domenica 29 marzo 2015

Come ti porto i leggings!!!

Ieri pomeriggio ero seduta su un divano in un centro commerciale della mia zona. Io e mio marito ci siamo mangiati un gelato dopo un breve giretto. Ci piace, lo facciamo qualche volta.... quello di star lì a guardare la gente che passa e commentare.
Lo so è una cosa antipatica, ma non mi dite che non l'avete mai fatto!

Il punto è che mentre cammini le persone le guardi distrattamente, senza dar loro il giusto peso, ma se ti siedi e non devi far altro che guardare chi passa, vi giuro che vi si apre un mondo...

Allora siamo lì a commentare un uomo molto alto, una ragazza molto bella ma con un brutto sedere, quando i miei occhi vengono catturati da una signora di una certa età con una mini giro passera e a onor del vero le stava d'incanto anche se l'ho trovata eccessiva. Poi sono passate due ragazze, perché non credo superassero i 35 anni..... con i leggings.... solo che.... si insomma.... loro saranno state 240 kg l'una!!! Per carità lungi da me giudicare, ma con le maglie corte e le mutandone a vista, si insomma la gente si girava a guardare e rideva.

Ma la cosa che più mi ha lasciata senza parole, una cosa che pensavo si potesse vedere solo su qualche foto su face..... beh insomma, una ragazza sui 30 mi passa davanti, io le vedo solo il retro.
Leggings neri infilati in ovvi pertugi. Il mio pensiero è stato "no dai, avrà il perizoma e il pantalone le si è eccessivamente inserito fra le chiappe!!!" che ad ogni modo, mettiti una cazzo di maglia lunga perché hai un brutto culo!!!

Si volta per tornare indietro..... tanto era l'immagine del dietro, quanto del davanti!!!


...le stavano in modo osceno e lei girava pacifica con il giubbino nero corto.... mah!
Si sarà guardata prima di uscire?

E con questa immagine ci siamo alzati dal divano e ce ne siamo andati.

Credo che soffermarsi a guardare le persone sia veramente istruttivo. In modo particolare ti insegna a guardarti prima di uscire....

Buona domenica....

Vs Libby

mercoledì 18 marzo 2015

Il singhiozzo delle pulci.

Ci sono settimane che iniziano così.... che onestamente me le eviterei volentieri eh!

Rotture di palle in ufficio, che rovinano l'ambiente e i rapporti. Gelosie inutili.

Non sono una che vuol comandare gli altri, non ho mai puntato ad un posto d'onore o allo scettro. Qualcuno si e se ha l'idea (sbagliatissima) che qualcuno glielo stia sfilando dalle mani, cominciano i musi e i capricci.

A 40 anni non ho più voglia di rotture i palle di nessun tipo.
Ne ho già di mio a casa, per i soldi, per le bollette, per le discussioni sterili con mio marito.... cioè proprio non ne ho voglia, non per motivazioni così insulse.

Mi pare di non avere più energie per altro, se non per la sopravivenza.


Non so quanta vita possa esserci ancora per il posto in cui lavoro, dove non c'è un vero capo, dove si cambia idea troppo spesso e si fanno più riuniori che vendite.... io sto. Io sto finchè si può, poi si cambierà aria.

Vs Libby

giovedì 12 marzo 2015

Rouge Coco....

Non fatevi ingannare, non ho intenzione di trasformare il mio blog in uno dei tanti blog di make up!

Chi mi conosce bene sa che io col trucco ho poco a che fare.... ma sono una donna e quando vedo qualcosa di particolarmente bello, difficilmente resisto nel rendere pubblica la mia "sorpresa"!

Ieri sera ho visto per la prima volta la pubblicità che Chanel  fa del suo Rouge Coco, con una Keira Knightley stupenda. Un rosso fantastico, io che il rossetto non lo porto praticamente mai, mi limito al Labello!
Però lei era sexy e bellissima e il rossetto di un rosso acceso meraviglioso.
Prezzo al pubblico.... se non ho visto male, 36 euro! Sti cazzi! Oserei dire.



Mi sono chiesta se userei mai un rossetto così appariscente, ma credo che con il dovuto abbigliamento e specialmente con l'atteggiamento giusto.... POTREI!!!
Poi mi sono chiesta dove potrei andare con un rossetto del genere....
- Al lavoro? Lo eviterei visto che anche solo col lucida labbra partono battutine di tutti i tipi. Adoro i miei colleghi, sia ben inteso, ma diventano ingestibili se ci si mettono.
- In palestra? Beh no.... ne ho già viste di super truccate in sala pesi e fanno ridere, quindi eviterei volentieri.
- .... uhm..... ok non ho nessun altro posto da elencare e esco molto poco.
La Pink mi direbbe.... "non pensare a dove e come e quando lo porteresti, prendilo, vedrai che l'occasione arriva!".

Mi sa che me lo prendo!!!!!

Vs Libby



giovedì 5 marzo 2015

Raccolgo cose creative...

Oggi devo distrarmi un po' perchè ho la testa che mi frulla... qualcuno lo chiama PENSARE!

Comunque... sapete che io sarei una creativa no?
Sarei perchè obbiettivamente non sto facendo nulla da mesi e mesi. Sono stata concentrata in altro. Nel lavoro, nella lettura, nel capire il senso della vita (tranquille, non l'ho trovato!).
Non posso dire di aver abbandonato, o meglio non mi va di dirlo anche se è così.

Quello che faccio è raccogliere cose creative che un giorno, sono sicura, mi torneranno utili.
Da diversi mesi Fabbri Editori ha messo in vendita Cucito e Creatività e per la gioia di mio marito, che ogni 20 gg si vede recapitare a casa un pacco, mi sono iscritta e abbonata per ricevere il materiale.
Il tutto consiste in un giornale con allegate due stoffe. Misura 55x60 (più o meno) di cotone americano e istruzioni su come fare qualcosa.
Arrivato il pacco lo lascio in stand-by per qualche giorno, poi lo apro e ammasso le stoffe nel loro cellofan (come si scrive?) per essere poi lavate. Ogni tanto le lavo, le stiro, le piego e le ripongo, pronte ad un uso che ancora non so.
Il giornale accluso lo sfoglio e lo metto con le stoffe.
Questo per quel che riguarda il reparto Cucito!

Per quanto concerne invece il mio primo amore, le perle... qui il discorso è diverso, nel senso che non ho comperato più nulla o quasi. Ho fatto una collana che però non è ancora finita e sono stata alla fiera Abilmente lo scorso fine settimana, con la ferma intenzione di non acquistare nulla..... Cioè l'intenzione c'era ma poi ho visto cose eeeee..... ve le farò vedere magari, un giorno.

Fimo e paste modellabili.... hanno una data di scadenza? Se si, le mie sono belle che andate. In inverno troppo dure da lavorare e in estate mollicce e appiccicose, le ho ben sistemate in una scatola e lasciate là, ad aspettare ispirazione e voglia.



Per una persona creativa, abbandonare le sorgenti che le permettono di attingere idee o comunque di lavorare per alimentare questo lato, è un delitto e un danno ma la verità è che non ho più tempo per nulla. Oppure sono invecchiata e sono diventata lenta, perchè obbiettivamente le ore di lavoro che faccio sono all'incirca le stesse.
Sono solo molto più stanca.

Mi dico sempre .... eh ma un giorno ste cose le userò.... ma non so mica se è vero!

Anche oggi ho dato fiato al neurone impazzito.

Ciao belle.
Vs Libby

mercoledì 4 marzo 2015

RECENSIONE N. 28.235 .....

So che non ve ne può fregar di meno.
So che avete sentito, letto e visto recensioni di ogni genere e tipo.
So che le amiche vi avranno raccontato meraviglie e altre schifezze...
...ma sono andata a vedere 50 sfumature di grigio e quindi vi tocca sopportare anche la mia recensione.

Anzi, più che recensione (sia mai che qualcuno mi chieda a quale titolo mi permetto di recensire un film...) la mia opinione assolutamente personale.

Premetto che ho letto il primo libro perchè mi è stata regalata la trilogia in formato digitale, di mio non lo avrei mai acquistato (considerate le recensioni degli esperti), ma la curiosità è donna e quindi....
Dicevo, ho letto il primo libro e l'ho trovato scadente, scritto male, tradotto peggio, banale e ridicolo. Per mille mila ragioni.
Ma io sono una che lascia sempre una speranza e così ho letto anche il secondo (non tutto, non ce l'ho fatta!) nella speranza di trovare qualcosa che giustificasse questo caso editoriale. Niente da fare, non ho trovato motivazioni se non un massiccio e ben pagato marketing.
Il terzo non l'ho nemmeno mai preso in considerazione.

La trama la conosciamo tutti giusto? Sappiamo tutti di questo ricco e super bello giovane aitante che ha dei gusti sessuali sado maso, che lui non fa l'amore, lui fotte senza pietà o, come dice nel film, scopa forte!
Una lei acqua e sapone, vergine.... che però si fa fare di tutto, anche prendere a cinghiate il culo!

Quindi, torniamo al mio personale pensiero sul film.... l'ho trovato ridicolo. Fine della recensione!!!
Ahhahahaha no scherzo, pensavate di scamparla...
I primi 45 minuti di film sono stati più simili ad un film demenziale, ad una commedia, anzi alla caricatura di una commedia. Insomma, mezza sala rideva!
Lui chiede a lei "mi dica di lei signorina Steele!" e lei quasi ha un orgasmo... che diciamolo sembra una presa per il culo al genere femminile e anche un po' a quello maschile!
Di tutto questo peccaminoso sesso di cui il libro parla, nel film c'è stato un timidissimo ed imbarazzatissimo accenno, velato e insicuro. Nudo molto poco (su Candy Candy ce n'è di più per capirsi). Qualche tetta qua e là, qualche chiappetta mostrata in penombra.... niente di che insomma. Un film senza nervo, senza senso e che starebbe bene nella categoria fantasy!
Ma parliamo di loro, i protagonisti.
Dakota Jhonson mi piace. E' una bella ragazza dai grandi occhi azzurri, faccia pulita da brava ragazza, impersona perfettamente la ragazza acqua e sapone. Niente tette rifatte o abbondanti, un corpo normale, di ragazza giovane. Questo mi è piaciuto, lei l'ho trovata graziosa e anche abbastanza bravina.
Peccato che più che inesperta, nel film sembrasse una demente! Una che va lunga distesa dopo 3 minuti di film, che non si capisce su cosa o chi inciampi.... lei che si eccita perchè lui le chiede "scusa come ti chiami?"... anche no dai, potevano fare di meglio. Si morde il labbro continuamente, come se questa cosa facesse di lei un'icona di come sono le vergini....
LUI.... non so nemmeno come cazzo si chiama... qui incontrerò probabilmente il vostro disaccordo, ma io l'ho trovato brutto! Viscido e schifoso! Giuro. Uno così non lo vorrei nemmeno stampato in foto. Fisico ineccepibile e gran bel culo, ma niente di più. Di viso mi pare un serpente, occhio da squalo anche un pelo strabico. Avrebbe dovuto fare gli sguardi che ti accendono di passione, a me pareva un maniaco psicotico. Recitazione di dubbio valore, magari sarà la parte che gli hanno dato, io sono nessuno per giudicare.... però un'amica mi ha detto "tromba come una zucchina lessa!!!", tanto per dire eh, tenete presente che il film parla di questo uomo che tromba come un Dio.

Insomma, ero curiosa e sono andata a guardarmelo e tornassi indietro tornerei a guardalo comunque, pur sapendo che è stato un film scadente perchè io ho una teoria.... bisogna guardare qualche brutto film per apprezzare quelli belli davvero.... o no.


Ora vi invico tomunque ad andarlo a vedere e anche a leggere il libro. Quanto meno passate qualche ora ridendo.
Vi avverto però, non pensate di trovarci roba che vi fa attorcigliare le budella eh... niente di tutto questo....
Mio personalissimo pensiero, tengo a precisarlo.
Probabilmente anche a me piaceranno cose che gli altri trovano banali e scadenti, ma accetto l'opinione e non cambio idea, sia chiaro.

E voi? Che ne pensate? Avete letto il libro? Visto il film?

Vs Libby

venerdì 27 febbraio 2015

NCS - Non Ci Siamo!!!!

Da una decina di giorni il mio collega preferito, nonchè mio amico, ha cambiato lavoro e devo dire che la sua mancanza si sente per vari motivi.
Era parte di una squadra, di un gruppo di lavoro che pare il fulcro di qualcosa che in verità non c'è e non esiste. E' tutta apparenza.
E se da un lato siamo 3-4 a metterci l'anima per far camminare sta macchina, dall'altra ci sono sotterfugi e mezze parole che destabilizzano quello che è il quieto vivere.
Poi il NON avere un vero punto fermo, un vero comandante, coerente e di polso, fa di questo posto una barca in mezzo al mare nell'anarchia più totale.

Manchi un giorno e il programma fatto durante l'ennesima riunione viene completamente stravolto e rivoltato e tu non ci capisci più niente.
La cosa fastidiosa è avere il potenziale e continuare a minare le fondamenta che tanto faticosamente stiamo cercando di tenere in piedi.
Ma a che pro? Perchè uno dovrebbe lavorare tenacemente per ritrovarsi sudato fradicio senza aver fatto nemmeno un passo avanti?
E così mi vien voglia di mollare tutto e vivere alla giornata, senza farmi tanti film, tanti progetti e senza nemmeno impegnarmi troppo per una cosa a cui onestamente fatico a credere.



Poi ho scoperto che lo spirito umano sa essere lurido come il posto più puzzolente ed infimo della terra, che l'insinuare i dubbi nelle persone è la cosa peggiore che si possa fare, specie se non sono cose vere. E mi da fastidio, moltissimo. Perchè se qualcuno ha qualcosa da dirmi, lo faccia guardandomi in faccia, che io se devo mandare a fare in culo qualcuno, lo faccio senza tanti problemi, alla luce del sole e guardandolo negli occhi. Do modo di giustificarsi, di parlarne ma poi, una volta girate le spalle, so che è tutto chiarito.

Che dire?
Per me non è mai tutt'oro quel che luccica!

Vs Libby

sabato 1 novembre 2014

Non esiste vittoria senza sconfitta.

Sono stati due giorni convulsi e nervosi al lavoro, talmente tanto che ieri mattina per la prima volta non avevo nessun entusiasmo nell'andare in ufficio.
Un po' di amarezza per l'atteggiamento di alcune persone che, devo dirlo, mi hanno delusa molto.

Ma partiamo dall'inizio....
Giovedì nel primo pomeriggio, era stata organizzata una riunione con il consulente esterno (consulente che si doveva occupare del controllo finanziario e dell'organizzazione delle mansioni dei dipendenti).  Devo fare una brevissima premessa al riguardo. Sorvolando sul fatto che ho un odio viscerale per i consulenti e che a quanto pare la cosa è assai reciproca, questo ha preso fior di soldi per fare un organigramma e dei mansionari sulla base di un format che abbiamo compilato noi dipendenti, per poi riportarlo su un foglio excel. Ecco, avrei potuto farlo anche io! Questo "studio" è stato fatto a fine luglio, quindi il mio mansionario aveva si e no 2 righe, visto che lavoravo lì da 2 giorni. Ovviamente col passare delle settimane e visti gli ultimi cambiamenti, il titolare in presenza della responsabile amministrativa, aveva dato chiare direttive sulla mia posizione e, a questo punto, su quella di MD (che guarda caso è amico del consulente).
Mi è stato riferito in un paio di occasioni che se fosse stato per lui, io avrei dovuto essere stata lasciata a casa praticamente alla scadenza del periodo di prova e anzi, visto che avevo firmato le dimissioni (in accordo con il titolare, alla luce del nuovo contratto) tanto meglio. Insomma, una merda d'uomo. Apprese le nuove direttive, che sancivano che MD si sarebbe occupato solo dell'area tecnica, mentre io, in sostanza, prendevo il suo posto, il consulente ha esternato chiari risentimenti e pensieri molto contrari in merito, ma alla fine, visto che viene profumatamente pagato dall'azienda, ha ceduto.

Quindi giovedì, 13.30 inizia la famosa riunione. Non so perché ma a pranzo avevo detto alla mia collega che ero profondamente infastidita, ma non riuscivo a capirne il perché. Avete presente, le sensazioni alla bocca dello stomaco? Ecco....
Inizia la riunione ed il consulente attacca al muro questo foglio A3 con l'organigramma e consegna ad ognuno di noi il mansionario. Mi si è gelato il sangue.... Le mie mansioni erano di assistente a tutte le posizioni aziendali, fotocopie, lettere su dettatura ed eventualmente altre piccole mansioni ESCLUSIVAMENTE ordinate ed approvate anche dalla donna delle pulizie!!!!!
Inizia a spiegare l'organigramma dove risulta che MD è responsabile di tutto lo staff, gli ha fatto i complimenti per il nuovo assetto grafico della ditta (CHE HO FATTO IO!!!!! Con mio marito!) e altre cose che mi hanno lasciata senza parole.
Spiegando le mie mansioni, mi ha più volte detto senza tanti giri di parole, che io devo fare solo quello che mi dicono, solo su autorizzazione, solo se sono cose che sono effettivamente in grado di fare. Della serie "sei stupida!!".
Non ho detto una parola e più volte ho guardato il mio titolare perché pensavo che avrebbe detto qualcosa. Zero. Silenzio assoluto.
Ho smesso di ascoltare e mi sono messa a giocare col cellulare. Delusione talmente profonda che mi ha scavato un buco nel petto. Non tanto perché sono state riviste le mie mansioni radicalmente, nemmeno per la figura di merda davanti a tutti i colleghi e nemmeno perché di tutto il mio lavoro è stato dato il merito a quello che lavora meno di tutti, no, mi ha dato fastidio il fatto che l'ennesimo Signor Nessuno ha avuto l'arroganza di pensare che io fossi inutile e incapace. E in tutto questo nessuno ha detto una parola.
Finita la riunione avevamo un appuntamento fuori, io, la mia collega dell'amministrazione e il titolare. Ho fatto scena muta perché si devono molto preoccupare quando taccio, non quando strillo.... Allora la mia collega dell'amministrazione ha aperto il vaso di Pandora e ha detto di tutto e di più. Io mi sono accodata, cercando di pesare le parole perché ero veramente fuori di me.
Il titolare si è giustificando dicendo che non voleva fare polemica perché non c'era il tempo e che comunque aveva fatto correggere al volo l'organigramma, mettendomi come Assistente di direzione, tanto perché il consulente non rompesse le palle, con la promessa, il giorno dopo, si chiarire questa situazione.

Con molta amarezza da parte mia per le 24 ore successive, lo ha fatto. E' stato rimaneggiato l'organigramma dove compaio come Responsabile Marketing e Responsabile di Direzione.

Ma non pensate che sia finita qui.
No, perché la mia collega del commerciale (con noi da 3 settimane) si è molto risentita del fatto che lei non sia stata "promossa" a responsabile, ma risulti ancora sottoposta ad MD che compare come Responsabile Vendite - Collaudi - Controllo Qualità e Post Vendite. La cosa che mi ha veramente irritato è che mi ha detto questa frase "Ecco sarai contenta, hai ottenuto quello che volevi!!!" in modo molto risentito. Le ho risposto ovviamente.... le ho detto che non ho ottenuto quello che volevo, ma quello che meritavo per il lavoro enorme che ho fatto quando lei non era ancora nei nostri pensieri.
Certe rimostranze che vada a farle col titolare e non con me.
Ha ragione, sia chiaro. E' lei che si occupa delle vendite e di tutta la rete commerciale, ma è anche vero che è arrivata tre minuti fa e già ha pretese. Mi ha detto che vuole essere coinvolta e che non è assolutamente d'accordo che io l'amministrativa e il titolare ci chiudiamo in riunione a prendere decisioni!!!!!! Scherza???? Cioè è il blocco del direttivo e dobbiamo chiedere il permesso?
Sono rimasta sconvolta e anche amareggiata da queste uscite. Mi è venuta a dire che lei sono 20 anni che lavora..... perché io no?

Perché le persone sono convinte che io meriti meno di nulla? Perché hanno la convinzione che non sono adatta o adeguata o che non mi merito di essere promossa? Ho la faccia da scema? Puzzo?
No perché non è la prima volta che mi capita.
Con tutto che lei è molto brava nel suo lavoro, che si impegna, ma cazzo..... sei arrivata 3 settimane fa! Ok io sono 4 mesi ma ho avuto modo di dimostrare quanto valgo e se mi viene chiesto di fare la responsabile di direzione, avrei dovuto dire di no per non ferire la sensibilità altrui??????

Dovrei fregarmene, lo so, ma a quanto pare non posso essere orgogliosa di me e del mio lavoro per più di una settimana, poi arriva il rompi coglioni di turno a mettere in dubbio che io meriti certe fortune, o a parlare di questo in modo riduttivo, come se fosse niente di che.
La cosa brutta è che è così, perché il mio titolare è talmente buono e vuole con tutto se stesso evitare casini, che tempo una settimana e promuoverà anche lei, riducendo la mia di promozione, come una mera caramella ad una stolta.

Così è la vita a quanto pare.


Ah, dimenticavo... da oggi sono a tempo indeterminato. Hanno fatto trasformare il mio contratto che scadeva il 5 gennaio. 
Tutto il resto a questo punto ha poca importanza.

Vs Libby