui pone a me domande a cui non posso dare risposta, perchè io Cristo di un Santo Dio, non sono un cazzo di avvocato.

Basta, non ne posso più. Tutto di me ne risente, sono stanca fisicamente e mentalmente, sono sempre incazzata e sono diventata asociale in modo vergognoso.
In più ho sempre i cazzi miei in sospeso e niente che si risolve. Basta, il mio vaso è pieno e io non ne posso più!

Vs Libby alluvionata.

24 commenti:

  1. Libby... torno a dirti che mi dispiace tanto. Non è giusto, ovviamente, che ti trattino così. Ti abbraccio... altro non posso fare...

    RispondiElimina
  2. libby da questo post emerge tutta la tua frustrazione e rabbia, davvero mi dispiace un mondo per te!!!!!!!

    RispondiElimina
  3. @Bambolina: Grazie tesoro.... che posso dire...
    @Vate: Si guarda emerge proprio quello che c'è...

    RispondiElimina
  4. che pezzo di merda!! ne sta approffittando, e sta davvero superando il limite, anzi è andato oltre... mi spiace davvero, perchè certa gente non ha alcun rispetto e se ne frega di chi stanno calpestando, solo perchè si trovano in alto... ma tutto questo avrà una fine, DEVE FINIRE, e lui si troverà all'aria, ti chiederà un giorno in ginocchio aiuto, e allora un bel calcio nei denti se li merita tutto!!! Un forte abbraccio

    RispondiElimina
  5. Ti giuro che pensavo che ti fossi licenziata...se lo meriterebbero!!! Libby ti auguro solo di trovare un lavoro nuovo al più presto, e sicuramente con quello arriverà almeno un po' di serenità!

    RispondiElimina
  6. OGNI volta che racconti queste cose mi ribolle il sangue dal nervoso, perchè è inaccettabile che un idiota ti tratti così.
    Hai fatto benissimo a rispondergli, ma continuo a ripeterti che devi fare il possibile per andartene da lì.
    Lo so che nn è facile, ma nn mollare...bacio

    RispondiElimina
  7. però....mi sarebbe piaciuto vedere la sua faccia quando gli hai chiesto se non si vergognava :) :)

    RispondiElimina
  8. Inly, certa gente ha la faccia più sporca del culo. Libby, ti capisco e mi spiace tantissimo.

    RispondiElimina
  9. Nons to qui a raccontare cosa sta succedendo a me in questi giorni... ma sappi che ti capisco!

    RispondiElimina
  10. Mi dispiace tanto che la misura sia colma... ma hai fatto bene, benissimo a rispondere a quello zotico caprone!

    RispondiElimina
  11. @Gi: grazie per il sostegno cara, purtroppo dubito che avrà mai fine sta cosa....
    @Chiara: magari... io di licenziamento non posso nemmeno parlare altrimenti non mangio!
    @Luna: non so dalle tue parti, ma dalle mie non si muove foglia. Lo sai che se fosse per me, sarei andata via da un pezzo. Ma non posso, ora meno che mai!
    @Only: ah figurati, lui è il Messia e niente lo tocca. Non sbaglia mai e sono gli altri che non capiscono un cazzo. Che faccia vuoi che abbia fatto? Ha detto che mi ha assunta anche per queste cose e che sono tre giorni che me lo ripete (non è vero ovviamente, ma lasciamo perdere!).
    @Poco: beh si hai ragione, ha la faccia come il culo....
    @Princi: grazie della comprensione e ti sostengo a mia volta.
    @Dolly: Beeeeee.....:)

    RispondiElimina
  12. mi dispiace cavoli. Ti stringo forte...

    RispondiElimina
  13. Libby, nooo! Non devi piangere! Capisco che, a volte, gli altri portano all'esasperazione, ma immagina che anche noi, e non raramente, non capiamo le cose che riguardano il mondo giuridico e tutto ciò che lo circonda. E' normale che tu non comprenda determinate cose!
    Certo, il problema è farlo capire agli altri...

    RispondiElimina
  14. Non ho parole è davvero uno stronzo, gli auguro che tu trovi un altro lavoro e di trovarsi lui una idiota (VERA) che prenda il tuo posto, così ti potrà rimpiangere...

    RispondiElimina
  15. Libby, mi dispiace tanto... vorrei dire qualcosa di utile per farti stare meglio, ma purtroppo non sono capace.. Anche io sono come te: quando mi innervosisco tanto mi viene da piangere e mi fa rabbia, perché mi sembra di dimostrare debolezza e più mi arrabbio, più piango.. che nervi essere così!! Spero tanto, tantissimo, che le cose migliorino, con il cuore! Ti abbraccio forte!

    RispondiElimina
  16. non ho davvero parole per quella sottospecie di capo che ti ritrovi..hai fatto benissimo a rispondergli e se stata anche fin troppo buona. ma tu non trovi nemmeno come commessa? non sarà la tua aspirazione ma devi decisamente scappare da li. e apri gli occhi a DrJ, hai bisogno di lui, di certezze..quindi si muova a cercare qualcosa x se.

    RispondiElimina
  17. Libby, scusa, tu con che contratto sei assunta in quella azienda? Da quanti anni ci lavori? Se hai un contratto a tempo indeterminato e sei assunta da più di 12 mesi, hai diritto a percepire un'indennità per licenziamento. Quindi, ti fai licenziare proprio (non te ne vai tu di tua spontanea volontà, questo è d'obbligo) e fai la richiesta all'INPS. Almeno, questo so che in Lombardia sia possibile. Riceverai, per circa 8 mesi, l'80% del tuo stipendio attuale. Inoltre, non dimenticare che ti spetta la liquidazione, con pagamento di ratei di tredicesima, quattordicesima e il pagamento delle ferie non godute. IO non conosco la stiuazione, sto parlando per mie conoscneze personali e per quello che potrei farei io... ma se è così anche per te, al diavolo tutto e RISPONDIGLI A TONO A QUEL C**** CHE NE HA TROVATA UNA FIN TROPPO BRAVA!

    RispondiElimina
  18. Se lui non capisce le cose non è certo colpa tua, se ha assunto un'impiegata la pretesa di avere un avvocato al suo posto è davvero troppo...

    RispondiElimina
  19. sono sempre piu dispiaciuta Libby, non è giusto il modo in cui ti tratta ha davvero superato il limite, ti manca di rispetto di continuo,tu hai aftto benissimo a rispondere..in realtà nemmeno lui sa gestire certe cose..che tristezza.
    spero al piu presto tu possa trovare un posto di lavoro nuovo anche se è difficile mollare di questi tempi un contratto indeterminato..i boss lo sanno e di questo ne approfittano..ti capisco bene

    RispondiElimina
  20. @Rucolina: Grazie tesoro.
    @Funambola: ma sai, il mio piangere era per il nervoso, non perchè non capivo gli atti giudiziari. A me della sua causa non mi frega un cazzo, poteva svegliarsi prima e non rompere le palle a me ora.
    @Mamma: Eh guarda non ho parole nemmeno io a dire il vero. Si meriterebbe una capra al mio posto.
    @Lisa: a volte il pianto è indice di debolezza e in effetti mi da fastidio quando per i nervi lascio andare le fontane. Però è una fortuna, almeno per me, la reazione che avrei avuto senza pianto sarebbe stata da ergastolo!
    @MIka: Dr J ha una pazienza che non so dove la trova. Credimi se ti dico che gli sto massacrando le gonadi. A parte che me la prendo per tutto e lo riprendo su tutto, sono sempre triste e di pochissima compagnia. E poi sai come siamo noi donne quando siamo tristi, non diamo più niente.
    @Cla: si anche da noi credo funzioni così, il problema è che io ho una situzione per niente facile a casa e qualsiasi cosa io faccia devo ricordare che tra poco la mia sarà l'unica paga ad entrare, che ho un mutuo da pagare e la vita è cara. Non posso permettermi di fare queste cose se Dr J non trova lavoro fisso. E al momento non se ne parla. Ti ringrazio comunque sei stata carina.
    @Geng: si ha assunto un'impiegata con 12 anni di esperienza e la paga come un'apprendista, la tratta come una merda e pretende cose da ingeniere o da avvocato... è un cretino!
    @Aus: Non mi tentare Aus!!!
    @Lali: già, la carenza di lavoro fa si che i titolari diventino sempre più esigenti, sempre meno disposti a dare un euro in più e sempre più cafoni.

    RispondiElimina
  21. Innanzi tutto mi dispiace un sacco per la tua situazione, non posso fare altro che abbracciarti forte, per quello che serve... Ma dr.J non cerca un lavoro fisso per quale motivo?? ok è difficile da cercare, ma vista la vostra situazione dovrebbe farsi in quattro... e tu stai cercando altro nel frattempo?? non puoi impazzire per lavorare in un posto cosi....

    RispondiElimina
  22. Mi spiace, immagino quanto possa essere deprimente e frustrante avere a che fare con siffatte persone. Come BarracudaBAMBOLINA, altro non so dire, se non che devi continuare a cercare, ma senza andare via prima, secondo me...prima di aver trovato altro.

    RispondiElimina

Le vostre perle...