mercoledì 27 gennaio 2016

Chiacchiere di lavoro..... e qualche creazione.

Buongiorno donzelle!!!

Ieri ho fatto la mia prima mezza giornata di lavoro. Che dire? Niente in realtà perché con 4 ore non ho capito granché. La persona con cui lavoro mi pare molto disponibile, il lavoro è essenzialmente quello che ho sempre fatto, il gestionale tutto nuovo, quindi una gran confusione.... a livello emotivo si sa, quando si inizia un nuovo lavoro, almeno io, sento una sorta di stretta allo stomaco e più che viverla come una nuova opportunità, va vivo come una sorta di "moriremo tutti!".
Quindi diciamo che rimando le impressioni a quanto avrò capito come gira.

Ma oggi volevo farvi vedere alcuni miei lavori e invitarvi a visitare il mio negozietto Etsy.
Non ci sono moltissime cose ancora, ma l'inserimento delle creazioni, per essere ben fatto, ha bisogno di dettagli e cura, e tanto tempo.
Ho avuto il maritozzo a casa malato per 5 giorni.... non serve che aggiunga altro, vero?

Di seguito vi lascio le foto delle mie ultime creazioni, che sicuramente qualcuna di voi ha visto sulla pagina Facebook. Ho deciso di abbandonare i mezzi cristalli e di utilizzare esclusivamente Swarovski.
Certo, il prezzo cambia, ma fare questi orecchini comporta tantissimo lavoro, dal momento che la lamina (in queste foto in alluminio) è interamente lavorata a mano...







Purtroppo sto avendo difficoltà con il computer stamattina e non riesco a copiarvi il link diretto al negozio. Ad ogni modo se andate su Etsy cercate Preziosi Bijoux, non potete sbagliare, nel logo c'è un bel gatto nero.... lo vedete anche nelle foto!!!!

Per oggi non aggiungo altro, ho mille mila cose da fare e nel pomeriggio torno al lavoro.... 

Un bacione.
Vs Libby


martedì 19 gennaio 2016

Le cose che non dimenticherò

Ci sono cose che accadono nella vita di tutti giorni che, ci si rende conto dopo tempo che sono accadute, che non si dimenticheranno facilmente.
Questo post l'ho scritto mentalmente almeno 100 volte, senza mai esprimerlo veramente nel blog. Non ne conosco il motivo, forse solo perché nel tempo avrei preferito non ricordarmi di certe delusioni, ma mi sono resa conto che ogni tanto riaffiorano e che sono sempre lì, cocenti, quindi non sarà un post a ricordarmi di questo, ahimè, sono cose che non dimenticherò.

Devo partire da lontano e fare un riassunto.
Nell'ultimo posto di lavoro, avevo ottenuto un ruolo piuttosto importante, ero il braccio destro del titolare, una persona squisita e con troppi problemi personali, familiari, di salute, per avere la testa concentrata nell'azienda, ma si fidava tanto di me da lasciarmi la gestione di tutto, colleghi compresi. Eravamo una squadra, un gruppo meravigliosamente affiatato, pensavo davvero che sarebbe stato il mio futuro, che tutto sarebbe andato bene.
Poi Lui ha iniziato a stare male, davvero, ad avere problemi di salute tanto gravi da fargli perdere gli equilibri mentali, tanto era arrivare in ufficio ed offrire il caffè a tutti, ridendo e scherzando, tanto era urlare per qualunque cosa. Non con me, con me non lo aveva mai fatto, in compenso facevamo 50 riunioni al giorno per parlare delle solite cose, ore e ore perse e onestamente non ne potevo più.
Resosi conto dello stato in cui versava la sua testa, ha deciso di affiancarmi un collega per gestire tutto, io da sola ero ovviamente in difficoltà, la cosa mi stava benissimo ovviamente.... "fate voi".... a parole. Poi di nascosto cambiava le nostre decisioni, di nascosto!!!! La ditta era sua, se non gli stava bene qualcosa poteva parlate apertamente ed avremmo seguito le sue istruzioni....
Purtroppo non è stato in grado, ha fatto scelte davvero sciocche e nel giro di un anno la ditta è saltata. Ha iniziato ad avere riserve nei confronti di tutti i dipendenti, me esclusa, mentre io cercavo di "proteggere" e difendere l'operato di tutti, perché veramente tutti ci avevamo messo il cuore.
Ma quando una persona non sta bene, quando si fa condizionare da qualsiasi voce, da qualunque persona, da ogni evento anche indipendente dall'azienda, c'è poco da fare.

Io avevo iniziato ad avere problemi di salute legati alle ore infinite che passavo in ufficio, ai mille problemi, alla totale mancanza di soldi, alle chiamate incazzate dei fornitori, ai clienti scontenti per i continui ritardi. Alla fine ero solo una dipendente e non potevo fare magie di nessun tipo, se il titolare voleva fare tutto di testa sua, sbagliando tutto quanto fosse possibile sbagliare.

A fine giugno, lui di ritorno da un viaggio di lavoro, per una stupidaggine di cui non ero nemmeno responsabile, abbiamo avuto il primo e l'unico scontro veramente brutto, tanto che ero pronta ad andarmene. Nel giro di un'ora aveva urlato con tutti i dipendenti e da lì alla rivolta il passo è stato davvero breve.
Le cose sono implose nel giro di 30 giorni e a fine luglio ce ne siamo andati in 4.

Lo so, col senno di poi la scelta è stata drastica, ma non c'era più nessuna speranza.

Con lui ho mantenuto ottimi rapporti, tanto che spesso mi aveva chiesto di tornare a lavorare con lui e io ci stavo pensando seriamente. Mi sono sentita in colpa per un lungo periodo e ci ho sofferto perché mi mancavano i miei colleghi (i dimissionari) e il mio lavoro.
Poi però l'azienda ha deciso di non pagare nemmeno un centesimo di quello che avanzavamo e dopo 4 mesi di telefonate abbiamo deciso di rivolgerci ad un avvocato che, in modo assolutamente amichevole, chiedesse informazioni riguardo le nostre paghe e i nostri TFR. Non era intenzione di nessuno creare problemi sapendo che la ditta ne aveva già di suoi.

Mi ha fatto causa! Dopo le ore passate, di sabato e di domenica, dopo aver rinunciato a stare con la mia famiglia per il lavoro, dopo le telefonate, i caffè bevuti insieme, dopo che mi ha chiesto più volte di tornare, mi ha fatto causa.
So che non è farina del suo sacco, ha due personaggi ora che decidono e fanno per suo conto, ma io? Io? Cioè sono stata l'unica a rimanere completamente disponibile e ad andare in ufficio per aiutarlo, l'unica che ancora gli parlava. L'unica a non causargli mai problemi. E lui mi ha fatto causa citando fantomatici danni all'azienda perché mi sono dimessa.....

Lo so, la storia è davvero molto riassunta e forse poco comprensibile, però essere trattata peggio di chi i problemi glieli ha causati davvero, onestamente mi ha ferita.
Ovviamente da quel momento non si è più fatto sentire né vedere.
MI aveva mandato un messaggio un paio di giorni prima che arrivasse la raccomandata dal loro avvocato, dicendomi che sperava non mi arrabbiassi......
Cosa si aspettava quindi?

Comunque siamo per vie legali, perché ovviamente adesso ho detto al mio legale di procedere, voglio i miei soldi e se creo problemi, tanto meglio!

Perché non c'è niente di peggio che deludermi e ferirmi per farmi diventare una persona cinica e senza cuore.....

Vs Libby


venerdì 15 gennaio 2016

Torno con alcune novità

Ciao,
chi mi segue su Facebook, avrà "annusato" le ultime novità, o forse no. Del resto anche io non ficco il naso nei profili altrui e vedo cambiamenti o buone nuove solo quando platealmente esposte.

Ah niente di che, non temete.

Il fatto è che da quando sono rimasta senza lavoro, mi sono dedicata nuovamente ai miei bijoux, i primi mesi sono stati difficili perché la creatività va allenata come i muscoli, se non la si cura si atrofizza, dando pessimi risultati.
Però, anche grazie ad una mia cugina che mi ha praticamente "obbligata" ad assisterla in alcune faccende creative, piano piano è rinata, ha messo fuori la testa, quasi intimidita, poi è letteralmente esplosa!
I primi mesi, dopo le faccende da casalinga, mi aggiravo per casa con perle e catene tra le mani, con la convinzione che ormai tutto fosse spacciato, in verità era tutto sepolto sotto spesse coltri di stress, lavoro, faccende, dubbi, delusioni. Una volta fatto pulizia.... PUUFFF! E' ricomparsa, prepotente, incazzata per essere stata abbandonata per anni.

Insomma, a parte l'aver ricominciato a creare, visto il tempo a disposizione, ho rimesso in piedi e in funzione il Blog (quello dedicato ai bijoux), ho fatto un nuovo profilo Instagram (in quello personale comunque non riesco più nemmeno ad entrare!!!) ho addirittura creato un canale YouTube (sono veramente alle prime armi e ai primi video eh!) e sto per aprire un nuovissimo negozio su Etsy!!!
Sono cose per cui serve una montagna di tempo.... veramente non pensavo, ma dedicarsi alle creazioni, le foto, la pagina Facebook che ovviamente ho rimesso a nuovo e l'ho rimessa "in funzione", il blog, il profilo Instagram... è come un lavoro, ma senza stipendio!

Però la verità è che a volte è difficile creare, capita di scopiazzare, di cadere in creazioni banali e viste mille e più volte.... poi basta l'ispirazione giusta, basta "studiare", leggere, guardare video, capire e nasce qualcosa in cui credi. A me è successo proprio questa settimana.
Ho provato a fare una cosa e una volta finita l'entusiasmo mi ha travolta. Non so se sarà lo stesso una volta che presenterò la nuova linea, ma a me piace da impazzire.



Ovviamente per fare tutto questo ho avuto bisogno di tempo, tanto tanto tempo e mi è stato possibile farlo perché sono disoccupata. Allo stesso tempo però devo trovare un lavoro e non è facile. Il punto è che per settimane ho pensato "va beh se anche non trovo nulla, mi concentro sulle mie creazioni e lo faccio diventare un lavoro!".
Certo, la teoria è facile, la pratica invece....
Il punto è che per creare ci vogliono materiali e attrezzature e non sono esattamente economici.

La novità?
Ho trovato lavoro!
E' la prima volta che lo rendo pubblico. Dovrei cominciare il 25 gennaio.... contabilità, niente di creativo.
Ma.... la cosa bella è che è part time!
Certo, non è l'ideale per la maggior parte del mondo, ma lo è per me.
Questo mi consentirà di procedere con le mie creazioni, ma anche di avere uno stipendio, i contributi....

Ecco, un post che voleva essere corto è diventato un'enciclopedia.... ahahahhahha!

Comunque questo è quanto donne.... a presto.

Vs Libby

martedì 15 dicembre 2015

Tornata al mondo.... virtuale.

Oh beh care ragazze, dopo troppi mesi, grazie al mio deciso e decisivo intervento, ho di nuovo la connessione a casa. Una buona connessione....

Giuro che non avrei mai pensato che mi sarei sentita così tagliata fuori dal mondo. E per fortuna avevo comunque il cellulare con una ridicola quantità di mega da poter utilizzare, ma ve lo immaginate fare tutto col cellulare?
Comodo si, per una volta, per due, ma quando devi fare tutto con lui, no non è proprio possibile.

Comunque in questi mesi ho avuto alcune idee, mi sono rimessa a creare, ho portato avanti un progetto (al momento sospeso) e ne avrei anche un altro che senza l'aiuto di mio padre difficilmente riuscirà a decollare. Ad ogni modo avere idee è già qualcosa.

Non ho ancora trovato lavoro, non che l'abbia cercato in modo deciso, ma il programma prevedeva proprio questo. Riposo, progetti e da gennaio un tuffo di testa alla ricerca di un lavoro, magari stavolta decente.

Vi racconterò, nei prossimi giorni, della delusione che ho ricevuto la scorsa settimana, a testimonianza che le persone non sono mai quel che sembrano.

Ok, ora vi saluto, ci sentiamo presto.

Ah, prima di andarmene... vi lascio questa foto...una delle mie creature.


Vs Libby

lunedì 30 novembre 2015

Quando si cresce

Pensavo non avrei più avuto paura.
A 15 anni guardavo la me stessa a 20 anni e mi dicevo che sicuramente non avrei più avuto paura. Ma arrivata ci 20 anni la paura era ancora lì. Così guardavo alla me trentenne ed ero certa che a 30 anni la paura sarebbe sparita.
Ma aimè a 30 avevo ancora paura.
Ero certa però, che ai 40 sarei stata una donna adulta e quindi priva di paura, del resto a 40 anni avrei avuto tutto quello che mi serviva per essere felice, pensavo.
Invece oggi vado per i 42 ed ho ancora paura. Certo paura di cose differenti rispetto ai 15 anni, ma pur sempre paura.

C'è un detto che recita "la paura bussò  alla porta e quando il coraggio andò ad aprire, non trovò nessuno."

Non ricordo dove ho sentito questa frase, ma mi è sempre piaciuta molto, quindi vado ad aprire la porta, vediamo cosa succede.

Un bacio bimbe.

Vs Libby

mercoledì 11 novembre 2015

Sono viva ma non sembra

Ciao a tutte, non ci crederete ma sono ancora senza internet!

Oggi sto "rubando" il wi-fi a mia cugina, con cui sto portando avanti un lavoro di cucito abbastanza impegnativo.
Vorrei potervi dire di più in merito, ma stiamo procedendo con le foto giusto oggi, quindi non appena ci saranno le foto pubblicate, vi racconterò tutto.

Sono ancora a casa e onestamente non ho fatto una grande ricerca di un nuovo posto di lavoro. Mi sono riposata, sono stata poco bene, ho fatto cose, non ne ho fatte altre che avrei voluto fare.

A casa tutto bene, un po' di maretta famigliare da Dr J, ma nulla che ci riguardi direttamente per fortuna.

Spero ovviamente di trovarvi bene e altrettanto spero un giorno di poter tornare a vivere come le persone normo dotate, cioè con wi-fi funzionante a casa.
Posso dare la colpa a questo problema per la mia quasi totale inattività, avete presente no?
Quando avete tanti progetti ma poi non riuscite a metterne in piedi manco uno!!!

Comunque, sono in attività, vediamo come procedono i vari progetti, per lo più di cucito e di lavoro a maglia.
Oh si, mi sono messa a fare la maglia come le nonne, una cosa semplice a dire il vero, senza pretese. Sono tutta presa da tali lavoretti per i regali di Natale.... eh si care donne, Natale è alle porte, voi che programmi avete?

Ok, torno ad aiutare mia cugina nei lavoretti quotidiani e vi mando un bacione.

Tornerò! Un giorno!!!

Vs Libby

mercoledì 23 settembre 2015

Fuori dal mondo

Internet è diventato fondamentale, inutile mentire.
Purtroppo da qualche mese stiamo combattendo con Telecom e Wind per una pessima connessione, servizi che stiamo pagando ma non abbiamo e bollette che arrivano con una puntualità imbarazzante.
Abbiamo smesso di pagare e ci siamo rivolti ad una associazione di consumatori, che sta portando avanti sta pratica legale, sia per lo storno delle fatture, che per il ripristino della connessione.
Di fatto però, ad oggi, sono senza internet a casa.
Una tragedia!

Scrivere post col cellulare, non è proprio il massimo, è come un cerotto su una gamba rotta, ma è meglio di niente, non vi pare?

Comunque, mi auguro di trovare presto una soluzione, non vorrei avere crisi di astinenza! Ahahahah!

Un bacione a tutte!

Vs Libby